laRegione
21.06.22 - 20:20

Sì del Gran Consiglio al rinnovo del Polisport di Olivone

Il parlamento cantonale ha accolto con 62 voti favorevoli e nessun contrario il sussidio di circa 2,81 milioni a favore della riqualifica della struttura

si-del-gran-consiglio-al-rinnovo-del-polisport-di-olivone
Ti-Press

Il rilancio del comparto del Polisport di Olivone ha la strada spianata: oggi il Gran Consiglio ha infatti approvato – con 62 voti favorevoli, nessun contrario e 2 astenuti – lo stanziamento di un sussidio massimo di circa 2,81 milioni a beneficio dell’ampliamento e della riqualifica della struttura, nell’ambito di un investimento totale di 6,88 milioni a carico del Comune di Blenio. I lavori (che dovrebbero durare circa un anno) inizieranno quindi verosimilmente nella primavera del 2023. Concretamente, oltre al rinnovo dell’attuale edificio, è anche prevista la realizzazione di un’area per il tempo libero, comprensiva di un campeggio, di una piscina e di attrezzature pubbliche diverse quali servizi di ristorazione, di svago per famiglie, sportivi e turisti.

Più precisamente, per quanto riguarda l’edificio esistente, realizzato più di 35 anni fa, è in particolare previsto un risanamento energetico grazie all’installazione di un nuovo isolamento e alla sostituzione di tutti gli infissi. La grande sala multiuso (capienza fino a 600 persone per vari tipi di manifestazioni) sarà mantenuta, mentre lungo il lato sud dell’attuale Polisport saranno aggiunti un altro edificio che accoglierà un Tea-room, un’area di svago e una terrazza. Circa al centro del comparto sarà poi realizzata una piscina esterna riscaldata (grazie al teleriscaldamento). A lato della piscina e vicino alla terrazza del Tea-room sorgerà un nuovo parco giochi pubblico. Quello vecchio (situato a nord del Polisport) farà invece posto a un parcheggio pubblico con circa 40 posti auto, stalli per biciclette e una zona per la raccolta dei rifiuti. Come detto è anche previsto un campeggio: in quest’ambito la novità sarà la realizzazione di cinque cosiddetti ‘pods’ in legno a disposizione di turisti che vogliono soggiornare a contatto con la natura, ma che al contempo non dispongono di un camper. Nel prato accanto a queste strutture ci sarà spazio per dieci tende da campeggio, mentre nella parte più a sud del comparto potranno sostare 19 camper.

Per la realizzazione del progetto elaborato dallo studio d’architettura Blanco-Ad di Acquarossa in collaborazione con l’architetta paesaggista Francesca Kamber, sono previsti costi pari a 6,88 milioni di franchi. Il relativo credito era già stato approvato dal Consiglio comunale di Blenio alla fine di marzo del 2021. Lo Stato coprirà quindi il 50% della spesa computabile prevista, ovvero 2,813 milioni: ai sensi della politica economica regionale, 2,076 milioni sono garantiti a fondo perso dal Cantone, 52mila franchi (sempre a fondo perso) dalla Confederazione, mentre 685mila franchi rappresentano un prestito senza interessi rimborsabile in 25 anni.

Leggi anche:

Altro passo avanti per il nuovo Polisport di Olivone

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
1 ora
Losone, una ‘rivoluzione’ da (non) buttare nel cestino
Tra novità già attuate e altre in arrivo, il Comune locarnese può considerarsi un precursore nella strategia di gestione dei rifiuti
Bellinzonese
1 ora
Area di servizio a Giornico, progetto ridotto ma ancora vivo
Ridimensionato l’investimento di 12 milioni inizialmente previsto. Per realizzare la ‘Green Station’ la Sa chiede all’Aet di collaborare
Ticino
1 ora
Livelli, Speziali chiude la porta: ‘Il Decs ritiri il messaggio’
Il presidente del Plr sull‘ultima proposta di superamento dei corsi A e B alla scuola media: ’Deludente e inconsistente, da noi troppo ottimismo iniziale’
Ticino
9 ore
‘Appalti internazionali, si chieda il certificato anti-mafia’
Con una mozione Ermotti-Lepori e altri deputati invitano il Consiglio di Stato a modificare il regolamento della legge sulle commesse pubbliche
Luganese
9 ore
Lugano, crisi in vista: nel 2023 -20% di reddito disponibile
Un rapporto della Statistica urbana prevede tempi duri per i cittadini di Lugano qualora l’attuale crisi perdurasse con la stessa intensità
Luganese
9 ore
Manno, datore di lavoro a processo per omicidio colposo
I fatti riguardano la morte di un suo dipendente nel 2017, caduto da circa 6 metri di altezza mentre lavorava. Secondo la difesa è colpa della vittima
Ticino
10 ore
Ffs, aumentano i passeggeri e i treni in transito in Ticino
Roberta Cattaneo: ‘Alle 70mila persone sui Tilo dobbiamo aggiungere le molte che usano Ir e Ic’. Zali: ‘Traffico passeggeri incrementato del 15%’
Ticino
10 ore
‘È una risposta concreta ai bisogni degli anziani’
La commissione parlamentare Sanità e sicurezza sociale firma il rapporto di Lorenzo Jelmini favorevole alla Pianificazione integrata
Ticino
11 ore
Malattie trasmissibili: esclusione da centri diurni e colonie
La nuova direttiva del medico cantonale estende il campo di applicazione. Giorgio Merlani: ‘Chiediamo il massimo scrupolo’
Mendrisiotto
11 ore
Oggi il punto di riferimento è l’Ente regionale per lo sport
A un anno dal varo si è già risposto ai bisogni del territorio. A cominciare dalla logistica. Lurati: ‘Il 2023 sarà il vero Anno zero’
© Regiopress, All rights reserved