laRegione
17.12.21 - 13:31
Aggiornamento: 17:51

Azione comunale di Bellinzona bocciata su tutta la linea

Dopo Sergi (Verdi/Mps/Fa) anche Martignoni Polti (Lega/Udc) stronca il Preventivo 2022: dai rifiuti ai progetti strategici fino alla politica giovanile

azione-comunale-di-bellinzona-bocciata-su-tutta-la-linea
Ti-Press
Brenno Martignoni Polti

Criticità puntuali e di concetto. Le segnala Brenno Martignoni Polti (a nome della fazione Udc e di gran parte di quella leghista) firmando il secondo rapporto di minoranza contrario al Preventivo 2022 di Bellinzona dopo quello depositato giovedì da Giuseppe Sergi a nome del gruppo Verdi/Mps/Fa. Anzitutto l’ex sindaco, oggi consigliere comunale e membro della Gestione, premette che il disavanzo di 3,45 milioni, con moltiplicatore invariato al 93%, avrebbe meritato in commissione un maggiore approfondimento rispetto a quanto riservatogli e quanto poi tradotto nel rapporto di maggioranza firmato da Silvia Gada (Plr): “È mancato un dibattito ideologico in questa fase d’implementazione, tutt’altro che completata, del processo aggregativo”. Dito puntato contro “le logiche di calcolazione del pareggio”. Per contro “è proprio in evenienze straordinarie, come quelle che si stanno vivendo, che l’Ente pubblico dovrebbe mostrare acuita attenzione verso i bisogni dei cittadini, anziché aggravarli con ulteriori oneri”. In particolare, quello relativo ai rifiuti “è un eloquente esempio di un modo d’interpretare l’azione comunale che non può essere né condivisibile né seguito”.

‘A lume di naso’

Da qui appunto il voto contrario ai conti, come fa Sergi ma come non fa la maggioranza commissionale nonostante le forti critiche espresse all’agire municipale con “parole pesanti come macigni ma rese innocue non opponendosi”. Esecutivo ‘graziato’ dalla Gestione proprio considerando la delicata situazione pandemica che ne ha complicato il compito in questo inizio legislatura, ma anche grazie “al perpetuarsi di un patto di non belligeranza non scritto, ma ben percepibile nelle dinamiche di gestione delle maggioranze che governano la Città”. E proprio trattandosi del primo preventivo di questa breve legislatura triennale 2021-24, attacca Martignoni Polti, “avrebbe dovuto costituire un programma dirompente d’azione della Città, non un itinerario fatto ‘a lume di naso’. Al di là di apodittici proclami, purtroppo, nella sostanza il documento è incolore e riassume posizioni contabili. Neppure un indizio su come superare a lungo termine questa tendenza, alla quale il Municipio non sembra offrire sbocchi duraturi”.

‘Non luoghi elitari ma piazze aperte’

Puntualmente, Martignoni Polti ritiene l’obiettivo di consolidare la struttura organizzativa e amministrativa “ben lungi dall’essere stato raggiunto. Mancano riscontri consolidati su mete e indirizzi”. Molti progetti strategici, poi, “non superano lo stadio di mero proclama mancando gli elementi di dettaglio”. Capitolo cultura: “La gente chiede presenza, dialogo, piattaforme di confronto di libero accesso. Non luoghi elitari che escludono, ma piazze aperte alle necessità di tutti i giorni e aperte a iniziative anche inedite promosse dalla Città e da terzi”. Infine sulla politica giovanile viene caldeggiato un cambiamento d’asse, ossia “un’attitudine di prossimità autentica verso i giovani e le loro peculiarità, assicurando uguali dignità e diritti rispetto a spazi urbani a loro dedicati. E dando loro voce per legittimare la costruzione di realtà a loro confacenti, perché ideate da loro stessi”.

Leggi anche:

‘Per opporsi alla nuova tassa rifiuti va bocciato il Preventivo’

Tassa rifiuti a Bellinzona, la Gestione boccia il raddoppio

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
56 min
La ‘trappola’ in via Arbigo: ‘Il mio cane poteva morire’
Brutta esperienza per una giovane di Losone, che portando a spasso l’amico a 4 zampe ha evitato per poco che ingoiasse una penna ‘travestita’ da boccone
Ticino
2 ore
Superamento dei livelli, parla Bertoli: ‘Serve segnale chiaro’
Dopo il niet di Speziali e le critiche di sindacati e docenti, il direttore del Decs: ‘Pronto a fugare ogni dubbio, la politica non meni il can per l’aia’
Mendrisiotto
2 ore
Novazzano ‘non è meno sicuro di altri comuni’
Durante il Consiglio comunale di lunedì il Municipio ha risposto a un’interpellanza sulla rapina avvenuta il 28 novembre in un’abitazione.
Luganese
2 ore
Lugano, folle fuga sotto l’influsso di cocaina: condannato
La Corte delle Assise criminali ha inflitto al 25enne ventitré mesi sospesi con la condizionale. L’imputato ha ammesso tutti i fatti.
Grigioni
3 ore
Frana in Val Calanca, iniziato lo sgombero della strada
Due escavatrici sono entrate in azione dopo l’esclusione del pericolo imminente di altri crolli. Obiettivo riaprire la carreggiata prima del weekend
Ticino
4 ore
In carcere in Ticino per spaccio dopo l’estradizione dall’Italia
Sul 36enne residente in Italia pendeva un mandato di cattura internazionale emesso dalla Magistratura ticinese
Bellinzonese
5 ore
Gottardo Arena, approvato il principio dei posteggi a pagamento
Luce verde alla convenzione tra Comune e Hcap. Slitta però a lunedì il voto sul messaggio per permettere di applicare la tassa in occasione delle partite
Grigioni
6 ore
Quasi 300’000 franchi ai media del Grigioni italiano
Il Gran Consiglio retico intende rispondere alla difficile situazione in cui si trovano i mezzi di comunicazione
Locarnese
6 ore
Bosco Gurin riparte dopo due stagioni difficili
Nel fine settimana, grazie alle copiose nevicate, impianti aperti. Dimenticata la pandemia e l’inverno 2021/22 dalle temperature estive, c’è grande attesa
Ticino
6 ore
Furti e brutte sorprese natalizie, anche quest’anno c’è Prevena
La Polizia cantonale lancia l’operazione di sensibilizzazione contro borseggi e rapine in casa nel periodo natalizio, con uno sguardo alle truffe online
© Regiopress, All rights reserved