laRegione
26.08.21 - 16:08
Aggiornamento: 16:59

Bassa Mesolcina: altro passo avanti per la pista ciclabile

Dopo il Cc di Grono a giugno, questa settimana anche quello di Roveredo (unanimità) e l'Assemblea di San Vittore (voto tirato) hanno avallato i crediti

bassa-mesolcina-altro-passo-avanti-per-la-pista-ciclabile
Laddove un tempo sferragliava la Ferrovia retica, pedalerà e camminerà la popolazione in sicurezza (Ti-Press)

Sì unanime del Consiglio comunale di Grono lo scorso 21 giugno; poi, questa settimana, dapprima sì unanime del Cc di Roveredo lunedì 23 agosto; e infine sì ‘tirato’ dell’Assemblea comunale di San Vittore che martedì al termine di un teso dibattito-fiume durato due ore con 37 voti favorevoli, 27 contrari e due astenuti ha avallato il credito di sua competenza pari a 2,09 milioni di franchi (300mila franchi meno della prima versione, avendo il Municipio drasticamente contenuto le spese per l'illuminazione). Avanza dunque, sebbene con qualche titubanza, il progetto di pista ciclo-pedonale più lunga dei Grigioni che con i suoi 6,6 chilometri si snoderà nella bassa Mesolcina su quello che fu il tracciato della Ferrovia retica Castione-Mesocco dismessa ormai da diversi anni. I cittadini votanti dei tre Comuni saranno ora chiamati a esprimersi nell’urna in occasione della votazione popolare simultanea agendata domenica 26 settembre. Oltre ai due milioni e rotti di San Vittore, la spesa per Grono ammonta a 1,51 milioni e per Roveredo a 962mila franchi. Totale poco più di 4 milioni e mezzo sussidiati dal Cantone nell’ordine del 75% (il 25% più del consueto, considerata l'importanza pubblica dell’opera), ciò che conterrà ad esempio l’onere a carico di San Vittore a 887mila franchi.

Controproposta bocciata per 5 voti

Un aiuto cantonale che non ha impedito agli scettici di esprimere le loro riserve e critiche durante l’Assemblea comunale, tirando peraltro dalla loro parte il vicesindaco Flavio Raveglia, capodicastero Finanze, che ha votato no al credito municipale mentre il resto dell’Esecutivo lo ha sostenuto (a San Vittore hanno diritto di voto in Assemblea anche i membri del Municipio). Nella fase iniziale della discussione la Commissione della Gestione si è messa di traverso chiedendo di ripresentare il prima possibile all’Assemblea una nuova domanda di credito che tenesse conto dell’uso e ampliamento delle strade già esistenti e mirasse a rinegoziare i sussidi col Cantone, il tutto rivedendo costi (ritenuti eccessivi) e tracciato. Messa ai voti, questa proposta ne ha raccolti 27, mentre quella municipale 32, per essere infine avallata dal plenum col risultato sopraindicato. Qualora il 26 settembre dalle tre urne uscissero altrettanti sì, il cantiere vero e proprio potrebbe entrare nel vivo questo autunno dopo i primi brevi tratti nel frattempo già realizzati; in caso contrario bisognerà valutare eventuali correttivi. Grazie alla collaborazione con i Comuni ticinesi vicini e con la Commissione regionale dei trasporti del Bellinzonese il progetto avviato nel 2014, oltre a essere intercomunale, è anche intercantonale con il proseguimento verso Lumino e Castione dove si trova il nodo intermodale con il terminale dei Tilo. Sul lato ticinese il tratto fra la stazione di Castione e il confine con i Grigioni dovrebbe essere ultimato verso fine 2022.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
1 ora
Lavori forestali, nelle selve degli appalti
Per decidere su un concorso nel Basso Distretto ci sono voluti due bandi e tre sentenze. E (forse) non è ancora finita
Ticino
1 ora
Cantonali ‘23, Marchesi: ’Mi candido per entrare in governo’
Il presidente Udc, in un‘intervista a ‘laRegione’, ufficializza la discesa in campo: ’In Consiglio di Stato meno famiglia Mulino Bianco e più dinamismo’
Luganese
7 ore
Lugano, Lalia non slega il legislativo
I prelievi dovuti per legge ottengono la maggioranza assoluta, malgrado il teatrino in salsa leghista, con Bignasca contro il suo sindaco
Locarnese
7 ore
Il Museo di Storia naturale è ancorato alla pianificazione
Approvata dal legislativo di Locarno la variante per l’insediamento della struttura nel complesso conventuale di Santa Caterina
Ticino
9 ore
Detenuti e misure terapeutiche, il parlamento accelera
Presto una mozione delle commissioni ‘Giustizia’ e ‘Carceri’. Durisch: ora il trattamento in carcere non funziona, urge un reparto di psichiatria forense
Bellinzonese
9 ore
In arrivo sei aule prefabbricate per i bambini della Gerretta
Bellinzona: accolta la clausola d’urgenza e bocciato l’emendamento che chiedeva di riattivare le vecchie scuole di Molinazzo e Daro
Bellinzonese
10 ore
Daro, ecco i soldi: parte la ricostruzione di via ai Ronchi
Il Cc ha votato l’anticipo di 2,45 milioni. La Città pretende il risarcimento dal proprietario del cantiere edile all’origine del crollo
Luganese
10 ore
AlpTransit verso sud, Lugano picchia i pugni contro Berna
Votata all’unanimità la risoluzione extra-Loc che critica il progetto di Berna di tagliare la Neat e chiede di proseguire il tracciato fino al confine
Bellinzonese
10 ore
Giubiasco, 14 anni dopo luce verde alla centrale a biogas
Il Cc di Bellinzona ha avallato l’operazione lanciata dall’Amb con la Sopracenerina per un impianto che costerà quasi 27 milioni
Bellinzonese
11 ore
Ex sindaco condannato per impiego di stranieri senza permesso
Pena pecuniaria sospesa per un 68enne, già alla guida di un Municipio leventinese, reo di aver ingaggiato un cittadino serbo non autorizzato a lavorare
© Regiopress, All rights reserved