laRegione
16.02.22 - 18:59

‘A Biasca tre ecopunti sono la soluzione ideale’

Il gruppo del Ppd non sosterrà la proposta municipale con cui si mira a riorganizzare e ammodernare il servizio di raccolta rifiuti

a-biasca-tre-ecopunti-sono-la-soluzione-ideale
L’ecocentro inaugurato nel 2007

“Tre ecopunti ottimizzati sono sicuramente la soluzione ideale anziché quanto proposto dal Municipio, che vuole invece mantenere gli attuali cinque solo per non sollevare malumori tra i cittadini”. Con un comunicato stampa il presidente sezionale Patrick Mazza annuncia che il gruppo del Ppd non appoggerà il messaggio municipale con il quale l’esecutivo mira ad ammodernare e a ottimizzare l’organizzazione dell’ecocentro comunale in via Centrale e delle piazze di raccolta dove è pure possibile depositare rifiuti quali carta, vetro, pet, alluminio, latta, batterie e tessili. Della richiesta del relativo credito di 800mila franchi si discuterà lunedì 21 febbraio in Consiglio comunale, con l’intero gruppo del Ppd che si allinea dunque al rapporto di minoranza congiunto stilato dalle consigliere comunali azzurre Cristina Rodoni, per la Commissione della gestione, e Paola Agustoni per la Commissione opere pubbliche. Rapporto di minoranza che chiede di limitare a tre gli ecopunti (mantenere quello al Vallone, crearne uno nuovo in via Officina al posto di quello già presente e un altro, aperto 24 ore al giorno, all’interno dell’attuale ecocentro) e chiudere le piazze al Nos e al Ponte. Anche secondo i popolari democratici, questi punti di raccolta sono infatti da eliminare. “Non sono una soluzione, e sono ubicati in posizioni, sicuramente comode per i cittadini lì vicino, ma scarsamente accessibili e pericolose; pensiamo in particolare al Nos dove nelle vicinanze i nostri ragazzi si recano alle scuole medie e professionali”, si legge nella nota diffusa dal presidente sezionale. Il Ppd ritiene che l’esecutivo avrebbe dovuto tenere maggiormente in considerazione il rapporto dello studio commissionato agli specialisti ambientali di EcoControl Sa. “Il Municipio – aggiunge Mazza – intende adottare solamente qua e là qualche suggerimento, senza però entrare nel vivo delle misure che permetterebbero di gestire la raccolta dei rifiuti in modo più sostenibile e facendo risparmiare denaro alle casse pubbliche”. All’interno delle commissioni Gestione e Opere pubbliche, la maggioranza dei membri concorda invece con le intenzioni del Municipio e in particolar modo nel non voler limitare il servizio garantito alla popolazione.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
41 min
Previdenza, ‘scendiamo in piazza contro la tattica del salame’
‘E perché la fetta è ampia ma la torta inconsistente’. La Rete a difesa delle pensioni lancia la seconda mobilitazione per opporsi ‘ai tagli alle rendite’
Ticino
1 ora
Parte il treno rossoverde, ‘sui livelli giochi politici’
Partito socialista e Verdi lanciano la campagna elettorale. Noi: ‘Saremo la novità’. Riget: ‘Il Mendrisiotto incarna le emergenze da affrontare’
Bellinzonese
2 ore
A Sementina scocca l’ora della tanto attesa nuova scuola
Il Municipio di Bellinzona rispedisce al mittente la critica e il timore che si voglia procedere con una soluzione d’urgenza provvisoria
Grigioni
4 ore
La strada della Calanca riaperta già oggi alle 16
Lo ha deciso l’Ufficio tecnico cantonale: ultimati prima del previsto i lavori di sgombero e di parziale ripristino
Luganese
5 ore
Lugano, 1’330 firme contro l’aumento di gas ed elettricità
L’Mps consegna la petizione e chiede di bloccare il rialzo dei costi dei beni di prima necessità, che colpisce le famiglie con redditi bassi e medi
Locarnese
10 ore
Si (ri)alza forte, la Vos da Locarno
Lo storico coro cerca il rilancio dopo un periodo difficile dovuto in particolare alla pandemia, che ne ha dimezzato gli effettivi. ‘Ma l’entusiasmo c’è’
Ticino
15 ore
Un ‘audit’ cantonale per i diritti umani
Domani all’Usi si discuterà di come fare per migliorarne il rispetto anche a livello locale. Tra gli ospiti anche la ginevrina Léa Winter
Luganese
15 ore
Lugano, l’appello: ‘La bici è la mia compagna, ritrovatemela’
La storia di Chiara e della sua e-bike, rubata alla Stazione Ffs e rivenduta. ‘La Polizia mi ha detto di dimenticarmela ma io non mi arrendo’
Grigioni
22 ore
Parco Calanca avanti tutta: il sì dell’associazione alla Charta
L’assemblea dei delegati ha votato all’unanimità lo strumento pianificatorio. Il 29 gennaio parola alla popolazione. Se avallato, il dossier andrà a Coira
Luganese
22 ore
Massagno, si è spento Paolo Grandi
Aveva 82 anni. Promotore e presidente dell’associazione Carlo Cattaneo, fondò la delegazione ticinese dell’Accademia italiana della cucina
© Regiopress, All rights reserved