laRegione
02.06.22 - 12:39
Aggiornamento: 17:57

Ricavi milionari per l’Irb grazie all’anticorpo contro il Covid

Entrate pari a 12 milioni che arrivano al momento giusto per l’istituto di Bellinzona visto che a breve dovrà sostituire quattro direttori di laboratorio

ricavi-milionari-per-l-irb-grazie-all-anticorpo-contro-il-covid
Ti-Press
Fondi che permetteranno di aumentare ulteriormente l’attrattività degli Istituti di ricerca di Bellinzona

La commercializzazione di un anticorpo monoclonale efficace nel trattamento del Covid ha permesso all’Istituto di ricerca in biomedicina di Bellinzona di generare "ricavi straordinari pari a circa 12 milioni di franchi". Lo ha indicato lo stesso Irb in un comunicato odierno, precisando che questi proventi giungono "in un momento particolarmente propizio, date le nuove sfide che attendono l’istituto e la necessità di far fronte a un ricambio generazionale, con ben quattro direttori di laboratorio che raggiungeranno l’età della pensione nei prossimi anni". Concretamente questi fondi "permetteranno di formulare offerte competitive per reclutare nuovi talenti nazionali e internazionali che potranno assumere i ruoli di direttrici e direttori di laboratorio e potranno altresì fungere da base per altri progetti importanti all’orizzonte, tra cui l’aggiornamento tecnologico delle strumentazioni, il finanziamento di programmi di ricerca ‘ponte’ tra Irb e l’Istituto Oncologico di Ricerca (Ior) e borse di studio a favore di giovani studenti di dottorato. Tutto ciò permetterà di aumentare ulteriormente l’attrattività degli Istituti di ricerca di Bellinzona".

La tecnologia in questione – brevettata dall’Irb e basata su scoperte di Antonio Lanzavecchia, primo direttore dell’istituto dal 2000 al 2020 – permette di estrarre anticorpi dal sangue proveniente da persone guarite dall’infezione e ha "condotto alla realizzazione di importanti studi nell’ambito di malattie quali Sars, Zika, Malaria, Ebola e della più recente Covid-19", precisa la nota. Tecnologia che è stata acquisita in licenza dalla società Humabs BioMed Sa (spin-off dell’Irb poi divenuta una partecipata di Vir Biotechnology) ed è poi stata utilizzata per scoprire l’anticorpo monoclonale Sotrovimab, efficace nel trattamento del Covid, e commercializzato, dove approvato, con il nome di Xevudy da GlaxoSmithKline (Gsk). Sui proventi realizzati dal gruppo Vir/Humabs, l’Irb ha così maturato royalties che hanno generato queste entrate straordinarie. "Questo importante risultato è anche il frutto della strategia implementata negli anni da Irb in materia di tutela della proprietà intellettuale. I ricavi netti da brevetti, sulla base delle regole di gestione dell’Irb e in linea con la prassi universitaria in materia di trasferimento tecnologico in Svizzera, sono a favore della gestione corrente dell’istituto nella misura di un terzo, mentre i restanti due terzi sono vincolati al finanziamento delle attività di ricerca del laboratorio che ha generato i brevetti e degli inventori".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
7 ore
Lugano, Lombardi: ‘Commissioni di quartiere da attivare’
Il municipale amareggiato per lo scarso interesse dimostrato nella consultazione sul Piano direttore comunale. ‘Coinvolgere resta importante’
Mendrisiotto
7 ore
Al Centro temporaneo per migranti si sente la pressione
Tornano a salire i numeri della struttura che, dopo Rancate, accoglie le persone destinate a essere riammesse in Italia
Ticino
8 ore
Premi cassa malati, deduzioni in più per i figli verso il sì
Lega, Plr, Centro e Udc sottoscrivono il rapporto che dà via libera alla loro iniziativa. Il Ps: ‘Valutiamo il referendum, favorisce i più ricchi’
Ticino
8 ore
Preventivo, il sì borghese vincolato alla revisione della spesa
Lega, Plr, Centro e Udc sostengono la previsione per il 2023 del governo (-80 milioni), ma con dei paletti. Il Ps: ‘No a queste politiche neoliberiste’
Ticino
9 ore
Targhe, Centro e Udc firmano un rapporto senza maggioranza
Calcolo della nuova imposta di circolazione, la Lega per ora si defila mentre Plr e Ps confermano il loro no al testo Dadò/Pamini. E il clima è teso
Mendrisiotto
9 ore
Il Nebiopoli 2023 svela i suoi contenuti
Il Carnevale di Chiasso sarà in programma dal 2 al 5 febbraio. Ampliato il Villaggio, oltre ai consueti appuntamenti anche ospiti internazionali
Locarnese
10 ore
PCi, la guerra in Ucraina ‘rispolvera’ i rifugi atomici
Il Consorzio ha avviato su tutto il territorio controlli dei bunker in caso di catastrofe nucleare. Attese nuove ondate di rifugiati e novità per la sede
Bellinzonese
10 ore
Squadra esterna di Biasca, a processo per vie di fatto
La Procura ha firmato un Decreto d’accusa nei confronti di un operaio comunale, che si è opposto. Si va in Pretura penale
Bellinzonese
10 ore
La 19enne era al rave: con la conferma si cercano testimoni
La polizia grigionese invita quanti sono a conoscenza dello stato di salute della ragazza all’evento della diga della Roggiasca a contattare il comando
Mendrisiotto
17 ore
Da Berna un sostegno per il ‘centro di partenza’ di Rancate
Passa all’unanimità agli Stati la concessione di una somma forfettaria ai Cantoni che in situazioni straordinarie gestiscono centri asilanti provvisori
© Regiopress, All rights reserved