laRegione
laR
 
26.10.21 - 05:30
Aggiornamento: 11:37

Mona Caron e la riconquista della natura degli spazi urbani

L’artista ticinese, da 25 anni residente a San Francisco, è tornata a casa per realizzare un grande murale sulla facciata di una palazzina a Bellinzona

mona-caron-e-la-riconquista-della-natura-degli-spazi-urbani
(foto Mona Caron)
+10

Mona Caron sta dipingendo a parecchi metri di altezza. È molto concentrata sul suo lavoro ma quando ci vede scende subito a terra manovrando il braccio meccanico con grande dimestichezza. Ci spiega quello che, dopo due settimane, sta finendo di dipingere al numero 8 di via Domenico Fontana nel quartiere delle Semine a Bellinzona: un’immensa euforbia sulla facciata di una palazzina di cinque piani amministrata, guarda caso, dall’Immobiliare dei Fiori che ha commissionato l’opera.

‘Ritratti eroici di piantine alle quali si dà poca attenzione’

«L‘euforbia è una pianta che cresce ai bordi dei sentieri un po’ sabbiosi», ci racconta Mona Caron, spiegando qual è la sua specialità: «Ritratti eroici di piantine che si tende a non vedere, alle quali si dà poca attenzione. Non si tratta di fotorealismo o illustrazione botanica. Cerco di dare muscoli, un aspetto ‘powerful’, con prospettive accattivanti, alle erbe selvatiche. Ciò che vuole rappresentare una sorta di riconquista della natura degli spazi urbani». Da alcuni anni Mona Caron si concentra infatti sul progetto chiamato ‘Weeds’ che vuole, attraverso la metafora vegetale, dare forza a tutto ciò che sta i bordi della società ma che resiste con tenacia.

C’è la sua firma un po’ in tutto il mondo

Oltre all’opera conclusa nei giorni scorsi a Bellinzona, sono un esempio di questa ispirazione artistica i numerosi murales realizzati un po’ in tutto il mondo. Il nome dell’artista ticinese è infatti conosciuto a livello internazionale tra gli appassionati di questo tipo di arte.

Cresciuta nel Locarnese, ma da oltre 25 anni trasferitasi negli Stati Uniti, Caron ha realizzato dipinti su edifici della California (dove l’arte dei murales è molto popolare), dell’Asia, dell’America latina (Brasile, Ecuador, Bolivia, Perù) passando per New York, Svezia, Spagna, Francia, Svizzera. Recentemente è stata intervistata dalla Bbc per un immenso murale realizzato a Jersey City – città a ridosso del fiume Hudson di fronte a Manhattan – sulla facciata di un palazzo di 23 piani, alto 75 metri, per un’area di pittura di circa 2’000 metri quadrati. «È il più grande che ho fatto. Supportata da una squadra di specialisti, ci abbiamo messo quattro settimane». Da alcuni mesi ecco che in faccia allo ‘skyline’ di Manhattan si erge una gigantesca eutrochium, genere nordamericano di piante da fiore erbacee della famiglia dei girasoli. Ciò che sposa in pieno l’intenzione di Mona Caron di raffigurare le piante – inizialmente abbozzate dall’artista su un tablet – in luoghi dove hanno una vista dominante sui centri abitati.

Dagli studi letterali all’arte

Si trasferisce a San Francisco dopo aver frequentato la facoltà di letteratura inglese e linguistica all’Università di Zurigo. In California si iscrive all’Academy of Art University, laureandosi come illustratrice. «Ma ho iniziato a fare murales un po’ per caso, pensando che sarebbe stata una breve avventura – racconta l’artista – Ne ho fatto uno, un secondo e poi hanno cominciato a coinvolgermi sempre di più ed è diventata la mia attività principale. Oggi ho un sacco di contatti e sono in giro per il mondo per circa sei mesi all’anno». Da quanto si è trasferita oltreoceano, non è la prima volta che l’artista originaria delle Centovalli torna in Ticino per realizzare murales. Ne ha infatti già dipinti due, uno a Malvaglia e uno a Mendrisio (un dente di leone di dieci metri in una corte nel nucleo storico). «Mi fa sempre piacere tornare in Ticino per trovare la mia famiglia», ammette Caron, la quale mescola la sua passione con i movimenti sociali e ama lavorare in collaborazione con artisti e attivisti. Prossima tappa? «Andro in Brasile, a San Paolo, dove ho in programma di fare un murale sulla facciata di un palazzo di venti piani».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Video
Ticino
8 ore
La Chiesa si mette in attesa ‘un po’ particolare’ del Natale
Messaggio alla Diocesi ticinese del vescovo Alain de Raemy in occasione domenica dell’inizio del cammino d’Avvento
Luganese
12 ore
A2, PoLuMe anche da Gentilino alla Vedeggio-Cassarate
L’Ustra conferma: in autostrada si potrà usare la terza corsia d’emergenza come ‘dinamica’ in caso di necessità fino a Lugano nord
Ticino
12 ore
Cantonali ’23, Andrea Giudici torna in pista. E lo fa con l’Udc
Deputato liberale radicale dal 2003 al 2019, l‘avvocato locarnese proverà a tornare in Gran Consiglio: ’I democentristi rappresentano meglio le mie idee’
VIDEO
Locarnese
12 ore
‘Non si può ammazzare una donna per un ciuffo di capelli’
Tre 18enni che frequentano il Liceo Papio hanno deciso di compiere un gesto simbolico a sostegno delle donne iraniane che lottano per i propri diritti
Bellinzonese
20 ore
‘Hanno dato il massimo ma sono stati travolti da una tempesta’
La difesa dei vertici della casa anziani di Sementina chiede l’assoluzione contestando anche le direttive di Merlani. Morisoli: ‘Fatto il possibile’
Ticino
20 ore
Targhe, il governo rilancia con 2 proposte. Dal Centro nuovo No
Il Consiglio di Stato tende la mano con delle alternative di calcolo. Gli iniziativisti non ci stanno, la sinistra sì. Ognuno per la sua strada, ancora
Ticino
21 ore
‘Polizia unica? Sfruttiamo le potenzialità del sistema attuale’
Fsfp in assemblea. E sul delicato e controverso dossier si attende che la politica decida.‘Venga però sentita anche la nostra Federazione’
Gallery
Mendrisiotto
21 ore
Boffalora: al posto della villetta arrivano due palazzine
Altro cantiere residenziale in vista alla porta nord di Chiasso. L’operazione annuncia un investimento di oltre 6 milioni di franchi
Locarnese
22 ore
Picchiò un ragazzo in Piazza Grande, 3 anni di carcere
Un 19enne di origini siriane residente nel Luganese colpevole anche di rapina, infrazione e contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti
Ticino
23 ore
Il salario minimo legale non sarà adeguato al rincaro
Il Consiglio di Stato boccia la mozione di Ivo Durisch (Ps): ‘Un adeguamento sarebbe contrario alla volontà del legislatore e alla legge’
© Regiopress, All rights reserved