laRegione
rumori-molesti-a-bellinzona-sanzioni-ma-ampia-tolleranza
Sanzionati in particolare gerenti del centro storico (Ti-Press)
30.12.21 - 16:48
Aggiornamento: 17:12

Rumori molesti a Bellinzona, sanzioni ma ‘ampia tolleranza’

Rispondendo a un’interrogazione del gruppo Lega/Udc, il Municipio sottolinea che ‘non vi è alcun accanimento’ nei confronti degli esercizi pubblici

“Non vi è alcun accanimento, bensì un’ampia tolleranza” nei confronti degli esercizi pubblici bellinzonesi. È quanto afferma il Municipio rispondendo a un’interrogazione del gruppo Lega/Udc (primo firmatario Manuel Donati) nella quale si parlava di “esercenti amareggiati” a causa di “continui controlli della PolCom” legati a segnalazione di “disturbo della quiete pubblica”. Oltre a chiedere delucidazione in merito al numero di sanzioni e alla procedura adottata dalla polizia, nel testo si domanda anche all’esecutivo cittadino una maggiore tolleranza nei confronti di questa categoria “già duramente colpita dalle restrizioni imposte per contrastare il Covid-19” e quindi di “sospendere gli Art. 8 e 9 dell’ordinanza municipale sulla repressione dei rumori molesti e inutili del 21 maggio 2007”. Una maggiore tolleranza auspicabile, secondo il gruppo Lega/Udc, anche visto che nel periodo invernale “prevalentemente le finestre sono chiuse”.

Nessuna deroga all’ordinanza

I due articoli dell’ordinanza citati nell’interrogazione stabiliscono, in estrema sintesi, che l’attività degli esercizi pubblici, così come il comportamento dei loro utenti non deve essere fonte di disturbo per il vicinato. Inoltre, dopo le 23 i suoni devono essere ridotti in modo tale da non essere percepiti da terzi. Articoli che il Municipio non ritiene di dover sospendere o modificare: “La tematica del disturbo è complessa e concerne diverse norme legislative, alcune nemmeno di competenza del Comune, ma addirittura di livello federale. Si tratta di trovare un equilibrio tra le esigenze di alcuni di svolgere attività commerciali/ricreative e di altri di vedersi garantito il diritto alla tranquillità. L’ordinanza in vigore, per quanto di competenza comunale, tiene conto di queste esigenze contrapposte”.

Sedici contravvenzioni nel 2021

Nella sua risposta l’esecutivo cittadino fornisce poi alcuni dati: nell’ambito del disturbo della quiete pubblica quest’anno (fino a metà dicembre) sono state comminate 16 contravvenzioni, mentre nel 2020 erano state tre. Ad essere sanzionati sono stati gerenti (alcuni dei quali risultano essere recidivi) di esercizi pubblici principalmente presenti nel centro città. Tuttavia, “qualche episodio si riferisce anche ai quartieri ‘periferici’”. Il Municipio sottolinea poi che gli interventi della polizia sono principalmente dovuti a “richieste della cittadinanza”, aggiungendo che “i cittadini che segnalano il disturbo sono evidentemente quelli che abitano nelle immediate vicinanze degli esercizi pubblici, quindi in buona parte sono altrettanto evidentemente gli stessi”. In ogni caso “non vi è contravvenzione senza constatazione da parte degli agenti”. In questo contesto l’esecutivo precisa poi che “nei fine settimana, limitatamente al centro storico, può capitare che un primo intervento venga effettuato dalla pattuglia dell’agenzia incaricata per il controllo della zona; tale pattuglia non ha facoltà di ‘imporre’ alcunché, ma può invitare i gerenti a fare in modo di apportare i dovuti accorgimenti per evitare il disturbo”.

Controlli ‘senza l’ausilio di particolari apparecchi’

Ma la polizia come effettua i controlli? La pattuglia, “per verificare correttamente la situazione, effettua anzitutto degli appostamenti discreti”, rileva il Municipio. In seguito le “necessarie costatazioni” effettuate avvengono “di persona senza l’ausilio di particolari apparecchi”, rileva il Municipio. Questa procedura “è ritenuta sufficientemente esaustiva, evidentemente sia in senso positivo, a conferma del disturbo, che in negativo, a conferma del contrario”.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
2 ore
La corsia preferenziale in funzione anche a Ferragosto
Dopo l’eccellente riscontro, l’Ufficio federale delle strade ripropone il progetto ‘Cupra’ pure in questo weekend
Locarnese
3 ore
Palagnedra, il ‘Premio Posta’ al Comune di Centovalli
Attribuito dal Gigante Giallo per il recupero dello storico sentiero pedestre che unisce le due frazioni di Moneto e Palagnedra
Luganese
3 ore
Bianchetti: ‘La perdita di Borradori ci ha disorientati’
Assieme a scuola e in politica, vicini di casa. A un anno dalla morte dell’ex sindaco, il ricordo del primo cittadino: ‘La Lega di Lugano sta soffrendo’.
Luganese
5 ore
Quei due giorni vissuti in una sorta di limbo
L’improvvisa scomparsa dell’ex sindaco suscitò momenti di agitazione e forte preoccupazione e lasciò la città ‘sospesa nel vuoto’ in una sorta di limbo
Bellinzonese
8 ore
Fuggi fuggi dal bistrot: ‘Progetto etico rivelatosi una truffa’
Stipendi non versati, niente ferie e continue pressioni: è la situazione lavorativa descritta da alcuni ex dipendenti del Cerere Bio Bistrot di Bellinzona
Luganese
8 ore
Un anno fa scomparve Borradori, Foletti: ‘L’assenza si sente’
Il sindaco di Lugano ci racconta i suoi sentimenti personali e come sono mutate le dinamiche e gli equilibri all’interno del Municipio
Gallery
Bellinzonese
15 ore
Una raccolta fondi per scendere più in profondità
L’apneista bellinzonese Vera Giampietro chiede aiuto per partecipare ai Campionati del mondo previsti in Turchia a inizio ottobre
GALLERY
Mendrisiotto
15 ore
In Valle di Muggio gioielli del territorio a tutte le ore
A Caneggio e Muggio, all’esterno dei due negozi della Dispensa, sono stati posizionati due distributori automatici
Ticino
17 ore
Tf boccia lo sgravio del valore locativo. ‘Ora effetto domino’
Ghisletta (Ps): ‘basta svuotare le casse pubbliche’. Dura l’Udc: ‘Ps nemico di anziani e proprietari di case’. Vorpe (Supsi): ‘Altri cantoni seguiranno’.
Locarnese
17 ore
Gordola, furgone in una scarpata: recuperato con l’elicottero
L’intervento dell’Heli Tv si è reso necessario dopo che il carro attrezzi non era riuscito a rimuovere il mezzo. Nessuno si trovava a bordo
© Regiopress, All rights reserved