laRegione
27.06.22 - 18:36

Per valorizzare le ‘Ville’ della Val Malvaglia

Il Cantone ha promosso un incontro con le autorità federali in modo da assicurare le opere di recupero e trasformazione della regione

per-valorizzare-le-ville-della-val-malvaglia

La Val Malvaglia, delineata armonicamente dal fiume Orino, presenta delle caratteristiche pressoché uniche nel territorio del Canton Ticino: le cosiddette ‘Ville’ nonché i nuclei secondari, disabitati solo da pochi anni, formano insediamenti ricchi di storia. L’Ufficio federale dello sviluppo territoriale (Are) recentemente ha però inoltrato ricorso al Tribunale cantonale amministrativo rimettendo de facto in gioco le modalità con cui il Comune (nel frattempo diventato Serravalle) ha disciplinato nel proprio Piano regolatore le opere di trasformazione, recupero e manutenzione degli edifici presenti in loco accompagnati pure da progetti di salvaguardia del territorio. Nella fattispecie il tribunale non ha riconosciuto "legittima l’attribuzione delle Ville e dei nuclei secondari alla zona edificabile" perciò questi "devono essere annoverati nel territorio fuori zona edificabile ai sensi della Legge federale sulla pianificazione del territorio".

Nuova strategia del Municipio di Serravalle

Il Cantone mercoledì 22 giugno ha quindi promosso un incontro (al quale hanno presenziato il consigliere di Stato Claudio Zali, la direttrice dell’Are Maria Lezzi e il vicesindaco di Serravalle Fabrizio Giamboni) in modo da individuare una procedura condivisa per assicurare la possibilità di valorizzare questa importante parte di territorio. Nello scambio di opinioni il Dipartimento del territorio e l’Ufficio federale dello sviluppo territoriale hanno assicurato al Municipio di Serravalle il loro supporto con lo scopo di garantire anche in futuro gli interventi di recupero e di trasformazione per salvaguardare le peculiarità e la lunga storia della Val Malvaglia. Il territorio è infatti anche parte del paesaggio con edifici e impianti protetti, regolamentati dal relativo Piano di utilizzazione cantonale (Puc-Peip). Ne consegue dunque che, quale prossimo passo, l’esecutivo locale è chiamato a mettere a punto una propria strategia d’intervento identificando, in base alle priorità, le misure più adatte a consentire le suddette opere di valorizzazione del paesaggio insediativo della valle.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
7 ore
‘Appalti internazionali, si chieda il certificato anti-mafia’
Con una mozione Ermotti-Lepori e altri deputati invitano il Consiglio di Stato a modificare il regolamento della legge sulle commesse pubbliche
Luganese
7 ore
Lugano, crisi in vista: nel 2023 -20% di reddito disponibile
Un rapporto della Statistica urbana prevede tempi duri per i cittadini di Lugano qualora l’attuale crisi perdurasse con la stessa intensità
Luganese
8 ore
Manno, datore di lavoro a processo per omicidio colposo
I fatti riguardano la morte di un suo dipendente nel 2017, caduto da circa 6 metri di altezza mentre lavorava. Secondo la difesa è colpa della vittima
Ticino
8 ore
Ffs, aumentano i passeggeri e i treni in transito in Ticino
Roberta Cattaneo: ‘Alle 70mila persone sui Tilo dobbiamo aggiungere le molte che usano Ir e Ic’. Zali: ‘Traffico passeggeri incrementato del 15%’
Ticino
8 ore
‘È una risposta concreta ai bisogni degli anziani’
La commissione parlamentare Sanità e sicurezza sociale firma il rapporto di Lorenzo Jelmini favorevole alla Pianificazione integrata
Ticino
9 ore
Malattie trasmissibili: esclusione da centri diurni e colonie
La nuova direttiva del medico cantonale estende il campo di applicazione. Giorgio Merlani: ‘Chiediamo il massimo scrupolo’
Mendrisiotto
9 ore
Oggi il punto di riferimento è l’Ente regionale per lo sport
A un anno dal varo si è già risposto ai bisogni del territorio. A cominciare dalla logistica. Lurati: ‘Il 2023 sarà il vero Anno zero’
Mendrisiotto
10 ore
Con ‘Gnammaggio e l’ApeRitivo’ alla scoperta della Val di Spinee
Pubblicato il quinto racconto per bambini scritto da Moreno Colombo. L’opera contiene anche dei disegni da colorare
Locarnese
10 ore
Locarnese: ‘Periferie e agglomerato, parti dello stesso albero’
Presentati i risultati di uno studio sulla demografia e il parco immobiliare di Onsernone, Verzasca, Vallemaggia e Centovalli. Con proposte di rilancio
Ticino
13 ore
I formaggi ticinesi premiati in Svizzera e nel mondo
Il ‘Merlottino’ della Lati ha ottenuto la medaglia di bronzo ai ‘World Cheese Awards’. Diversi premi anche a livello nazionale
© Regiopress, All rights reserved