laRegione
luce-verde-ai-43-42-milioni-per-il-nuovo-pretorio-di-bellinzona
I lavori dovrebbero terminare entro la fine del 2025 (Ti-Press)
Bellinzonese
21.09.21 - 16:580
Aggiornamento : 18:48

Luce verde ai 43,42 milioni per il nuovo Pretorio di Bellinzona

Il Gran Consiglio ha approvato con 74 sì, zero no e 4 astenuti la richiesta di credito per la ristrutturazione e l’ampliamento dell’edificio in via Franscini

Luce verde da parte del Gran Consiglio al credito di 43 milioni e 420mila franchi per la ristrutturazione e l’ampliamento del Pretorio di Bellinzona, approvato oggi pomeriggio con 74 voti favorevoli, zero contrari e 4 astensioni. I lavori, nel frattempo iniziatri, dovrebbero terminare alla fine del 2025. Lo stabile, situato in cima a viale Franscini, una volta rinnovato accoglierà nuovi spazi per il Tribunale penale federale (Tpf, la cui sede si trova a pochi metri di distanza, nello stabile che un tempo accoglieva l’ex Scuola cantonale di commercio) in particolare per la Corte d’appello federale. Si insedieranno anche la Pretura civile del distretto di Bellinzona e la Polizia cantonale (Gendarmeria, Polizia giudiziaria, celle e altri servizi).

Le esigenze del Tpf sono cresciute

Nel 2002 l’assemblea federale prese la «storica decisione» di ubicare la sede del Tpf a Bellinzona, ha ricordato durante la seduta di Gran Consiglio Bixio Caprara (Plr), relatore del rapporto della Commissione della gestione che aveva sostenuto il credito all’unanimità. Tpf che dopo una prima tappa al Business Center, durata alcuni anni, si è insediato nel rinnovato e ampliato stabile di viale Franscini nel 2014. Nel frattempo «le esigenze del Tpf sono cresciute in modo importante», ha proseguito Caprara. E una convenzione del 2006 tra Confederazione e il Canton Ticino, permette, in caso di necessità, al Tribunale penale federale di ampliarsi, affittando ulteriori spazi nell’edificio dell’ex Pretorio. Grazie a un contratto di locazione, la Confederazione garantisce al Cantone una permanenza nello stabile fino almeno al 2043. Questo permetterà dunque al Cantone di ammortizzare l’importante investimento approvato dal Gran Consiglio.

Centralizzare a Lugano le autorità penali

Ricordiamo che inizialmente il progetto di ristrutturazione e ampliamento del Pretorio prevedeva d’inserire nell’edificio le sedi della Pretura penale, del Tribunale penale cantonale oltre che della Pretura civile di Bellinzona. Tuttavia le nuove esigenze del Tpf hanno portato il Consiglio di Stato a cambiare rotta, proponendo di centralizzare a Lugano tutte le autorità penali giudicanti (ovvero le sedi del Tribunale d’appello cantonale, del Ministero pubblico unificato, della Corte di appello e di revisione penale, della Pretura penale e del Tribunale penale cantonale), creando di fatto un polo della giustizia ticinese. E questo grazie in particolare all’acquisto dello stabile dell’ex Banca del Gottardo, oggetto di un altro messaggio governativo.

Primo piano occupato dalla Corte di appello

Concretamente, lo stabile ristrutturato sarà composto da sei piani, ossia due interrati e tre sopraelevati più il pianterreno. Nei due livelli interrati saranno inseriti parcheggi, depositi, locali tecnici, spazi dedicati alla polizia e così via. Al pianterreno sono previsti una grande sala per le udienze e uffici sia per il Tpf, sia per la Polizia cantonale. Il primo piano sarà occupato completamente da uffici e sale della Corte di appello del Tpf, mentre gli spazi al secondo e al terzo piano saranno dedicati alla Pretura civile e alla Polizia cantonale. Inoltre, il progetto prevede anche uno spazio pubblico tra il Pretorio e il Tpf che sarà adeguatamente arredato. Ricordiamo infine che gli edifici del Pretorio e del Tpf sono considerati beni culturali d’importanza comunale. Per questo motivo anche il volume e la facciata del Pretorio saranno conservati, come è già stato fatto per la sede del Tpf. Inoltre l’edificio ampliato e ristrutturato sarà stilisticamente molto simile e di colore chiaro come quest’ultimo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
2 ore
‘Cresciuti fra i binari’, la vita ai Domus di Chiasso
Un libro racconta l’emozionante vissuto di chi ha abitato i tre palazzi accanto alla ferrovia ai margini della cittadina di confine di allora
Ticino
3 ore
Risanamento Ipct, i sindacati non esultano
Vpod e Ocst non osteggiano la soluzione di compromesso raggiunta in Gestione, ma fanno capire di preferire il finanziamento diretto
Ticino
3 ore
Impianti di risalita, il credito da 5,6 milioni scende in pista
Il Gran Consiglio dà luce verde al rapporto commissionale. Caprara (Plr): ‘Non è una cambiale in bianco, ci sono criteri da ottemperare’
Ticino
4 ore
Pareggio di bilancio agendo ‘prioritariamente’ sulla spesa
Il Gran Consiglio dà via libera all’iniziativa Udc emendata dalla proposta del Plr per rendere ‘meno rigido’ il testo. Sinistra sulle barricate
Luganese
4 ore
Ha truffato il principe di Genova, condannato a 24 mesi
La sentenza è stata emessa dalla Corte delle Assise criminali di Lugano nei confronti di un 66enne che gli ha sottratto 817mila franchi
Grigioni
6 ore
Santa Maria nel Parco Val Calanca? ‘Un valore aggiunto’
Stando al direttore Henrik Bang e a uno studio di fattibilità, l’estensione del perimetro valorizzerebbe il patrimonio naturale e culturale
Locarnese
7 ore
Gambarogno, per quel terreno vecchi accordi troppo vaghi
Di proprietà del Comune, ospita stabili patriziali e in futuro forse sarà usato per l’ampliamento della discarica di inerti. Pronta una Convenzione
Bellinzonese
7 ore
Liceo di Bellinzona, 548 allievi contro la sede provvisoria
Consegnata la petizione che chiede al Gran Consiglio di rivalutare il progetto. Preoccupano i tre anni di ‘transizione’ nei prefabbricati
Grigioni
8 ore
Mesocco, più sicurezza nelle gallerie del gruppo Brusei
Lungo l’A13 conclusi i lavori che includono undici nuove uscite, un locale tecnico e un cunicolo
Ticino
8 ore
L’Uss invita a scendere in piazza per chiedere aumenti salariali
L’organizzazione sindacale denuncia il latente peggioramento delle condizioni di lavoro e il mancato rispetto dei vincoli legali sul salario minimo
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile