laRegione
05.07.21 - 20:01

Forfait letti, 'vantaggi per tutti ma oneri per i soli proprietari'

Il comitato dell'Upris si esprime sulla recente sentenza con la quale il Tribunale federale ha respinto un primo ricorso che contestava la tassa di soggiorno

forfait-letti-vantaggi-per-tutti-ma-oneri-per-i-soli-proprietari
L'associazione non sembra intenzione a mollare la presa (Ti-Press)

Il comitato dell'Unione dei proprietari di residenze e immobili (Upris) torna sulla recente sentenza – la prima di una probabile lunga fila – con la quale il Tribunale federale ha respinto il ricorso interposto dalla proprietaria di una casa di vacanza situata a Carì: la ricorrente si schierava contro il pagamento della tassa di soggiorno forfettaria intimata dal 2018 ai proprietari di case secondarie del Bellinzonese e Alto Ticino dall’Organizzazione turistica regionale che impone il pagamento in base al numero di posti letto dichiarato. I giudici di Losanna non hanno riconosciuto l'asserita violazione dei principi di uguaglianza e di proporzionalità, valutando come ragionevole e in nessun caso arbitraria la modalità utilizzata in Ticino, dove la nuova Legge cantonale sul turismo è entrata in vigore nel 2015 imponendo alle quattro nuove Otr (Bellinzona, Locarno, Lugano e Mendrisiotto) il medesimo sistema di calcolo e fatturazione. Dal 2018 l'Otr-Bat ha operato un giro di vite riverificando ogni singola proprietà in modo retroattivo dal gennaio 2015. 

“La citata sentenza – si legge nel comunicato dell'Upris firmato dal presidente Pietro Rusconi – si limita a dire che la pretesa dell'Otr-Bat nei confronti della ricorrente è legittima in base alla legge vigente. Ed è appunto questa legge che l'Upris contesta. Infatti ora – continua la nota – le Otr del Cantone dispongono di un amplissimo margine di manovra nel determinare l’importo della tassa applicabile per posto-letto: la 'forchetta' si situa tra i 15 e i 100 franchi (vale a dire tra 1 e 7) anziché stabilire una cifra precisa o fissare criteri oggettivi per graduare la tassazione in applicazione del principio di proporzionalità”. Una legge che secondo l'Upris, “attribuendo alle Otr la manutenzione e la cura dei sentieri addossa di fatto ai soli proprietari di case secondarie un onere a vantaggio di tutta la popolazione”. L'associazione non molla e il suo obiettivo rimane quello di creare una legge che tenga conto di un criterio di proporzionalità, “ad esempio diversificando la tassa a seconda dell’accessibilità o meno del rustico durante tutto l'anno”. 

Ancora pendenti petizione e iniziativa

In merito alla questione, ricordiamo, è ancora pendente la petizione promossa dall'Upris: depositata alla Cancelleria cantonale nell’autunno 2019 e sottoscritta da 1’255 cittadini, chiede una modifica della legge abolendo il criterio d’imposizione per letto e sostituendolo con un’autocertificazione “indicante il numero dei pernottamenti reali oppure altri criteri finalizzati ad una tassa equa”. Risale invece al gennaio 2018, ed è pure ancora pendente, l’iniziativa parlamentare dell’allora granconsigliere leghista Fabio Badasci che propone di rendere più blando il capoverso 5 dell’articolo 21 della Legge sul turismo, affinché la tassa forfettaria per letto sia riscossa presso i proprietari di case secondarie solo qualora affittino l’alloggio per più di tre mesi consecutivi allo stesso locatario. 

Leggi anche:

Forfait letti e case secondarie: il Tf respinge il ricorso

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
1 min
Trasporto di 712 grammi di eroina, l’incarto torna al Ministero
La droga è stata intercettata a Coldrerio. La Corte delle Assise criminali non ha approvato l’atto d’accusa emesso nei confronti di un 49enne svizzero
Ticino
2 ore
Le liste per Consiglio di Stato e Gran Consiglio hanno un numero
Sorteggiato l’ordine di apparizione sulla scheda delle prossime elezioni Cantonali del 2 aprile 2023. Domani la pubblicazione delle liste complete
Locarnese
3 ore
Cani liberi all’ex aerodromo di Ascona: le multe non piacciono
Municipio e Polizia replicano: ‘La legge parla chiaro: guinzaglio obbligatorio. Noi interveniamo su segnalazione di cittadini che reclamano’
Mendrisiotto
3 ore
Pozzo Polenta, l’inchiesta amministrativa si allarga
Adesso al tavolo dell’autorità cantonale ci sono entrambe le società petrolifere che hanno gestito la stazione di servizio
Mendrisiotto
6 ore
‘Io oggi sogno un Mendrisiotto unito’
Abbiamo parlato di aggregazione con Giorgio Fonio. E il consigliere comunale di Chiasso e gran consigliere ha una sua visione per il futuro
Gallery
Bellinzonese
6 ore
I terreni abbandonati ora profumano di lavanda
L’associazione Stregaverde ridà vita ai sedimi trascurati piantando fiori e spezie. Coltivata un’area vicino a Sasso Corbaro. Si cercano volontari e fondi
Locarnese
6 ore
Sébastien Peter alla guida dei servizi culturali cittadini
La scelta del Municipio di Locarno è caduta sul 38enne attivo nel campo della promozione culturale a Bienne. Inizierà il suo mandato in primavera
Ticino
7 ore
Unitas, ex membri di comitato: ‘Non sono denunce per ripicca’
Le testimonianze: ‘Siamo bersaglio di ostilità per aver portato alla luce gli abusi. Ci accusano di aver agito perché estromessi. O troppo tardi. È falso’
Luganese
13 ore
Plan B continua a dividere Lugano
Dalla discussione generale in Consiglio comunale, critiche più o meno velate da Ps, Verdi e Centro, mentre Udc, Lega e Plr lodano l’operazione
Bellinzonese
14 ore
Rubano materiale da hockey ad Arbedo: bottino di 300mila franchi
Il furto di pattini, bastoni e macchinari specializzati sarebbe avvenuto, stando alla Rsi, lo scorso fine settimana
© Regiopress, All rights reserved