laRegione
26.10.21 - 18:37
Aggiornamento: 19:15

Energia elettrica, Bodio autosufficiente nella misura del 50%

Con l’apporto di due nuovi impianti fotovoltaici approvati ieri dal legislativo, il Comune riuscirà in futuro a soddisfare 210 economie domestiche su 400

energia-elettrica-bodio-autosufficiente-nella-misura-del-50
(Ti-Press)

Riunitosi ieri sera, il Consiglio comunale di Bodio ha approvato all’unanimità il credito di 195’000 franchi per l’installazione di due impianti fotovoltaici sul tetto della sala multiuso (potenza 20,80 kWp) e su quello della scuola elementare (27,20 kWp). “Questi due interventi – scrive il Municipio in una nota inviata alle redazioni – sono la continuazione della politica energetica sostenibile intrapresa dal Comune un ventennio fa e che attualmente conta altri tre impianti di produzione di energia elettrica: una centralina sull’acquedotto (2002), un impianto fotovoltaico sul tetto della palestra (2014) e un altro impianto fotovoltaico sul tetto della scuola dell’infanzia (2016)”. L’Esecutivo informa che il totale della produzione comunale di energia elettrica da fondi rinnovabili e sul proprio territorio riuscirà a soddisfare ben 210 economie domestiche, sulle circa 400 presenti a Bodio (zona industriale esclusa). “Un traguardo notevole che si inserisce perfettamente nella svolta energetica verde, volta ad aumentare la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, e contribuisce nel contempo ad inserire in rete ulteriore energia pulita facendo anche fronte alle carenze di elettricità prospettate in futuro”, commenta il Municipio. Nel frattempo continua il risanamento energetico degli stabili comunali e la graduale sostituzione di tutta l’illuminazione, interna ed esterna, con il sistema Led. Il tutto con l’obiettivo di diminuire i consumi in modo costante. Il Municipio ricorda che la cittadinanza benefica inoltre di generosi sussidi comunali, il 25% dei costi di realizzazione, per la costruzione di impianti privati di produzione di energia elettrica, per le opere di coibentazione (serramenti, tetto, facciate) sugli stabili e per la sostituzione degli impianti a nafta o elettrici con nuovo vettori ecologici. Anche l’acquisto di abbonamenti per il trasporto pubblico è finanziato al 10% dal Comune.

Sempre ieri si è dato inizio all’esame della revisione del Regolamento organico dei dipendenti comunali, il quale verrà affinato e votato in occasione della prossima seduta del legislativo.

A Faido si valuta di abbassare il moltiplicatore

Serata di Consiglio comunale anche a Faido, dove è stato presentato il piano finanziario 2021-2024. Esecutivo che sta facendo valutazioni sul moltiplicatore d’imposta, oggi fissato al 100%. L’ipotesi, che il Municipio dovrà ancora approfondire, è di abbassarlo: la possibilità prende in considerazione una forchetta del 5%. Sarà a ogni modo il Consiglio comunale a doversi pronunciare su un eventuale cambiamento nel corso della seduta di dicembre che prevede l’esame del preventivo 2022.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
22 min
Prima condanna in tribunale per il ‘caso targhe’
Inflitti 14 mesi con la condizionale all’ex funzionario della Sezione della circolazione, reoconfesso
Locarnese
1 ora
Influenza aviaria in un cigno nel Locarnese
Si tratta del secondo caso in Svizzera dopo quello in un’azienda a Zurigo. Il virus si trasmette all’uomo solo in casi rari e per contatto stretto
Ticino
2 ore
Cantonali ’23, candidati del Forum alternativo nella lista Ps
L’assemblea del movimento ha deciso ‘di non voler essere l’ennesimo partitino di sinistra, ma di lavorare a un movimento eco-socialista’. Sirica: ‘Felice’
video
Bellinzonese
2 ore
Un amico della 19enne morta: ‘Aveva un grande problema’
Roveredo/Bellinzona, un testimone presente al rave party abusivo parla di ketamina e dice di aver invano proposto al gruppo di allertare l’ambulanza
Luganese
2 ore
A Grancia la Posta cambia sede e ‘vestito’
Inaugurati i nuovi spazi, centrali e accessibili. Obiettivo del Gigante giallo creare dei ‘veri e propri centri di servizi’
Ticino
3 ore
In Ticino oltre 35mila dosi di richiamo: cosa cambia a dicembre
Adeguato il dispositivo: vaccinazioni al solo Centro cantonale di Quartino il 2, 3, 9 e 16 dicembre 2022, negli studi medici e nelle farmacie disponibili
Locarnese
4 ore
Lionza, sbaglia la retromarcia e finisce sul fianco
Incidente della circolazione ieri notte, nelle alte Centovalli. Praticamente illesi gli occupanti del veicolo, adagiatosi ai lati della carreggiata
Bellinzonese
5 ore
È morta la 19enne lasciata in ospedale a Bellinzona
Il decesso ieri sera: dopo un rave party sopra Roveredo era stata portata al San Giovanni da quattro giovani allontanatisi in auto e poi identificati
Luganese
6 ore
Massagno, Ibsa si prepara a lasciare la storica sede
Sorta nel 1945, l’azienda si trasferirà definitivamente l’estate prossima. Suscita interesse e curiosità il futuro del vasto terreno che occupa.
Mendrisiotto
9 ore
A2 a sud, pronti a partire con uno studio di fattibilità
Il Cantone si fa carico di analizzare le due varianti proposte sullo spostamento del tracciato autostradale. La Crtm incontrerà i responsabili del Dt
© Regiopress, All rights reserved