laRegione
sant-antonino-fa-discutere-la-chiusura-della-palestra-di-judo
Keystone
La palestra esiste da 20 anni ed ha sfornato diversi campioni svizzeri e ticinesi: ad aprile uno è diventato il nuovo vicecampione cantonale
10.05.22 - 18:48
Aggiornamento: 19:15

Sant’Antonino, fa discutere la chiusura della palestra di judo

I genitori criticano il Municipio e la sindaca replica: ‘Nessun muro di gomma, abbiamo proposto delle alternative ma non sono state accettate’

Un nuovo parcheggio a scapito del Club di difesa personale di Sant’Antonino, ma i genitori non sono d’accordo. «A Natale siamo stati informati della chiusura della palestra, prevista entro l’estate, per favorire la realizzazione del nuovo comparto della scuola dell’infanzia – afferma piuttosto scocciata una mamma contraria alla decisione presa dal Municipio –. Tutti sono rimasti basiti perché non si è riusciti a trovare una soluzione di comune accordo, che permettesse di continuare le lezioni. Non è stata concessa nessun’altra possibilità, se non rivolgersi alle associazioni di Bellinzona e Muralto». A indignare le famiglie è soprattutto «la scarsa, o poca, considerazione nei confronti dei propri cittadini e dei bambini. È una disciplina molto benefica sia a livello filosofico che educativo; circa trenta ragazzi dai 5 ai 15 anni, di cui la metà del posto, e una quindicina di persone con disabilità rimarranno così a casa». Titolari della palestra e genitori hanno infatti cercato invano di trovare un’altra location: «A Cadenazzo era disponibile un bel locale, ma economicamente fuori dalla nostra portata. Neppure l’idea di utilizzare il bunker sottostante il comune di Sant’Antonino ha dato esito positivo». D’altronde il Club di difesa personale chiede soltanto uno spazio in cui posizionare alcuni tatami (i classici materassini dello judo). «L’idea era di fondare una nuova società, ma nessuno di noi ha le capacità finanziarie necessarie», chiude sconsolata la mamma.

‘Proposte soluzioni, ma risposta sempre negativa’

Accuse prontamente rispedite al mittente dal Municipio. «Quel sedime, di proprietà comunale, una ventina d’anni fa era stato messo più che volentieri a disposizione – spiega a ‘laRegione’ la sindaca Simona Zinniker –. La convenzione stipulata fra le parti, ormai conclusa da parecchio tempo, indicava però nero su bianco che "qualora il Comune necessiti del summenzionato terreno, questo è da ritornargli". Perciò a fine 2021 si è chiesto alla società di judo di lasciare l’edificio». Motivo: su quel fondo l’esecutivo intende edificare il comparto della nuova scuola dell’infanzia, dotata di sei sezioni con mensa, una ricezione per gli allievi delle Elementari, posteggi e spazi polivalenti esterni. Il progetto architettonico è ancora in fase di consultazione da parte della giuria. Il Municipio contesta quindi anche la critica di far orecchie da mercante su eventuali alternative. «È stata offerta loro la possibilità di usufruire della palestra comunale, la risposta è però stata negativa; stesso esito è stato riservato a quella del rifugio – assicura Zinniker –. Conosciamo l’importanza che lo sport ricopre per i bambini, ma le possibili soluzioni non sono infinite. Oltre a quelli già proposti è difficile trovare altri spazi».

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
judo palestra sant antonino simona zinniker
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
1 ora
Mendrisiotto, turismo ‘green’ lungo i parchi insubrici
’Insubriparks’ è una nuova piattaforma che porta alla scoperta di cinque bellezze naturalistiche tra Svizzera e Italia
Locarnese
1 ora
‘Basta posteggi al Pozzo di Tegna!’
Preoccupata l’Associazione Golene di Terre di Pedemonte, che teme che l’incremento degli stalli porti ancora più gente e traffico in una zona sensibile
Ticino
1 ora
Il mercato dell’auto resta ammaccato
Si sperava di risolvere i problemi di fornitura entro il primo semestre di quest’anno: niente da fare. E anche l’usato scarseggia
Luganese
8 ore
Violento temporale nel Luganese causa smottamenti e allagamenti
I pompieri sono stati sollecitati più volte. Colpito in modo particolare il Malcantone
Ticino
10 ore
Premi cassa malati +10%, Dss: ‘Nel campo delle speculazioni’
La cifra dell’aumento indicata da uno studio di Accenture è ancora solo un’ipotesi, secondo Paolo Bianchi: ‘Indicazioni precise arriveranno prossimamente’
Luganese
11 ore
Tentato assassinio ad Agno: 49enne ha sparato a un 22enne
In pericolo di vita il giovane. È accaduto stamane in via Aeroporto. Arrestato l’autore. Gli inquirenti indagano sul movente.
Bellinzonese
14 ore
PerBacco! è già tempo di Festa della vendemmia a Bellinzona
La manifestazione invaderà il centro storico cittadino dal 1° al 4 settembre
gallery
Bellinzonese
14 ore
L’alpe Arami di Gorduno diventa ‘un patrimonio di tutti’
Inaugurato l’importante lavoro di recupero e ristrutturazione della baita con ristorazione, dotata di dormitorio, e dei pascoli
Luganese
15 ore
Viganello, grave un inquilino caduto nel palazzo
Nella notte un uomo è rimasto ferito sul balcone tetto dello stabile. Sul posto l’intervento degli agenti della Polizia cantonale e cittadina
Locarnese
20 ore
Centovalli, pompieri ancora al lavoro
Un fulmine sabato sera ha innescato un rogo boschivo sopra il Monte Sauree. Militi ed elicottero in azione. In corso la bonifica
© Regiopress, All rights reserved