laRegione
24.06.21 - 16:40
Aggiornamento: 17:13

Slow Music, sei concerti acustici a Bellinzona

La manifestazione si terrà a luglio e agosto: cinque martedì nella corte del Municipio e un venerdì al convento delle Agostiniane a Monte Carasso

slow-music-sei-concerti-acustici-a-bellinzona
Quest'anno avrà luogo l'ottava edizione

Sei concerti principalmente acustici in luglio e agosto a Bellinzona con artisti sia svizzeri, sia internazionali. Torna anche quest'anno per la sua ottava edizione la manifestazione Slow Music che prevede cinque serate (di martedì) nella suggestiva corte del Municipio e una (venerdì 16 luglio) all'antico convento delle Agostiniane a Monte Carasso. Tutte le serate inizieranno alle 21 e saranno e l'entrata sarà libera. Eventi durante i quali «il pubblico potrà scoprire qualcosa di nuovo e intrattenersi con gli artisti che hanno sempre molto apprezzato questa possibilità di dialogare con i presenti», ha affermato durante una conferenza stampa la direttrice artistica Mireille Ben. L'idea che sta a monte di questi concerti è dare la possibilità al pubblico «di ascoltare il vero suono degli strumenti musicali o delle voci degli artisti». Suoni che ormai sono diventati rari, visto che l'industria musicale si orienta sempre di più a suoni elettronici o campionati e soprattutto amplificati. Ovviamente se una band utilizza ad esempio una chitarra elettrica un'amplificazione è necessaria, «ma gli artisti sanno che il suono non deve essere sentito al di fuori della corte del Municipio». Insomma, la gente partecipa a questi concerti «per ascoltare la musica e non per sentirla» e ha poi anche l'occasione di «provare strumenti che forse non aveva mai visto prima».

Ovviamente anche per Slow Music questo periodo caratterizzato dalla pandemia non è stato facile: nel 2019 la manifestazione è stata rinviata e l'anno scorso si sono esibiti solo alcuni artisti locali. Tuttavia, «il pubblico bellinzonese è goloso di musica», ha sottolineato Ben. E infatti è proprio grazie all'insistenza e all'apprezzamento del pubblico che è stato deciso di continuare con questa manifestazione. Senza poi dimenticare gli sponsor «che continuano ad aiutarci, malgrado le difficoltà riscontrate in questo periodo».

'Un viaggio per chi non può andare in vacanza'

Concretamente, «l'idea è quella di proporre un viaggio per chi non può andare via in vacanza». Si partirà dunque martedì 6 luglio con l'esibizione degli italiani Bellanöva, un quartetto che affianca piffero e fisarmonica a violino e violoncello. Il loro repertorio prende spunto dai balli e dai canti tramandati oralmente che contraddistinguono le valli dove si incrociano le province di Genova, Alessandria, Pavia e Piacenza. Venerdì 16 luglio si ritornerà in Svizzera con i vallesani In The Spirit, una band di dieci musicisti (ottoni, chitarra e percussioni) che proporrà suoni funk, rock, ska, jazz ecc. In seguito il 27 luglio si andrà in Ungheria con i Vizöntö, uno dei gruppi più importanti in Europa tra quelli che costituiscono il loro repertorio attingendo alla musica popolare. Il 10 agosto si tornerà in Italia con i Bevano Est, un trio caratterizzato dall'uso di strumenti acustici e della tradizione. Il 17 agosto si esibirà la Meilhac String Band, un gruppo franco-inglese che proporrà brani all'origine del blues, del jazz e della musica country. Il viaggio terminerà il 24 agosto con il ritorno in Ticino: il gruppo Piazza Pomée proporrà un omaggio a Sergio Maspoli, grazie al figlio Nicola che ha musicato alcune poesie del padre. Un'occasione anche per celebrare, con un anno di ritardo, i cento anni dell'autore, fra l'altro, di diverse pièce dialettali. Per questo ultimo concerto (che sarà annullato in caso di pioggia) si prevede anche di organizzare un'esposizione fotografica delle edizioni passate di questa manifestazione. Maggiori informazioni su slowmusic.ch.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
4 min
Municipio di Bodio favorevole alla fusione con Giornico
Una decisione unanime che permette di avviare l’iter per un’aggregazione ridotta rispetto al progetto che comprendeva anche Pollegio e Personico
Ticino
4 ore
Vaccinazioni di richiamo autunnali in Ticino dall’11 ottobre
Le informazioni sono già disponibili sul sito ufficiale dedicato alle vaccinazioni www.ti.ch/vaccinazione
Locarnese
4 ore
A13 Quartino: invece del triangolo, rotonda e semaforo
La novità viaria decisa da Ustra e Cantone per ragioni ambientali e legali. Promessi monitoraggio e perfezionamenti
Locarnese
4 ore
Minusio, sfruttare l’acqua di falda (o lacustre) per riscaldare
Lo suggerisce una mozione presentata dall’Usi che invita il Municipio a seguire analoghi esempi studiati altrove
Ticino
6 ore
‘Si allarghino le fasce di reddito per i sussidi cassa malati’
L’iniziativa del Ps e i due rapporti allestiti saranno al centro della prossima seduta della Commissione parlamentare sanità e sicurezza sociale
Ticino
6 ore
I 25 anni della Supsi secondo Gervasoni, tra successi e futuro
L’importanza della formazione professionale, i ricordi di quell’acronimo che faceva sorridere e ora è un’istituzione, gli obiettivi da raggiungere (tanti)
Luganese
9 ore
Mezzovico: lite fra giovani degenera, interviene il... papà
Condannato per vie di fatto un 57enne che, durante un alterco fra il figlio e alcuni coetanei (fra cui la ex), ha tirato quattro sberle a tre dei ragazzi
Bellinzonese
9 ore
Necessari 45 milioni per il nuovo Ior a Bellinzona
Studio di fattibilità concluso: oltre ai 12 laboratori sono previsti una mensa e un auditorium, e forse anche un asilo nido per i figli dei ricercatori
Locarno
17 ore
Originalità e ambizione: la Cultura è in due parole
Direzione dei Servizi, con il bando uscito ieri la Città di Locarno cerca una figura in grado di ridisegnare l’intera struttura
Ticino
19 ore
Mafie in Ticino: ‘Tanti i progetti, ma sono davvero operativi?’
A chiederlo è il deputato Quadranti (Plr) sentito in audizione dalla Commissione giustizia e diritti in quanto non soddisfatto delle risposte del governo
© Regiopress, All rights reserved