laRegione
02.07.21 - 12:12
Aggiornamento: 17:36

Piazza Governo a Bellinzona diventerà una zona a 20 km/h

Il messaggio municipale prevede un costo netto a carico della Città (dedotti 230mila franchi di sussidi federali) di 450mila franchi

piazza-governo-a-bellinzona-diventera-una-zona-a-20-km/h
I posteggi sulla destra nella foto dovrebbero sparire (Ti-Press)

L'anno prossimo Piazza Governo a Bellinzona dovrebbe diventare una Zona d’incontro con limite di velocità a 20 km/h e al contempo Piazza Teatro essere pedonalizzata. Come anticipato recentemente da ’laRegione’, il Municipio ha effettivamente licenziato il messaggio relativo alla riorganizzazione viaria del comparto che prevede un costo netto a carico della Città (dedotti 230mila franchi di sussidi federali) di 450mila franchi. Se il messaggio sarà approvato dal Consiglio comunale l’inizio dei lavori potrebbe avvenire nella prima metà del 2022, si legge in un comunicato; lavori che dovrebbero durare dai due ai tre mesi. Stando al Municipio “l’intervento nasce da uno studio per la realizzazione di misure di riordino e contenimento dei flussi di traffico con velocizzazione del trasporto pubblico, nonché messa in sicurezza e aumento dell’attrattiva del comparto, di prossima pubblicazione da parte del Cantone e, in quanto parte integrante del Programma d’agglomerato del Bellinzonese di terza generazione (Pab3), cofinanziato in misura del 40% anche dalla Confederazione”.

Chiuse Piazza Teatro e via Bonzanigo

La parte di progetto di competenza comunale prevede l’introduzione di una Zona d’incontro (20 km/h con precedenza pedonale) in Piazza Governo e la pedonalizzazione di Piazza Teatro e via Bonzanigo “in modo da rendere più attrattivo e sicuro il comparto per esercizi pubblici e pedoni e riordinarne la viabilità con priorità del trasporto pubblico”, scrive l’esecutivo cittadino. Il progetto “prevede la revisione della mobilità veicolare con accessi che avverranno principalmente da viale Franscini e via Jauch e da Piazza Indipendenza e via Dogana. In via Orico e vicolo Sottocorte sarà permesso unicamente il servizio a domicilio. Ciò anche grazie al fatto che diversamente da oggi sarà permessa la svolta a sinistra in viale Franscini per i veicoli provenienti da nord. Il comparto sarà in generale percorribile a senso unico, a eccezione di via Dogana tra Piazza Governo e Piazza Indipendenza, come è già il caso oggi”.

Vi saranno ancora 66 posteggi

La grande differenza consiste invece nella chiusura al traffico veicolare di Piazza Teatro e via Bonzanigo fino all’intersezione con via Dogana (eccezioni consentite per i fornitori). Quanto al trasporto pubblico la fermata di via Jauch sarà trasferita in via Dogana, direzione Piazza Governo, a seguito della modifica dei tracciati che prevedono l’uscita dei bus dal comparto verso nord lungo vicolo Sottocorte. Visto che Piazza Teatro sarà pedonalizzata a partire dal Bar Incontro, spariranno anche i 13 posti auto oggi presenti fra il bar e la farmacia Teatro; nel comparto ne resteranno in ogni caso 66, che saranno messi a norma (larghezza). Confermata infatti la volontà di continuare ad assicurare la possibilità di posteggio pubblico al servizio della attività commerciali del centro storico. Saranno inoltre aumentati “a 20 gli stalli per motocicli, sempre più utilizzati quale mezzo alternativo assieme alle biciclette che pure avranno un posteggio dedicato”.

Leggi anche:

I posteggi in Piazza Governo a Bellinzona sono ‘necessari’

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Video
Ticino
14 ore
La Chiesa si mette in attesa ‘un po’ particolare’ del Natale
Messaggio alla Diocesi ticinese del vescovo Alain de Raemy in occasione domenica dell’inizio del cammino d’Avvento
Luganese
18 ore
A2, PoLuMe anche da Gentilino alla Vedeggio-Cassarate
L’Ustra conferma: in autostrada si potrà usare la terza corsia d’emergenza come ‘dinamica’ in caso di necessità fino a Lugano nord
Ticino
18 ore
Cantonali ’23, Andrea Giudici torna in pista. E lo fa con l’Udc
Deputato liberale radicale dal 2003 al 2019, l‘avvocato locarnese proverà a tornare in Gran Consiglio: ’I democentristi rappresentano meglio le mie idee’
VIDEO
Locarnese
18 ore
‘Non si può ammazzare una donna per un ciuffo di capelli’
Tre 18enni che frequentano il Liceo Papio hanno deciso di compiere un gesto simbolico a sostegno delle donne iraniane che lottano per i propri diritti
Bellinzonese
1 gior
‘Hanno dato il massimo ma sono stati travolti da una tempesta’
La difesa dei vertici della casa anziani di Sementina chiede l’assoluzione contestando anche le direttive di Merlani. Morisoli: ‘Fatto il possibile’
Ticino
1 gior
Targhe, il governo rilancia con 2 proposte. Dal Centro nuovo No
Il Consiglio di Stato tende la mano con delle alternative di calcolo. Gli iniziativisti non ci stanno, la sinistra sì. Ognuno per la sua strada, ancora
Ticino
1 gior
‘Polizia unica? Sfruttiamo le potenzialità del sistema attuale’
Fsfp in assemblea. E sul delicato e controverso dossier si attende che la politica decida.‘Venga però sentita anche la nostra Federazione’
Gallery
Mendrisiotto
1 gior
Boffalora: al posto della villetta arrivano due palazzine
Altro cantiere residenziale in vista alla porta nord di Chiasso. L’operazione annuncia un investimento di oltre 6 milioni di franchi
Locarnese
1 gior
Picchiò un ragazzo in Piazza Grande, 3 anni di carcere
Un 19enne di origini siriane residente nel Luganese colpevole anche di rapina, infrazione e contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti
Ticino
1 gior
Il salario minimo legale non sarà adeguato al rincaro
Il Consiglio di Stato boccia la mozione di Ivo Durisch (Ps): ‘Un adeguamento sarebbe contrario alla volontà del legislatore e alla legge’
© Regiopress, All rights reserved