laRegione
21.06.22 - 20:38
Aggiornamento: 21:57

Abbandonata definitivamente l’aggregazione della Bassa Leventina

Il Gran Consiglio ha accolto con 60 voti favorevoli e nessun contrario le raccomandazioni della Commissione Costituzione e leggi

abbandonata-definitivamente-l-aggregazione-della-bassa-leventina

Dopo le raccomandazioni della Commissione Costituzione e leggi, il Gran Consiglio questa sera ha accolto (60 voti favorevoli, nessun contrario e 7 astenuti) la proposta di abbandonare il progetto aggregativo della Bassa Leventina. Anche secondo il parlamento cantonale non sussistono infatti le premesse per promuovere un’unione coatta di Bodio, Giornico, Personico e Pollegio né di continuare la procedura limitatamente alle due entità comunali favorevoli. I Municipi di Bodio e Giornico, alla luce dell’ampio consenso dimostrato dalla popolazione in votazione (con l’80% dei votanti favorevole), a marzo hanno manifestato la volontà di valutare in tempi relativamente brevi l’eventuale avvio di un’aggregazione a due affidando un mandato esterno per approfondire la fattibilità della fusione, in particolare dal punto di vista finanziario. I Comuni dovrebbero avere a disposizione le informazioni necessarie per decidere se iniziare o meno una procedura aggregativa entro fine estate. Il relatore del rapporto Omar Terraneo ha ribadito che "un eventuale progetto aggregativo futuro fra Bodio e Giornico non è mai stato precluso, anzi è ben visto in quanto l’unione delle forze porta sempre benefici".

Leggi anche:

Commissione: sì all’abbandono del progetto Sassi Grossi

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
5 ore
Plan B continua a dividere Lugano
Dalla discussione generale in Consiglio comunale, critiche più o meno velate da Ps, Verdi e Centro, mentre Udc, Lega e Plr lodano l’operazione
Bellinzonese
5 ore
Rubano materiale da hockey ad Arbedo: bottino di 300mila franchi
Il furto di pattini, bastoni e macchinari specializzati sarebbe avvenuto, stando alla Rsi, lo scorso fine settimana
Luganese
6 ore
Schlein a Massagno ‘senza padrini né padroni’
La candidata alla segreteria del Pd incontra Marina Carobbio. “Il Pd si può riformare”
Bellinzonese
7 ore
Tutti i vincoli del nuovo ospedale di Bellinzona
I progettisti dovranno confrontarsi con un’importante serie di questioni tecniche, fra sicurezza fluviale, edificabilità e viabilità
Ticino
9 ore
Superamento dei livelli, il Plr boccia la proposta commissionale
In Gran Consiglio arriverà anche il rapporto di minoranza di Polli: da Lega, Ps, Centro e Verdi ‘proposta evidentemente fragile, non ha obiettivi’
Luganese
10 ore
Processo Enderlin, ‘dopo 9 anni di Purgatorio comincia la vita’
L’imprenditore luganese è stato condannato a 13 mesi sospesi. Cade l’accusa delle retrocessioni bancarie
Locarnese
11 ore
Semine e novellame, così il Dipartimento ne orienta la rotta
All’Assemblea della Società di pesca Onsernone-Melezza Christophe Molina ha illustrato gli indirizzi del Dipartimento in materia di gestione ittica
Mendrisiotto
15 ore
Lite fra due persone in corso San Gottardo: c’è un arresto
L’alterco è scoppiato alle prime ore del giorno. In manette è finito un 21enne del Mendrisiotto
Luganese
15 ore
Reati finanziari ‘atipici’, chiesti 12 mesi per Davide Enderlin
Il 51enne imprenditore ed ex consigliere comunale del Plr di Lugano deve rispondere di amministrazione infedele e falsità in documenti
Ticino
15 ore
Nuova condanna per Scimonelli, il mafioso nato a Locarno
L’uomo ‘bancomat’ di Matteo Messina Denaro, in carcere dal 2015, è stato riconosciuto colpevole anche di numerosi attentati incendiari
© Regiopress, All rights reserved