laRegione
19.12.21 - 15:12
Aggiornamento: 18:25

‘Vogliamo un Preventivo senza aumento della tassa rifiuti’

Bellinzona: il gruppo Verdi-Mps sottopone al Cc una proposta di risoluzione per posticipare l‘esame del messaggio e ripresentarlo senza ‘balzello’

vogliamo-un-preventivo-senza-aumento-della-tassa-rifiuti
Ti-Press
Una richiesta dell’ultimo minuto

Stralciare l’esame del Preventivo 2022 dall’ordine del giorno della seduta del Consiglio comunale in programma per domani e presentare un nuovo progetto che non preveda l’aumento della tassa di base sui rifiuti. È una richiesta dell’ultimo quella del gruppo Verdi-Mps-Forum Alternativo-Pop-Ind che in sostanza chiede al Municipio di Bellinzona di tornare sui suoi passi in merito all’annunciato raddoppio della tassa sui rifiuti per le economie domestiche che comporterebbe un balzo (il massimo previsto) da una spesa annua di 80 franchi a 150 (così facendo la Città, al fine di riequilibrare le finanze comunali in rosso dal 2020, mira a incamerare ulteriori 1,8 milioni all’anno quale primo passo per portare dall’attuale 65 al 100% il tasso di copertura dell’onere sopportato dal servizio di raccolta e smaltimento così come richiesto dalla legge cantonale). Per concretizzarsi, domani sera la proposta di risoluzione dovrà prima ricevere il via libera dalla maggioranza dei membri del legislativo e in seguito quello del Municipio, che avrà comunque l’ultima parola essendo di sua competenza, d’intesa con il presidente del Cc, la definizione dell’ordine del giorno.

‘Eventuali aggiustamenti solo nell’ambito di una revisione totale’

Da noi contattato, il consigliere comunale per il Movimento per il socialismo Giuseppe Sergi (membro della Commissione della gestione e autore del rapporto di minoranza che chiede di respingere il Preventivo 2022 motivando in particolare che quest’ultima sia l’unica via per evitare l’aumento della tassa rifiuti), specifica che la proposta di risoluzione si basa sul fatto che al momento il gruppo non vede la necessità di mettere appunto un qualsiasi aumento, anche se minimo. Balzello, informava il Municipio in sede di presentazione del Preventivo, accompagnato dall’impegno di rivedere nel corso del 2022 anche la tassa base per le persone giuridiche, differenziandola per categorie, tassa che per il momento rimane fissa a 200 franchi per le piccole, medie e grandi realtà economiche. «Un eventuale aggiustamento avrebbe senso solo nel quadro di una revisione totale del regolamento sui rifiuti. Cosa che d’altronde chiede anche la maggioranza della Commissione della gestione», afferma Sergi. Maggioranza della Gestione, ricordiamo, che pur invitando il plenum ad approvare il Preventivo esprime “totale contrarietà”, “non condivide assolutamente la nuova direzione proposta dal Municipio” e chiede in effetti di fare “dietrofront” evitando l’aumento per le sole persone fisiche previsto a gennaio e di elaborare entro giugno 2022, “sulla base di dati concreti”, una soluzione d’assieme da applicare contemporaneamente per le due categorie di utenti, differenziandole per dimensioni delle economie domestiche.

Leggi anche:

Conti in rosso a Bellinzona: raddoppia la tassa rifiuti

‘Per opporsi alla nuova tassa rifiuti va bocciato il Preventivo’

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
7 min
Nodo viario di Ponte Brolla, le criticità discusse dai residenti
L’Associazione Quartiere Solduno-Ponte Brolla-Vattagne promuove un incontro con gli abitanti per fare il punto ai contestati progetti di Fart e Cantone
Luganese
11 min
Una vita in Pretura: ‘La volontà di rendere giustizia’
Intervista a Franca Galfetti Soldini che dopo vent’anni (trentaquattro in totale) lascerà la guida della Sezione 3 della Pretura di Lugano
Gallery e video
Bellinzonese
2 ore
La denuncia: ‘Abbiamo visto pecore malate e morte di stenti’
Due escursionisti testimoniano lo stato precario in cui hanno ripetutamente trovato un gregge di ovini vicino al Passo di Lucendro
Ticino
2 ore
Finanziamento degli Spitex ticinesi sotto la lente della Comco
La Commissione della concorrenza: ‘Le imprese private potrebbero vedersi limitate nel loro sviluppo, a scapito di un efficiente mercato concorrenziale’
Ticino
11 ore
Cassa pensioni pubblica, ‘più che un pilastro è un grissino’
Oltre 3mila dipendenti dello Stato in piazza a Bellinzona per protestare contro il taglio del 20% alle pensioni, il secondo in 15 anni.
Ticino
11 ore
La varesina Lara Comi ritorna a Bruxelles
Il dopo elezioni in Italia e gli effetti del ciclone Meloni
Ticino
12 ore
Al telescopio per ammirare Luna, Giove e Saturno
Riprendono le osservazioni astronomiche notturne alla Specola solare Ticinese. La prima venerdì 30
Mendrisiotto
12 ore
Un principe poco da favola di un regno di bugie
Chiesti 7 anni di carcere per il sedicente erede del re d’Etiopia, accusato di aver truffato tre imprenditori del Mendrisiotto per quasi 13 milioni
Ticino
13 ore
Il preventivo di oggi, le lacrime e sangue di domani
Il Consiglio di Stato presenta una previsione coerente con gli impegni, ma i partiti sono preoccupati. Le reazioni di Plr, Ps, Centro, Lega, Udc e Verdi
Bellinzonese
13 ore
Cima Piazza Giubiasco, allungare la staccionata ‘non è escluso’
L’incidente capitato a un bambino fa riflettere sulla sicurezza dell’area, anche se nei pressi di una zona a 30 km/h non sono obbligatorie recinzioni
© Regiopress, All rights reserved