laRegione
22.10.21 - 15:15
Aggiornamento: 15:37

Con i 20 km/h in piazza Governo ‘si peggiorerà la viabilità’

Secondo la minoranza della Commissione del Piano regolatore non sono state fatte ‘le necessarie valutazioni a supporto delle modifiche del traffico’

con-i-20-km/h-in-piazza-governo-si-peggiorera-la-viabilita
Ti-Press
Il Municipio vuole introdurre una zona d’incontro

Con la parziale pedonalizzazione di piazza Governo a Bellinzona si andrebbe “a peggiorare sensibilmente la viabilità cittadina già di per sé difficoltosa”. È quanto ritiene la minoranza della Commissione del Piano regolatore del Consiglio comunale che con il relativo rapporto (firmato dal relatore Luca Madonna e da Enrico Zanti, entrambi del gruppo Lega/Udc) invita quindi il plenum a respingere il messaggio municipale sull’introduzione di una zona d’incontro, con limite di velocità di 20 km/h e precedenza ai pedoni, nel comparto. Oltre alla questione viaria, la minoranza fa anche notare come la sparizione di una decina di parcheggi possa penalizzare i commercianti e gli esercizi pubblici del centro storico, a favore dei centri commerciali sul Piano di Magadino. La riduzione dei posteggi è stata criticata anche dalla maggioranza della commissione che nel suo rapporto ha chiesto di ridiscutere il tema con il Cantone per verificare se sia possibile recuperarne alcuni nelle immediate vicinanze.

‘Nel messaggio municipale non sono stati forniti sufficienti dati’

Per quanto riguarda la viabilità, stando a Madonna e Zanti non vi sarebbero “le necessarie valutazioni a supporto delle modifiche del traffico ritenute necessarie per arrivare alla parziale pedonalizzazione” di piazza Governo. Insomma, nel messaggio municipale “non sono prodotti dati a supporto della logica e dei benefici degli spostamenti proposti”. In particolare sono previste la pedonalizzazione di piazza Teatro e via Bonzanigo, la chiusura di via Orico, la possibilità per chi proviene da nord di svoltare a sinistra in viale Franscini all’altezza della Scuola Arti e Mestieri e l’introduzione del traffico bidirezionale su via Jauch. “Quali sono le valutazioni che supportano il fatto che questi cambiamenti siano veramente dei passi avanti per la fluidità del traffico e dunque delle migliorie?”, si chiede la minoranza. Ad esempio, la possibilità di svoltare a sinistra su viale Franscini “renderà verosimilmente necessaria una maggiore complessità nella gestione dei semafori (e quindi del traffico)”, generando tempi di attesa più lunghi.

‘Commercianti del centro sfavoriti’

La riduzione dei parcheggi viene poi vista come una spinta da parte della Città a utilizzare maggiormente il trasporto pubblico, la cui offerta è stata aumentata negli ultimi anni. E anche questo ha “contribuito a intasare ulteriormente le strade”. Madonna e Zanti si chiedono quindi “se tutto è dimensionato correttamente o se ci stiamo permettendo una sorta di lusso”. La minoranza ricorda infine che già oggi i parcheggi sono “piuttosto cari” e prevedono una “sosta limitata”. Tuttavia, “per gli acquisti qualcuno potrebbe necessitare di più tempo”. E questo incentiverebbe le persone a recarsi ai centri commerciali, dove i posteggi sono gratuiti, sfavorendo così i commerci del centro.

Leggi anche:

Bene la zona d’incontro, meno il taglio di 10 posti auto

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
1 ora
Precipita mongolfiera: fra curiosi e passanti... la sorpresa
Si è trattato di un’esercitazione congiunta fra la Società svizzera di salvataggio di Lugano e il Gruppo aerostatico Ticino
Mendrisiotto
4 ore
Case ‘Greenlife’, il Municipio nega la licenza edilizia
A Novazzano l‘esecutivo boccia il progetto del complesso abitativo in zona Torraccia. ’Non è in sintonia con il paesaggio’
Locarnese
8 ore
Delitto Emmenbrücke, il presunto colpevole resta in carcere
Richiesti altri tre mesi di carcerazione preventiva per l’uomo sospettato di aver assassinato la 29enne di Losone nel luglio 2021. C’è anche la perizia
Ticino
8 ore
‘Hanno distrutto la vita di mio padre 87enne. E la giustizia?’
Cede dei terreni a due figlie, ma per la terza ‘è un raggiro, non era in grado di capire’. Quando la fragilità della terza età è sfruttata dai famigliari
Mendrisiotto
16 ore
Tra l’Alabama e il Ticino
L’economista della Supsi Spartaco Greppi commenta la strategia economica prospettata da Ticino Manufacturing dopo l’adesione al salario minimo
Ticino
16 ore
Ancora alcuni posti liberi per la giornata sul servizio pubblico
Giovani a confronto. La manifestazione si svolgerà a Bellinzona l’8 ottobre
Ticino
17 ore
Jaquinta Defilippi e Quattropani dichiarano fedeltà alle leggi
Dopo la loro elezione a magistrati da parte del Gran Consiglio. Lei procuratrice pubblica, lui pretore di Leventina
Ticino
18 ore
Un ottobre da... radar
Tutti i punti osservati speciali dalla Polizia cantonale della settimana fra il 3 e il 9 ottobre: occhio alla velocità
Bellinzonese
18 ore
Camorino, servono 2,5 milioni in più per il Centro polivalente
Il Consiglio di Stato chiede un credito suppletorio ai già stanziati 11 milioni: ‘Necessario aumentare le superfici degli alloggi’ per richiedenti l’asilo
Luganese
18 ore
Lugano, disavanzo di 5,3 milioni nel Preventivo 2023
Dato positivo, ma da relativizzare, spiega Foletti, considerando il nuovo sistema di calcolo. Moltiplicatore d’imposta: si propone di lasciarlo al 77%
© Regiopress, All rights reserved