laRegione
08.09.21 - 20:47

Antenne: Pollegio la spunta al Tf, ma ora deve sbrigarsi

Bocciato il ricorso di Swisscom, Sunrise e Salt contrario alla Zona di pianificazione che bloccava nuovi impianti per cinque anni, poi ridotti a due

antenne-pollegio-la-spunta-al-tf-ma-ora-deve-sbrigarsi
Ti-Press

Sebbene sia una strada insolita, non è illegale. Luce verde dal Tribunale federale alla Zona di pianificazione che il Municipio di Pollegio aveva istituito nel giugno 2019 per impedire la posa di antenne di telefonia mobile in parti del paese ritenute sensibili. Zona di pianificazione che il Tribunale amministrativo cantonale aveva a sua volta approvato nel 2020 riducendone però la durata da cinque a due anni. Approvando l’impostazione del Tram, e respingendo di conseguenza i ricorsi interposti da Swisscom, Sunrise e Salt, la massima corte elvetica si schiera oggi a favore del Comune bassoleventinese. 

Necessaria per elaborare una variante di Pr

Il provvedimento municipale, che scadrà una volta estinto il periodo di sospensione dovuto al ricorso, si estende a tutte le zone edificabili del territorio comunale e persegue lo scopo di permettere al Municipio di elaborare una variante del Piano regolatore che disciplini in modo adeguato la posa delle antenne riconoscibili visivamente, tenendo conto delle immissioni immateriali generate da tali impianti, evitando che nel periodo della sua validità vengano realizzati progetti con impatti indesiderati per la popolazione nel delicato tessuto insediativo e che si creino situazioni di pregiudizio in relazione alla reimpostazione degli indirizzi pianificatori e alla loro successiva attuazione.

Ora adotti la nuova pianificazione

La criticata zona di pianificazione vieta, in altre parole, ogni intervento che possa rendere più ardua la pianificazione dell'uso territoriale e prescrive una regolamentazione transitoria che si fonda sulla ‘norma tipo’ secondo il ‘modello a cascata’ proposta dalla linea guida cantonale sulle antenne di telefonia mobile. Chinandosi sulle critiche espresse dalle tre compagnie telefoniche, il Tf evidenzia che la scelta operata da Pollegio “può essere opinabile o criticabile sotto il profilo del principio di proporzionalità, ma non è arbitraria visto che, nell'ambito della sua autonomia e del suo potere di apprezzamento, il Comune tra le scelte offertagli dalla legislazione cantonale e comunale poteva scegliere quella che più riteneva appropriata”. Ora, conclude il Tf, il Municipio “dovrà procedere sollecitamente all'adozione della prevista variante di Pr; nel caso contrario si sarebbe in presenza di una violazione del diritto federale, visto che alle ricorrenti sarebbe impedito di perseguire i loro scopi d'interesse non solo privato, ma anche pubblico”.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Grigioni
1 ora
La strada della Calanca riaperta già oggi alle 16
Lo ha deciso l’Ufficio tecnico cantonale: ultimati prima del previsto i lavori di sgombero e di parziale ripristino
Luganese
1 ora
Lugano, 1’330 firme contro l’aumento di gas ed elettricità
L’Mps consegna la petizione e chiede di bloccare il rialzo dei costi dei beni di prima necessità, che colpisce le famiglie con redditi bassi e medi
Locarnese
6 ore
Si (ri)alza forte, la Vos da Locarno
Lo storico coro cerca il rilancio dopo un periodo difficile dovuto in particolare alla pandemia, che ne ha dimezzato gli effettivi. ‘Ma l’entusiasmo c’è’
Ticino
11 ore
Un ‘audit’ cantonale per i diritti umani
Domani all’Usi si discuterà di come fare per migliorarne il rispetto anche a livello locale. Tra gli ospiti anche la ginevrina Léa Winter
Luganese
11 ore
Lugano, l’appello: ‘La bici è la mia compagna, ritrovatemela’
La storia di Chiara e della sua e-bike, rubata alla Stazione Ffs e rivenduta. ‘La Polizia mi ha detto di dimenticarmela ma io non mi arrendo’.
Grigioni
19 ore
Parco Calanca avanti tutta: il sì dell’associazione alla Charta
L’assemblea dei delegati ha votato all’unanimità lo strumento pianificatorio. Il 29 gennaio parola alla popolazione. Se avallato, il dossier andrà a Coira
Luganese
19 ore
Massagno, si è spento Paolo Grandi
Aveva 82 anni. Promotore e presidente dell’associazione Carlo Cattaneo, fondò la delegazione ticinese dell’Accademia italiana della cucina
Mendrisiotto
20 ore
Per l’ente turistico un ‘Preventivo 2023 prudente’
Molte incertezze date dalla situazione internazionale. Previsto un disavanzo di oltre 60mila franchi. Circa i pernottamenti il 2022 si prospetta positivo.
Grigioni
21 ore
Grono mira a rendere meno cara la vita ai suoi cittadini
Popolazione preoccupata in particolare dall’aumento della bolletta elettrica. Moltiplicatore: il Municipio propone di ridurlo al 90%
Luganese
21 ore
Lugano, carovita al 2,5% per i dipendenti della Città
Il Municipio adegua le scale salariali del personale e il presidente della Commissione Fabio Schnellmann esprime soddisfazione
© Regiopress, All rights reserved