laRegione
nuove-officine-bodio-giornico-personico-e-biasca-rassegnati
Ti-Press
Il luogo dove è previsto il nuovo stabilimento industriale delle Ffs
25.03.22 - 14:56
Aggiornamento: 17:20

Nuove Officine: Bodio, Giornico, Personico e Biasca rassegnati

I Comuni, l’Uct e la Crt delle Tre Valli non ricorrono contro la decisione del Taf di respingere i loro ricorsi contro la riservazione d’area a Castione

Bodio, Giornico, Personico e Biasca, così come la Commissione regionale dei trasporti (Crt) delle Tre Valli e l’Unione contadini ticinesi (Uct) "dopo lunga riflessione sull’opportunità di proseguire nella vertenza giudiziaria" hanno confermato di non aver impugnato la decisione del Tribunale amministrativo federale (Taf) di respingere i loro ricorsi inoltrati contro la riservazione d’area per 150mila metri quadrati (di cui 80’000 di terreno Sac) chiesta dalle Ffs nel 2018 (e approvata nel 2019 dall’Ufficio federale dei trasporti) per poter realizzare il nuovo stabilimento industriale in sostituzione delle attuali Officine di Bellinzona. Il Taf lo scorso 22 febbraio "ha respinto non nel merito ma per un presunto difetto di legittimazione tutti i ricorsi inoltrati contro la discutibile collocazione del futuro stabilimento delle Ffs in zona principalmente agricola, ignorando le possibilità offerte dalla zona industriale di Giornico-Bodio, documentate dai ricorrenti con studio specifico da loro commissionato, e ciò a distanza di tre anni dall’inoltro dei ricorsi, rinviando ulteriormente il vero esame delle varie possibili collocazioni", si legge in un comunicato. Ricordiamo che i giudici di San Gallo hanno ritenuto irricevibili pure i ricorsi delle ditte Otto Scerri, Geniobeton e Mancini & Marti. Solamente quest’ultima azienda ha recentemente deciso di rivolgersi al Tribunale federale di Losanna.

‘Mancanza di dialogo e barriere erette da Ffs, Cantone e Confederazione’

I quattro Comuni, così come la Crt delle Tre Valli e l’Uct sottolineano nella nota di aver "combattuto da quattro anni una giusta battaglia, che rivendicava la collocazione del futuro stabilimento nel luogo secondo loro più opportuno", ovvero la zona industriale "già attrezzata" del comparto ex Monteforno a Giornico-Bodio. Tuttavia, in questi anni hanno "constatato una mancanza di dialogo e una barriera da parte delle Ffs supportate dal Cantone e sorprendentemente anche dalla Confederazione nella loro scelta di ignorare ogni impegno di rispetto delle pianificazioni esistenti e dell’ambiente, facendo continuamente avanzare l’iter progettuale". Infatti nei loro ricorsi sostenevano che la nuova collocazione delle Officine a Castione violi "le disposizioni federali in materia di protezione della natura e del paesaggio per il sacrificio di terreni Sac e la distruzione di corridoi ecologici e habitat degni di protezione, oltre a essere manifestamente in contraddizione con la dichiarazione di intenti del 13.12.2017 sottoscritta dall’Ufficio federale dello sviluppo territoriale (Are), dall’Ufficio federale dell’ambiente (Ufam), dall’Ufficio federale dei trasporti (Uft) e dall’Ufficio federale dell’agricoltura (Ufag) concernente la compensazione reale dei terreni Sac da applicare nell’ambito dei progetti federali".

‘Studio di alternative solo apparente’

Stando ai ricorrenti, inoltre, "le Ffs hanno messo in atto solo un apparente studio di alternative (Bodio-Giornico e Lodrino 1 Aerodromo) alla prescelta collocazione nel Comune di Arbedo-Castione". Un questione riconosciuta pure dall’Uft che nella decisione impugnata aveva scritto: "Al più tardi al momento della procedura di approvazione del progetto, il confronto tra le varie possibili ubicazioni dovrà essere documentato chiaramente. L’Are raccomanda pertanto vivamente alle Ffs di fornire una documentazione adeguata al più tardi nell’ambito della procedura di approvazione dei piani volta al confronto tra le varie ubicazioni possibili (…). Le Ffs dovranno effettuare i dovuti approfondimenti richiesti nell’ambito della procedura di indagine preliminare per l’esame dell’impatto ambientale alla quale il progetto principale di costruzione sarà sottoposto". Insomma, secondo i quattro Comuni, Crt Tre Valli e Uct "quel necessario esame di legge è quindi stato rinviato a tempi futuri" e "non si sa se sarà effettivamente svolto".

Leggi anche:

Officine Ffs a Castione, i dieci ricorrenti rimangono al palo

Nuova officina Ffs: Mancini & Marti si appella a Losanna

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Gallery
Luganese
1 ora
Auto contro moto a Madonna del Piano: un ferito grave
Incidente della circolazione attorno alle 20 sulla strada che da Ponte Tresa conduce a Fornasette, chiusa per i rilievi del caso
Ticino
4 ore
Il luglio 2022 è stato il secondo più caldo di sempre in Ticino
Il mese appena trascorso ha visto uno scarto di +2,6 °C rispetto alla norma 1991-2020: il record rimane a luglio 2015, con uno scarto di oltre 3°C
Ticino
4 ore
Strategia energetica, Marchesi (Udc): ‘Il nucleare al centro’
Il presidente e consigliere nazionale democentrista ‘preoccupato’ per la situazione attuale svela la sua ricetta: ‘Finora da Berna proposte insufficienti’
Bellinzonese
10 ore
Dieci chilometri di colonna sotto il sole tra Biasca e Airolo
Rientro dei vacanzieri e momentanea chiusura della galleria del San Gottardo mandano l’asse autostradale in tilt
Bellinzonese
12 ore
Tunnel del San Gottardo chiuso in entrambe le direzioni
Veicolo in avaria poco prima di mezzogiorno: situazione ‘calda’ sull’asse autostradale ticinese
Bellinzonese
19 ore
Bistrot di Bellinzona, ‘Nessuna truffa né maltrattamenti’
Il gerente Ivan Lukic non nasconde le difficoltà economiche. Tuttavia alcune persone hanno ‘tenuto duro, credendo nel progetto. Altre lo hanno diffamato’
Luganese
19 ore
Rovio, fucile notificato ma il padre era senza porto d’armi
Emergono ulteriori aspetti legati al grave fatto di sangue capitato domenica scorsa ad Agno: il 49enne non aveva il permesso di girare con il Flobert
Ticino
19 ore
Aspettando Godot... e Greta Gysin. L’area rossoverde attende
Sarebbe imminente la decisione della consigliera nazionale dei Verdi se candidarsi o meno per il governo. Bourgoin e Riget: ’Avanti, con o senza di lei’
Bellinzonese
1 gior
Vacanze costose e beni di lusso con i guadagni della cocaina
Condannato a 4 anni e 3 mesi (più l’espulsione dalla Svizzera) un 35enne recidivo e reo confesso. La Corte: ‘Prognosi nefasta’
Locarnese
1 gior
Gambarogno, 83enne inghiottito dalle acque del lago
L’uomo, un confederato, si era tuffato per una nuotata ma non è più riemerso. Partito dal Porto patriziale di Ascona, aveva ‘toccato’ alcune imbarcazioni
© Regiopress, All rights reserved