laRegione
atteggiamento-mafioso-pronzini-querelato-dal-municipio
Ti-Press
Matteo Pronzini e Mario Branda
27.05.22 - 17:30
Aggiornamento: 21:17

‘Atteggiamento mafioso’, Pronzini querelato dal Municipio

Bellinzona: il consigliere Mps indagato per diffamazione, calunnia e ingiuria. All’origine un suo intervento in Cc sulla casa anziani di Sementina

Una legislatura iniziata in un clima di tensione, con un pressing politico esercitato da più fronti politici, di sinistra e di destra, sul Municipio nell’ambito di più temi sensibili. Uno di questi in particolare – i 22 decessi per Covid alla Casa anziani di Sementina con tanto di inchiesta penale ora sfociata in tre proposte di pena contestate dai vertici della struttura – a più riprese ha surriscaldato il clima nella sala del Consiglio comunale. Ed è proprio durante uno di questi confronti diretti che dai banchi del Legislativo è partita all’indirizzo dell’Esecutivo un’accusa che quest’ultimo ha poi unanimemente ritenuto di dover sottoporre al giudizio dell’autorità penale tramite una querela presentata contro il consigliere del Movimento per il socialismo Matteo Pronzini. Denuncia sulla base della quale il procuratore pubblico Roberto Ruggieri ha aperto un’inchiesta per le ipotesi di reato di diffamazione, calunnia e ingiuria.

La frase criticata

È la sera del 20 settembre 2021 quando Pronzini prende la parola per circostanziare la risoluzione Mps critica sul ricorso interposto dal Municipio al Tribunale federale contro i servizi mandati in onda dalla ‘Rsi’ relativi a Sementina. Servizi che settimane dopo i primi approfondimenti pubblicati da vari media, hanno aggiunto ulteriori elementi dando voce in particolare ad alcuni familiari. I parenti degli ospiti deceduti, afferma a un certo punto Pronzini, "hanno il diritto di elaborare il loro lutto e non di dover venire a conoscenza che il Municipio usa in modo abusivo i soldi pubblici per azioni temerarie d’intimidazioni di stampo mafioso. Con questo ricorso i sette municipali si assumono la responsabilità politica e morale dei morti; il problema è che la fanno assumere alla cittadinanza". Una frase – come emerge dal verbale della seduta – pronunciata all’interno di un lungo intervento, cui il sindaco replica dopo alcuni minuti: "Abbiamo sentito le disquisizioni del consigliere Pronzini sul tema", attacca Mario Branda: "Come sempre un linguaggio ingiurioso e insultante, come se non fosse possibile discutere anche di questioni politiche, magari anche delicate, con toni che siano minimamente adeguati a quest’aula. È questa la grammatica ed è questa la cultura politica che esprime Pronzini. Non mi sento e non ci sentiamo di condividerla, anche se è più o meno libero di dire ciò che vuole nei limiti che sono dettati dalla legge e dal Codice penale. Accusare qualcuno di comportamenti di stampo mafioso, evidentemente lo capisce anche chi magari non ha studiato Diritto per troppi semestri, va oltre questo limite. Ma tant’è, ognuno utilizza il vocabolario e la grammatica che gli sono più consoni". Pronzini sarà sentito prossimamente dagli inquirenti in veste di imputato. «Ancora una volta – commenta il capogruppo Verdi/Mps/Fa – l’Esecutivo dimostra di agire senza dover rendere conto a nessuno e, proprio come nel caso dei servizi giornalistici su Sementina, di non saper accettare le critiche». No comment invece dal sindaco.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
branda mafioso municipio pronzini sementina
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
4 ore
Preonzo, residenti sotto la montagna ‘stufi degli allagamenti’
Gli abitanti della via Cadmónn sollecitano il Municipio affinché si trovi una soluzione alla discesa a valle di acqua e detriti in occasione di nubifragi
Mendrisiotto
4 ore
Operatori di prossimità, gli altri Comuni ci sono
Dopo la separazione di Mendrisio, nove enti locali sono pronti a confermare il sostegno al Servizio regionale. Se ne parlerà entro fine luglio
Locarnese
4 ore
Brione Verzasca, luce verde ai semafori
Il legislativo ha accolto il credito per la loro installazione. Permetteranno di assicurare maggior fluidità al traffico nella strettoia del paese
Luganese
10 ore
Conti di Lugano approvati, all’ombra dell’ex Macello
Via libera al Consuntivo 2021, ma il Ps: ‘Mancano assunzione di responsabilità e riconciliazione’. Scintille fra Ghisletta e Badaracco sulla Resega.
Luganese
11 ore
5 luglio, ore 21: Lugano ‘libera’ dalla zona rossa
Archiviata la Ukraine Reform Conference 2022, viabilità cittadina ripristinata così come trasporto pubblico e posteggi
Ticino
14 ore
Valuta transfrontaliera, intercettati oltre 23 milioni di euro
Il bilancio della Guardia di finanza di Como sull’attività svolta lo scorso anno
Ticino
14 ore
‘Naturale’, ‘ecologico’. Diciture ingannevoli ‘da regolare’
Frequenti sulle confezioni dei prodotti, secondo i risultati di un sondaggio delle organizzazioni dei consumatori influenzano notevolmente gli acquisti
Ticino
15 ore
Impianti di risalita turistici, giugno positivo
L’Utpt: ‘Si assiste a un ritorno della clientela estera’
Grigioni
15 ore
Sempre più cinghiali nella Bassa Mesolcina: come contenerli
Il capo dei guardacaccia Nicola De Tann: ‘Finora causati importanti danni solo a pascoli e prati da sfalcio’
Ticino
16 ore
Posti di tirocinio: ‘La scelta ai ragazzi, non all’economia’
Aumentano i contratti già firmati, ma c’è una sensibile differenza di offerta (e richiesta) tra un settore e l’altro. ‘Per le ragazze è più difficile’
© Regiopress, All rights reserved