laRegione
10.05.22 - 11:45
Aggiornamento: 18:20

Acquarossa, rilasciata la licenza edilizia per il Sun Village

Altro importante tassello in vista della realizzazione del centro turistico. Il cantiere dovrebbe dunque partire nel 2023

acquarossa-rilasciata-la-licenza-edilizia-per-il-sun-village
Studio Bassani
Il centro turistico sarà realizzato nella zona di Comprovasco

Strada spianata per il nuovo centro turistico previsto in zona Comprovasco nel Comune di Acquarossa. Oggi il Municipio ha infatti indicato di aver rilasciato la licenza edilizia per il progetto promosso dalla Sun Village Projects Sa. Si tratta di «un passo decisivo», afferma a ‘laRegione’ il rappresentante della società promotrice Lino D’Andrea. «Nei prossimi mesi ci dedicheremo a portare avanti la strategia d’investimento che prevede un aumento di capitale, la messa in vendita degli appartamenti e la raccolta di fondi grazie a prestiti bancari», precisa l’imprenditore di origini bleniesi. Se non vi saranno intoppi, il cantiere del comparto (per cui è previsto un investimento di circa 60 milioni di franchi) dovrebbe dunque essere avviato a inizio 2023, per poi concludersi nel giro di 3-4 anni.

Ricerca di finanziamenti facilitata

A dimostrare che questo importante progetto sia anche supportato dalla popolazione, vi è il fatto che la procedura legata alla domanda di costruzione si sia conclusa "senza opposizioni", ha sottolineato l’esecutivo di Acquarossa in una nota. Con il rilascio della licenza edilizia si conclude così «la prima tappa» relativa al centro turistico, rileva D’Andrea. Questo passo «faciliterà ora la ricerca di finanziamenti» che è anche il prossimo obiettivo della Sun Village Projects. In questo senso, «stiamo ultimando la pratica per l’autorizzazione relativa alla legge Lafe che permette l’acquisto di fondi in Svizzera da parte di persone all’estero». Insomma, «ci sono già trattative in corso e ora si tratta di concretizzarle». Anche se il lavoro da fare è ancora molto, l’imprenditore bleniese è «molto fiducioso» sul fatto di riuscire a partire con la costruzione del comparto all’inizio dell’anno prossimo. Anzi, qualcosa potrebbe già partire prima: «In autunno sarebbe già possibile iniziare a realizzare la strada che dalla piazza del paese porta al complesso turistico». Se tutto andrà come previsto il centro potrebbe essere inaugurato tra il 2026 e il 2027.

Albergo con wellness, appartamenti, case nel bosco, piscine, negozi e ristoranti

Ma cosa comprenderà esattamente il cosiddetto Sun Village? Innanzitutto sarà un complesso turistico aperto anche ai residenti e ai visitatori di giornata dedicato in particolare al benessere e che terrà conto anche dell’aspetto paesaggistico e ambientale. Per quanto riguarda la parte ricettiva è previsto un albergo con 69 camere nel quale troverà spazio anche un centro benessere con piscina e una palestra per il fitness (su una superficie di circa 2’000 metri quadrati). A ciò vanno poi aggiunti 195 appartamenti che saranno venduti a privati, ma che saranno gestiti dai promotori come aparthotel (i proprietari potranno soggiornarvi per un periodo limitato). Non da ultimo saranno a disposizione nove cosiddette case nel bosco, ovvero piccoli fabbricati in legno sospesi tra i rami degli alberi. In totale saranno così a disposizione circa 480 posti letto. Ma non finisce qui: oltre alla piscina del centro wellness, ne sono previste altre due, così come un laghetto biologico balneabile. È infatti prevista una piscina per bambini e un’altra comunale di 25 metri con l’intenzione di omologarla per ospitare gare. Ricordiamo che per quest’ultima recentemente i legislativi dei tre Comuni della valle (Serravalle, Blenio e Acquarossa) hanno approvato la convenzione per il finanziamento parziale dei costi di gestione della piscina aperta al pubblico e alle scuole. Nel comparto troveranno anche spazio negozi di vario genere e ristoranti. A completare l’offerta è infine prevista un’autorimessa sotterranea con 290 posti auto che permetterà di accedere comodamente ai diversi luoghi del villaggio. Il parcheggio sarà in parte anche pubblico e quindi non solo utilizzabile dagli ospiti delle strutture ricettive. Lo stesso vale ovviamente anche per il centro benessere, le piscine e tutte le altre strutture. Il tutto, oltre a generare un indotto economico importante, dovrebbe anche permettere di creare un centinaio di posti di lavoro.

Sviluppare sinergie con le attività che offre il territorio

L’autorimessa potrebbe in futuro anche essere utilizzata da chi intende usufruire degli impianti di risalita del Nara. Un comparto che, tra l’altro, il Municipio di Acquarossa intende sviluppare. Questo per dire che il Sun Village si inserisce in un contesto di rilancio turistico che riguarda tutta la regione. Pensiamo ad esempio al centro per lo sci di fondo a Campra, alle previste riaperture di alberghi a Olivone, dove è anche previsto il rilancio del comparto del Polisport. Secondo D’Andrea, per il futuro complesso turistico di Acquarossa, sarà importante «sviluppare sinergie con le varie attività che offre la regione, ma anche l’intero Ticino». Infatti è anche prevista la realizzazione di una piattaforma informatica che permetterà da un lato di effettuare prenotazioni per le strutture ricettive del centro in modo semplice e moderno, mentre dall’altro «metterà in rete tutte le offerte turistiche presenti sul territorio: come percorsi per le due ruote, escursioni e altre svariate attività che offre il cantone». Non da ultimo, questo sviluppo «mostra che la valle è viva, incentivando i possibili investitori a farsi avanti».

Leggi anche:

Sì anche di Acquarossa alla convenzione per la piscina pubblica

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
9 ore
Grave all’ospedale una 19enne, forse dopo rave party
Quattro giovani, nel frattempo identificati, l’hanno lasciata all’ospedale San Giovanni. Venivano da una festa abusiva organizzata a Roveredo
Luganese
10 ore
Capriasca, la Giudicatura di pace trova casa a Vaglio
Inaugurata la nuova sede del Circolo che comprende anche Origlio e Ponte Capriasca e che risolve poco meno di 200 incarti all’anno
Grigioni
14 ore
Sindaco di Lostallo, Moreno Monticelli pronto a rinunciare
Municipio riconfermato in blocco: ‘Lavoriamo bene, se Giudicetti vuole continuare io faccio un passo indietro’. A Castaneda la novità è Salvanti
Ticino
16 ore
I Verdi approvano la lista col Ps: ‘Saremo la vera novità’
L’Assemblea ha ratificato le candidature di Samantha Bourgoin e Nara Valsangiacomo per il Consiglio di Stato. ‘Bisogna puntare al raddoppio in governo’
Video
Ticino
1 gior
La Chiesa si mette in attesa ‘un po’ particolare’ del Natale
Messaggio alla Diocesi ticinese del vescovo Alain de Raemy in occasione domenica dell’inizio del cammino d’Avvento
Luganese
1 gior
A2, PoLuMe anche da Gentilino alla Vedeggio-Cassarate
L’Ustra conferma: in autostrada si potrà usare la terza corsia d’emergenza come ‘dinamica’ in caso di necessità fino a Lugano nord
Ticino
1 gior
Cantonali ’23, Andrea Giudici torna in pista. E lo fa con l’Udc
Deputato liberale radicale dal 2003 al 2019, l‘avvocato locarnese proverà a tornare in Gran Consiglio: ’I democentristi rappresentano meglio le mie idee’
VIDEO
Locarnese
1 gior
‘Non si può ammazzare una donna per un ciuffo di capelli’
Tre 18enni che frequentano il Liceo Papio hanno deciso di compiere un gesto simbolico a sostegno delle donne iraniane che lottano per i propri diritti
Bellinzonese
2 gior
‘Hanno dato il massimo ma sono stati travolti da una tempesta’
La difesa dei vertici della casa anziani di Sementina chiede l’assoluzione contestando anche le direttive di Merlani. Morisoli: ‘Fatto il possibile’
Ticino
2 gior
Targhe, il governo rilancia con 2 proposte. Dal Centro nuovo No
Il Consiglio di Stato tende la mano con delle alternative di calcolo. Gli iniziativisti non ci stanno, la sinistra sì. Ognuno per la sua strada, ancora
© Regiopress, All rights reserved