laRegione
09.04.22 - 16:41
Aggiornamento: 17:56

Principio d’incendio nei boschi tra Giornico e Anzonico

Sul posto i pompieri di Biasca e Faido, supportati da due elicotteri. A titolo precauzionale evacuata una cascina

principio-d-incendio-nei-boschi-tra-giornico-e-anzonico
Rescue Media
Anche un elicottero impegnato nelle operazioni di spegnimento

Forte vento e fogliame secco hanno fatto da miccia ideale per un principio d’incendio. Stavolta a bruciare sono i boschi sotto Sobrio, tra Giornico e Anzonico. Dove attorno alle 15.30, come segnala la polizia cantonale, è stata avvistata una colonna di fumo.

Immediato l’intervento dei pompieri di Faido e Biasca, che hanno iniziato le operazioni di spegnimento con il rinforzo di due elicotteri per lo spegnimento dall’aria.

Il rogo ha intaccato il bosco propagandosi velocemente a causa del forte vento e della scarsità di precipitazioni degli ultimi mesi. Le operazioni di spegnimento delle fiamme, rese difficili anche dalla vegetazione secca, sono tuttora in corso.

A titolo precauzionale si è proceduto all’evacuazione degli occupanti di una cascina. Non si lamentano feriti. Data la coltre di fumo, i residenti nella zona sono invitati a chiudere porte e finestre.

Il forte vento che soffia sulla zona rende le operazioni di spegnimento più difficili. Al momento non sono note le cause che hanno generato il rogo.

Proprio a causa del forte vento, di tipo favonico, che sta caratterizzando la giornata odierna, MeteoSvizzera ieri aveva diramato un’allerta di grado 2 per il vento, con pericolo moderato e raffiche da 60 a 80 km/h in pianura e 70-90 km/h sopra i 1’000 metri.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
17 ore
Arogno, il sentiero resta: respinto il ricorso di Franco Masoni
L’ex consigliere agli Stati riteneva illegittimo il ‘declassamento’ di una strada sterrata per raggiungere la sua proprietà
Luganese
17 ore
Origlio, l’avventura di un negozietto di paese
Peter Murer per 22 anni lo ha gestito guadagnandosi l’affetto della gente. Ora lascia ma ‘Bondì’ resterà
Luganese
1 gior
Direttore arrestato, ‘bisogna cogliere i segnali d’allarme’
Secondo il criminologo Franco Posa allievi, docenti e genitori devono poter far affidamento su una rete esterna per evitare situazioni spiacevoli
Ticino
1 gior
‘Cdm, competenze da ampliare o meccanismi da rivedere’
Consiglio della magistratura, lettera del governo alla commissione parlamentare Giustizia e diritti. Nicola Corti: spunti di riflessione interessanti
Ticino
1 gior
Rincari: ‘Non si scarichino le responsabilità su chi è malato’
A fronte di un aumento dei premi di cassa malati che si prospetta vertiginoso, per Acsi, cliniche private, Eoc, medici e farmacisti serve cambiare sistema
Luganese
1 gior
Lugano prevede di adeguare il rincaro del 3%
Lo annuncia il Municipio nella risposta all’interrogazione presentata dalla sinistra. La decisione definitiva verrà presa il prossimo dicembre
gallery
Bellinzonese
1 gior
Morobbia: dopo 20 anni e 22 milioni, inaugurato l’acquedotto
Entrato in funzione questa estate, in passato era stato contestato dalla Città e oggi produce anche elettricità per oltre mille abitanti
Ticino
1 gior
Le settimane passano, ma non i radar, ed è ottobre
Comune per comune i punti ‘osservati speciali’ dell’azione di controllo della velocità in un’ottica di prevenzione
Bellinzonese
1 gior
Stazione di Biasca senza biglietteria, per il CdS va bene così
Sportelli fisici usati solo dal 5% dei viaggiatori: il governo non entra nel merito della decisione adottata dalle Ffs
Bellinzonese
1 gior
Nuove scuole a Lodrino entro il 2028
Il progetto Meta si è aggiudicato il concorso per la progettazione del comparto scolastico. Investimento complessivo di 38 milioni di franchi
© Regiopress, All rights reserved