laRegione
04.06.22 - 14:29
Aggiornamento: 06.06.22 - 11:14

Spray al pepe e furti al Sun Valley di Malvaglia

I fatti sono avvenuti durante la prima serata. Il presidente del comitato del Festival: “casi isolati che si sono risolti subito”

spray-al-pepe-e-furti-al-sun-valley-di-malvaglia

Doveva essere una serata all’insegna della musica e del divertimento, ma per alcuni giovani il primo dei tre giorni del Sun Valley Festival che si svolge a Malvaglia, si è trasformato in una brutta esperienza. Durante la serie di concerti infatti una o più persone - la cui identità resta ancora ignota - hanno utilizzato dello spray al peperoncino contro alcuni ragazzi e ragazze che stavano assistendo alle esibizioni. Inoltre sarebbero state rubate delle collane e altri oggetti di valore.

«Erano circa le 23.30. Ero con un mio amico e ci trovavamo vicino al palco principale. Stava per cominciare il concerto clou della serata - a raccontarlo alla ‘Regione’ una delle vittime colpite - .A un certo punto noto che davanti a me si piazza una figura e poi il buio. Non vedevo più nulla, gli occhi mi bruciavano tantissimo. E poi mi sono sentito tirare e strappare con forza la collana che indossavo. Tutto è successo nel giro di pochi secondi».

A soccorrere il giovane l’amico, colpito anche egli dalla sostanza urticante ma alla bocca. I due si sono poi diretti verso la postazione allestita dagli organizzatori per prestare primo soccorso. Ed è proprio lì che avviene l’amara scoperta: non sono stati i soli a essere aggrediti.

«Arrivati sul posto ci siamo resi conto che anche altre persone era toccata la stessa sorte. Ne abbiamo contate circa una ventina e tutte raccontavano grossomodo la stessa cosa: uno o più individui li accecavano con lo spray e poi, se avevano oggetti di valore, venivano derubate. Sono rimasto con i soccorritori per un buon tre quarti d’ora. A me è andata bene, so di un ragazzo che è stato portato via con l’ambulanza».

La mattina dopo il giovane, che abita nel Luganese, si è presentato in polizia per denunciare quanto successo. Gli occhi sono ancora arrossati, il bruciore è quasi passato. Spera che la cosa non capiti però ad altre persone: «Restare senza vista è stato orribile».

Gli organizzatori del Festival: "casi isolati che si sono risolti subito"

Stefano Geninasca-Menegalli, presidente dell’Asilo Beach, ovvero l’associazione che si occupa dell’organizzazione del Sun Valley Festival, fornisce un quadro più accurato di quanto accaduto: «Sì, ci sono stati dei furti, ma per quello che siamo venuti a sapere noi come staff, l’utilizzo di sostanze urticanti si è limitato a un caso solo, raccontatoci proprio da chi era in possesso dello spray al peperoncino. Infatti, questo giovane ci ha detto di averlo usato dopo che un soggetto aveva cercato di rubargli una collana, o comunque dopo che questo lo stava importunando. Mi ha detto di aver colpito l’assalitore, ma anche tutte le persone attorno a lui, che erano circa una decina. Non so dirvi però se fra questi c’erano anche il ragazzo sentito da voi e il suo amico oppure se siano avvenimenti distinti».

Quello che è certo però è che tutte le persone sono state soccorse in tempo e che per molte la medicazione è stata veloce. Diversi partecipanti, dopo essere stati visitati e curati, sono tornati ad ascoltare musica, a ballare e a divertirsi. Il presidente Geninasca-Menegalli riferisce anche che la persona portata via in ambulanza non è stata vittima dello spruzzatore ma di un malore non grave.

«Ci tengo inoltre a precisare che quanto successo ieri costituisce un caso singolare, isolato e che si è risolto subito. La serata nel complesso è andata molto bene. La gente c’era ed era anche parecchia e il clima che si respirava era molto bello - racconta Geninasca-Menegalli, che prosegue -.In tutti questi anni è la prima volta che succede una cosa del genere».

La polizia cantonale: "due eventi distinti"

Contattata dalla ‘Regione’ la Polizia Cantonale conferma quanto successo ieri notte, ma sottolinea che al momento non vi siano degli elementi che facciano presupporre un collegamento fra gli attacchi con lo spray urticante e il furto degli oggetti di valore. Questo perché i tempi e i luoghi in cui sono avvenuti entrambi i fatti sono differenti, così come differenti sono anche i soggetti presi di mira.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
2 ore
Vaccinazioni di richiamo autunnali in Ticino dall’11 ottobre
Le informazioni sono già disponibili sul sito ufficiale dedicato alle vaccinazioni www.ti.ch/vaccinazione
Locarnese
2 ore
A13 Quartino: invece del triangolo, rotonda e semaforo
La novità viaria decisa da Ustra e Cantone per ragioni ambientali e legali. Promessi monitoraggio e perfezionamenti
Locarnese
2 ore
Minusio, sfruttare l’acqua di falda (o lacustre) per riscaldare
Lo suggerisce una mozione presentata dall’Usi che invita il Municipio a seguire analoghi esempi studiati altrove
Ticino
4 ore
‘Si allarghino le fasce di reddito per i sussidi cassa malati’
L’iniziativa del Ps e i due rapporti allestiti saranno al centro della prossima seduta della Commissione parlamentare sanità e sicurezza sociale
Ticino
4 ore
I 25 anni della Supsi secondo Gervasoni, tra successi e futuro
L’importanza della formazione professionale, i ricordi di quell’acronimo che faceva sorridere e ora è un’istituzione, gli obiettivi da raggiungere (tanti)
Luganese
7 ore
Mezzovico: lite fra giovani degenera, interviene il... papà
Condannato per vie di fatto un 57enne che, durante un alterco fra il figlio e alcuni coetanei (fra cui la ex), ha tirato quattro sberle a tre dei ragazzi
Bellinzonese
7 ore
Necessari 45 milioni per il nuovo Ior a Bellinzona
Studio di fattibilità concluso: oltre ai 12 laboratori sono previsti una mensa e un auditorium, e forse anche un asilo nido per i figli dei ricercatori
Locarno
15 ore
Originalità e ambizione: la Cultura è in due parole
Direzione dei Servizi, con il bando uscito ieri la Città di Locarno cerca una figura in grado di ridisegnare l’intera struttura
Ticino
17 ore
Mafie in Ticino: ‘Tanti i progetti, ma sono davvero operativi?’
A chiederlo è il deputato Quadranti (Plr) sentito in audizione dalla Commissione giustizia e diritti in quanto non soddisfatto delle risposte del governo
Mendrisiotto
17 ore
Aim di Mendrisio, crediti quadro più ‘trasparenti e oculati’
La Commissione della gestione richiama le Aziende sull’uso di questo strumento finanziario. E smagrisce l’investimento richiesto di quasi 2 milioni
© Regiopress, All rights reserved