laRegione
14.03.22 - 20:23

Bellinzona contro la guerra in Ucraina e pronta ad aiutare

Il Cc vota una risoluzione per Berna. Municipio sollecitato ad accogliere chi fugge, esporre la bandiera della pace e contribuire finanziariamente

bellinzona-contro-la-guerra-in-ucraina-e-pronta-ad-aiutare
Molti Comuni nel mondo l’hanno già appesa

Un messaggio municipale sul potenziamento del bike sharing, otto mozioni di cui alcune superate dagli eventi, diverse naturalizzazioni e una valanga d’interpellanze. Il tutto anticipato da una risoluzione contro la guerra in Ucraina. Seduta di alleggerimento questa sera per il Consiglio comunale di Bellinzona riunito a Palazzo civico. Per cominciare tutti d’accordo o quasi – quasi perché i due consiglieri comunisti Alessandro Lucchini e Massimiliano Ay non hanno votato e tra i banchi di Plr e Lega/Udc ci sono stati quattro astenuti – sulla risoluzione del gruppo Verdi/Mps/Fa che invita il Consiglio federale a "intervenire a ogni livello affinché si concretizzi celermente l’interruzione dell’aggressione militare da parte della Russia, il ritiro delle truppe russe da tutto il territorio ucraino, compresi i territori occupati totalmente o parzialmente e la fine di ogni ingerenza russa negli affari interni dell’Ucraina; l’apertura di negoziati, sotto l’egida internazionale, per garantire che le minoranze nazionali all’interno dell’Ucraina possano far valere i propri diritti all’autodeterminazione, nel quadro di un processo democratico e trasparente; una generosa politica del diritto d’asilo in Svizzera per chi fugge dall’Ucraina e per chi in Russia sta subendo una repressione a seguito delle proteste contro la guerra". Nella risoluzione motivata da Matteo Pronzini, il Cc invita inoltre il Municipio a "mettere a disposizione in modo generoso le infrastrutture della città (a cominciare dalle scuole) per la realizzazione della politica d’asilo in collaborazione con le autorità cantonali, a prendere iniziative per sviluppare la solidarietà con il popolo ucraino e con tutti coloro che si battono in Russia contro la guerra, a voler esporre su tutti gli edifici scolastici e gli stabili comunali la bandiera della pace, a deliberare un contributo finanziario a sostegno della popolazione in fuga dalla guerra per le loro prime necessità".

Il sindaco: ‘Ci stiamo attivando’

«A scanso di malintesi – ha spiegato il sindaco Mario Branda – il Municipio non ha atteso questa risoluzione, ma si è attivato per valutare quali strategie mettere in atto insieme alle autorità cantonali e gli enti preposti. Dobbiamo prepararci a una situazione che rischia di protrarsi a lungo nel tempo. L’organizzazione della presa a carico non è banale a nessun livello. L’importante è coordinarsi al meglio, anche con i molti privati già fattisi avanti. Metteremo a disposizione spazi e infrastrutture che ci verranno richiesti e che si renderanno necessari. Tema delicato è l’esposizione della bandiera della pace: siamo ovviamente tutti per la pace. Anche Putin, che però la intende in modo diverso rispetto a noi».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
7 ore
Grave all’ospedale una 19enne, forse dopo rave party
Quattro giovani, nel frattempo identificati, l’hanno lasciata all’ospedale San Giovanni. Venivano da una festa abusiva organizzata a Roveredo
Luganese
8 ore
Capriasca, la Giudicatura di pace trova casa a Vaglio
Inaugurata la nuova sede del Circolo che comprende anche Origlio e Ponte Capriasca e che risolve poco meno di 200 incarti all’anno
Grigioni
12 ore
Sindaco di Lostallo, Moreno Monticelli pronto a rinunciare
Municipio riconfermato in blocco: ‘Lavoriamo bene, se Giudicetti vuole continuare io faccio un passo indietro’. A Castaneda la novità è Salvanti
Ticino
14 ore
I Verdi approvano la lista col Ps: ‘Saremo la vera novità’
L’Assemblea ha ratificato le candidature di Samantha Bourgoin e Nara Valsangiacomo per il Consiglio di Stato. ‘Bisogna puntare al raddoppio in governo’
Video
Ticino
1 gior
La Chiesa si mette in attesa ‘un po’ particolare’ del Natale
Messaggio alla Diocesi ticinese del vescovo Alain de Raemy in occasione domenica dell’inizio del cammino d’Avvento
Luganese
1 gior
A2, PoLuMe anche da Gentilino alla Vedeggio-Cassarate
L’Ustra conferma: in autostrada si potrà usare la terza corsia d’emergenza come ‘dinamica’ in caso di necessità fino a Lugano nord
Ticino
1 gior
Cantonali ’23, Andrea Giudici torna in pista. E lo fa con l’Udc
Deputato liberale radicale dal 2003 al 2019, l‘avvocato locarnese proverà a tornare in Gran Consiglio: ’I democentristi rappresentano meglio le mie idee’
VIDEO
Locarnese
1 gior
‘Non si può ammazzare una donna per un ciuffo di capelli’
Tre 18enni che frequentano il Liceo Papio hanno deciso di compiere un gesto simbolico a sostegno delle donne iraniane che lottano per i propri diritti
Bellinzonese
2 gior
‘Hanno dato il massimo ma sono stati travolti da una tempesta’
La difesa dei vertici della casa anziani di Sementina chiede l’assoluzione contestando anche le direttive di Merlani. Morisoli: ‘Fatto il possibile’
Ticino
2 gior
Targhe, il governo rilancia con 2 proposte. Dal Centro nuovo No
Il Consiglio di Stato tende la mano con delle alternative di calcolo. Gli iniziativisti non ci stanno, la sinistra sì. Ognuno per la sua strada, ancora
© Regiopress, All rights reserved