laRegione
14.04.22 - 17:02
Aggiornamento: 17:50

La pandemia fa meno male del previsto ai conti di Riviera

Il Comune ha chiuso il 2021 con un avanzo d’esercizio di circa 900mila franchi invece di una perdita preventivata di mezzo milione

la-pandemia-fa-meno-male-del-previsto-ai-conti-di-riviera

La pandemia di coronavirus ha fatto meno male del previsto al Comune di Riviera, che chiude l’anno contabile 2021 con un avanzo d’esercizio di circa 900mila franchi, un milione e 400mila in più rispetto alla perdita di circa mezzo milione messa a preventivo. Nel commentare il messaggio sui conti consuntivi licenziato all’indirizzo del Consiglio comunale, il Municipio parla comunque di un risultato eccezionale, e riconducibile ad assestamenti di tipo contabile non più ripetibili in futuro. Ci si riferisce alla decisione del Consiglio di Stato di revocare la misura che avrebbe comportato un taglio al contributo di livellamento, ciò che ha permesso al Comune di migliorare il risultato d’esercizio di 650mila franchi. Il secondo aspetto è determinato dalla prudenza nella valutazione del gettito fiscale dovuta alle conseguenze delle pandemia, che con l’aggiornamento delle tassazioni 2020 si è però rivelata eccessiva (il risultato è una maggiore entrata pari a 620mila franchi).

Sul fronte degli investimenti, le uscite lorde sono pari a 1,84 milioni, con una riduzione rispetto al preventivo 2021 del 68%, mentre le entrate su investimenti sono di circa 1,39 milioni con un onere netto di 449mila franchi. Tra gli investimenti messi a preventivo ma non ancora concretizzati c’è anche la ristrutturazione della Scuola dell’infanzia di Osogna.

Per quanto riguarda la previdenza sociale il Municipio segnala che da parte dei nuclei familiari sono giunte solamente 28 richieste, di cui solo 18 poi avallate in presenza di tutti i requisiti necessari, per beneficiare dell’aiuto comunale che consisteva in 250 franchi per ogni figlio da 0 a 15 anni. Il totale dei contributi elargiti è stato di complessivi 7’000 franchi (29 bambini), sui 60mila messi a disposizione dal Municipio per il 2021.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
3 ore
Tra l’Alabama e il Ticino
L’economista della Supsi Spartaco Greppi commenta la strategia economica prospettata da Ticino Manufacturing dopo l’adesione al salario minimo
Ticino
3 ore
Ancora alcuni posti liberi per la giornata sul servizio pubblico
Giovani a confronto. La manifestazione si svolgerà a Bellinzona l’8 ottobre
Ticino
4 ore
Jaquinta Defilippi e Quattropani dichiarano fedeltà alle leggi
Dopo la loro elezione a magistrati da parte del Gran Consiglio. Lei procuratrice pubblica, lui pretore di Leventina
Ticino
5 ore
Un ottobre da... radar
Tutti i punti osservati speciali dalla Polizia cantonale della settimana fra il 3 e il 9 ottobre: occhio alla velocità
Bellinzonese
5 ore
Camorino, servono 2,5 milioni in più per il Centro polivalente
Il Consiglio di Stato chiede un credito suppletorio ai già stanziati 11 milioni: ‘Necessario aumentare le superfici degli alloggi’ per richiedenti l’asilo
Luganese
5 ore
Lugano, disavanzo di 5,3 milioni nel Preventivo 2023
Dato positivo, ma da relativizzare, spiega Foletti, considerando il nuovo sistema di calcolo. Moltiplicatore d’imposta: si propone di lasciarlo al 77%
Ticino
6 ore
‘Serve una lista forte’, Mirante critica la direzione Ps
Per l’esponente socialista la proposta di lista che la direzione presenterà al Congresso del 13 novembre si basa su un ragionamento ‘fallace a azzardato’
Locarnese
7 ore
Locarno, licenziato l’agente dei presunti atti d’esibizionismo
L’esecutivo cittadino ha comunicato in giornata la decisione presa. Il poliziotto, dal canto tuo, ricorrerà al Consiglio di Stato
Bellinzonese
7 ore
Camorino: ‘La Città si ricordi la nostra volontà politica’
Le esortazioni dell’ex sindaco Donadini, mense scolastiche, parchi giochi e una sede per le società: sono alcuni temi dell’incontro col Municipio turrito
Mendrisiotto
7 ore
Ritorno al salario minimo: ‘Doveva andare così’
Il fronte sindacale (Ocst e Unia) commenta il dietrofront di Ticino Manufacturing. Rischio delocalizzazione, ‘si paga pegno ma non alla legge’
© Regiopress, All rights reserved