laRegione
17.03.22 - 19:04

False indennità per maltempo: ditta condannata a restituirle

Impresa edile di Monte Carasso sconfessata dal Tribunale federale, dovrà ridare alla cassa disoccupazione Ocst 113mila franchi

false-indennita-per-maltempo-ditta-condannata-a-restituirle

Il Tribunale federale conferma la decisione emessa in prima istanza dal Tribunale amministrativo federale sul caso che ha visto la Segreteria di stato dell’economia (Seco) ordinare a un’impresa edile di Monte Carasso la restituzione alla cassa disoccupazione Ocst di 113mila franchi incassati dalla ditta sotto forma di indennità per intemperie. Come già sancito nel settembre 2021 dalla prima corte federale, ora anche il Tf ha ritenuto che la ditta non avesse diritto a percepire i sussidi, che ammontano all’80% della perdita di guadagno dovuta alle condizioni meteorologiche. Alcuni dipendenti erano infatti in infortunio, in malattia o a militare, e il loro impiego non era dunque possibile. Inoltre, come appurato dalla Seco e confermato da Taf e Tf, dalle fatture emesse da stazioni di servizio sul conto dell’azienda emergono rifornimenti effettuati dai dipendenti in vari giorni per i quali l’azienda ha rivendicato perdite di lavoro dovute a maltempo. Pure ravvisate multe di parcheggio in giorni per i quali sono state richieste le indennità.

‘Numerose imprecisioni’

La massima istanza federale conferma poi la scarsa qualità dei documenti conservati dall’impresa relativi al controllo delle ore di lavoro. "Le numerose imprecisioni – scrivono i giudici del Tf – non possono portare ad affermare che la tenuta delle ore fosse corretta e completa. Al contrario, è la stessa ricorrente che non cerca nemmeno con documenti relativi all’attività della società di dimostrare le proprie pretese, rendendole perlomeno plausibili". Anche secondo i giudici federali di Losanna permane dunque il dubbio sull’attendibilità del rapporto orario, senza poter escludere che sia stato modificato a posteriori.

Si esige la massima precisione

Contestando le interpretazioni del diritto da parte del Taf, con il ricorso al Tf l’azienda chiedeva di ridurre a 10mila franchi l’importo da restituire. "A più riprese le tesi della ricorrente si scontrano chiaramente con le prove agli atti – si legge ancora nella sentenza –. Il rimborso integrale delle indennità per intemperie può apparire di primo acchito come una misura estremamente severa, ma è perfettamente in linea con la giurisprudenza. Infatti, compete al datore di lavoro garantire l’affidabilità del controllo del tempo di lavoro. Del resto, di fronte alla richiesta di prestazioni finanziate anche con i contributi dei lavoratori, ci si può e ci si deve attendere la massima precisione. Pertanto – conclude il Tf – la sentenza impugnata non è lesiva del diritto federale".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Gallery
Locarnese
10 ore
La Rega decolla nei consensi e nella simpatia
Ben 14’000 visitatrici e visitatori hanno approfittato dell’opportunità di gettare uno sguardo dietro le quinte della base e dell’hangar
Luganese
11 ore
Inaugurato il nuovo Consorzio depurazione acque della Magliasina
Entrato in servizio a Purasca nel 1987 è stato oggetto di ampliamento e ottimizzazione generale fra il 2018 e il 2022
Luganese
14 ore
Precipita mongolfiera: fra curiosi e passanti... la sorpresa
Si è trattato di un’esercitazione congiunta fra la Società svizzera di salvataggio di Lugano e il Gruppo aerostatico Ticino
Mendrisiotto
17 ore
Case ‘Greenlife’, il Municipio nega la licenza edilizia
A Novazzano l‘esecutivo boccia il progetto del complesso abitativo in zona Torraccia. ’Non è in sintonia con il paesaggio’
Locarnese
21 ore
Delitto Emmenbrücke, il presunto colpevole resta in carcere
Richiesti altri tre mesi di carcerazione preventiva per l’uomo sospettato di aver assassinato la 29enne di Losone nel luglio 2021. C’è anche la perizia
Ticino
21 ore
‘Hanno distrutto la vita di mio padre 87enne. E la giustizia?’
Cede dei terreni a due figlie, ma per la terza ‘è un raggiro, non era in grado di capire’. Quando la fragilità della terza età è sfruttata dai famigliari
Mendrisiotto
1 gior
Tra l’Alabama e il Ticino
L’economista della Supsi Spartaco Greppi commenta la strategia economica prospettata da Ticino Manufacturing dopo l’adesione al salario minimo
Ticino
1 gior
Ancora alcuni posti liberi per la giornata sul servizio pubblico
Giovani a confronto. La manifestazione si svolgerà a Bellinzona l’8 ottobre
Ticino
1 gior
Jaquinta Defilippi e Quattropani dichiarano fedeltà alle leggi
Dopo la loro elezione a magistrati da parte del Gran Consiglio. Lei procuratrice pubblica, lui pretore di Leventina
Ticino
1 gior
Un ottobre da... radar
Tutti i punti osservati speciali dalla Polizia cantonale della settimana fra il 3 e il 9 ottobre: occhio alla velocità
© Regiopress, All rights reserved