laRegione
04.03.22 - 11:30
Aggiornamento: 15:38

Preventivo in rosso per il Patriziato di Daro

Previsto un disavanzo di quasi 14mila franchi. Prossimamente sarà ricostruito il sentiero che collega i monti di Malmera e della Bolla con i monti Juri

di FZ
preventivo-in-rosso-per-il-patriziato-di-daro
Si deve procedere all’eliminazione dei grandi macigni

Dopo una serie di rinvii dettati dalla pandemia, lo scorso giovedì sera nella sala del Consiglio comunale di Bellinzona, è tornato a riunirsi il Consiglio Patriziale di Daro. Con la presidenza di Amedeo Pedrazzoli ha così potuto esaminare il preventivo 2022 che prevede un disavanzo di quasi 14mila franchi.

Le fortissime alluvioni che hanno provocato anche franamenti importanti nella zona Valascia ha reso impraticabile il sentiero che collega i monti di Malmera e della Bolla con i monti Juri precludendo quindi il transito a chi desiderava recarsi ai monti di Artore. Interventi di carattere urgente hanno potuto essere prontamente attivati dalla squadra di Renato Muggiasca e Armando Calabresi che sono riusciti a fare il necessario per consentire ai numerosi proprietari dei rustici dei monti Juri di accedere seppure con difficoltà alle rispettive residenze di vacanza. Ora però si deve porre mano a tutto il lavoro riguardante il risanamento della zona, la ricostruzione del sentiero e soprattutto procedere all’eliminazione dei grandi macigni che hanno pure provocato la distruzione della condotta idrica.

Spesa che sfiora i 40mila franchi

Ci sono stati sopralluoghi con i tecnici comunali e con gli specialisti della sezione forestale cantonale. Il Patriziato di Daro non è assolutamente in grado di sopperire da solo ad affrontare questa situazione, ma davanti a una spesa che sfiora i 40mila franchi potrà contare sul concreto aiuto della Città di Bellinzona, della Sezione forestale e anche del Fondo cantonale per i Patriziati. I lavori sono previsti nei prossimi mesi e questo bellissimo sentiero che sovrasta l’intera regione bellinzonese tornerà a essere fruibile in tutta sicurezza.

La sessione è proseguita con l’intervento di Athos Pedrazzoli che ha relazionato sull’ultima assemblea dell’Alleanza Patriziale svoltasi ad Airolo e in chiusura il numero uno del Patriziato di Daro Felice Zanetti ha annunciato che è allo studio un nuovo raduno della comunità patrizia.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
5 ore
‘Anche l’Ipct è sottoposto alla Legge sulla trasparenza’
Accesso negato alla risoluzione che riduce il tasso di conversione, Pronzini (Mps) interpella il Consiglio di Stato
Luganese
10 ore
Lugano, ingranata la marcia sul Polo congressuale
Il Municipio informa l’Interpartitica: imminenti i messaggi sull’acquisto dello stabile Rsi di Besso e sul comparto Campo Marzio Nord
Ticino
10 ore
Vent’anni di Strade Sicure e ‘il Ticino torna nella media’
Il numero di incidenti a sud delle Alpi è calato del 63% in 20 anni, rientrando in linea con i dati nazionali
Bellinzonese
11 ore
Bambino investito a Giubiasco inseguendo un pallone
È successo al parco giochi di Cima Piazza, all’altezza dell’ex palazzo comunale. Sanguinava dalla testa ma era vigile
Bellinzonese
11 ore
Mense di Bellinzona, il Municipio interverrà sulle associazioni
Recepite alcune delle criticità evidenziate dall’Mps sull’obbligo di pagare la tassa di adesione e il pranzo in caso di uscite scolastiche
Ticino
12 ore
Aumenti cassa malati, De Rosa: ‘Per il Ticino stangata ingiusta’
Il direttore del Dipartimento sanità e socialità Raffaele De Rosa critico sull’aumento dei premi del 9,2% rispetto al 6,6% della media nazionale
Bellinzonese
12 ore
Bellinzona, un’opera che ‘aumenta la qualità di vita’
Inaugurata ufficialmente la passerella ciclopedonale della Torretta che collega il centro storico turrito a Carasso e che valorizza la mobilità lenta
Locarnese
13 ore
Arcegno, la prima vendemmia al ‘Vigneto di Luca’
Vissuta come una festa da giovani e adulti la raccolta dell’uva. Dal 2024 le bottiglie saranno vendute a scopo benefico
Mendrisiotto
17 ore
Morbio Inferiore, tra incubi del vetro e turismo del rifiuto
L’ecopunto in via Pascuritt è molto gettonato, tanto che, secondo un residente della zona, ogni giorno ci sarebbero 20 contravvenzioni
Bellinzonese
17 ore
Minacciava di suicidarsi, ‘salvato’ da polizia e Croce Verde
Vasto dispiegamento di polizia e sanitari questa mattina in via Galbisio a Carasso: evitato il peggio, l’uomo è stato ricoverato
© Regiopress, All rights reserved