laRegione
10.02.22 - 12:18
Aggiornamento: 17:38

Al via la quarta fase dei lavori di risanamento della Biaschina

Previste opere di protezione foniche lungo il tratto fra Giornico e Faido. Il cantiere inizierà il 14 febbraio e dovrebbe terminare entro giugno

al-via-la-quarta-fase-dei-lavori-di-risanamento-della-biaschina
Ustra

Prende il via lunedì 14 febbraio la quarta fase dei lavori di risanamento della ‘Biaschina’, il tratto dell’A2 compreso fra Giornico e Faido. Dopo la posa della segnaletica provvisoria per gestire il traffico durante le diverse fasi di cantiere, verrà dato inizio ai lavori veri e propri che comprendono il completamento delle opere di protezione fonica della tratta (collina e ripari antirumore unitamente alla posa di pavimentazione con caratteristiche fonoassorbenti), la sostituzione dei giunti per i manufatti, il risanamento delle banchine nella galleria Biaschina e il rinnovo delle barriere di sicurezza.

I lavori, comunica l’Ufficio federale delle strade (Ustra), sono organizzati in diverse fasi diurne e notturne: fino a metà maggio, durante le ore diurne, a disposizione dell’utenza ci saranno due corsie verso nord e una in direzione sud. Nel periodo pasquale e a partire da metà maggio 2022, le corsie a disposizione del traffico saranno invece due per ogni direzione di marcia. I lavori che necessitano delle ulteriori riduzioni di corsie saranno eseguiti esclusivamente di notte.

I lavori principali del comparto dovrebbero poter essere completamente terminati entro il mese di giugno. In ottobre sono previsti dei puntuali lavori notturni per lo smantellamento di infrastrutture vetuste. L’investimento complessivo previsto ammonta a circa 40 milioni di franchi, tutti a carico della Confederazione.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
13 min
Gambarogno, i ritocchi ai conti possono attendere
Le finanze del Comune destano preoccupazione, ma le contromisure non saranno per il 2023. Probabile un futuro aumento del moltiplicatore
Mendrisiotto
13 min
Mendrisiotto, la qualità dell’aria resta osservata speciale
Dopo una settimana pesante è arrivata la pioggia. Nel 2020 registrate quattromila morti premature nelle province pedemontane lombarde
Luganese
13 min
Lugano, la replica a Lombardi: ‘Coinvolgeteci, ma davvero’
La Commissione di quartiere di Sonvico mette i puntini sulle i, dopo che il municipale si era detto deluso dal presunto inattivismo delle commissioni
Ticino
7 ore
E per la fine dell’anno c’è anche Nez Rouge
Ritorna il servizio che riaccompagna a casa in sicurezza chi non se la sente di mettersi alla guida
Luganese
8 ore
Fiamme in un appartamento di Caslano, danni ingenti
Non si registrano feriti: quando l’incendio è scoppiato i locali erano vuoti. Sul posto pompieri di Caslano e Polizia
Luganese
10 ore
Protezione civile Lugano Città, un altro anno in prima linea
Anche nel 2022 i giorni di servizio sono stati largamente di più di quelli del triennio 2018-20, seppur un po’ meno rispetto al 2021
Grigioni
12 ore
Frana in Val Calanca: ‘Non si può continuare a sfidare la sorte’
Per la vicesindaca di Buseno Rosanna Spagnolatti è necessario individuare una soluzione per una zona già toccata in passato da scoscendimenti
Mendrisiotto
12 ore
Breggia cambia il progetto per l’ex Osteria del sole
Il Municipio ha presentato una nuova domanda di costruzione, che al contrario della precedente, prevede la demolizione integrale della struttura
Gallery
Ticino
12 ore
Nel weekend la Svizzera italiana s’è messa il suo abito bianco
Trenta centimetri a San Bernardino, venti a 1’400 metri di quota: la neve ha fatto capolino anche a Sud del San Gottardo. Disagi contenuti sulle strade
Ticino
14 ore
Il 25 dicembre Gas stacca definitivamente la spina
La testata web indipendente di controinformazione, nata in scia al cartaceo Diavolo, annuncia la sua prossima chiusura
© Regiopress, All rights reserved