laRegione
passi-avanti-per-la-chie-d-lena-come-scuola-montana
Ti-Press
16.06.21 - 18:30

Passi avanti per la Chiè d’Lena come scuola montana

Il Municipio di Bellinzona spiega che il progetto è stato aggiornato: lo stabile di Dalpe sarà usato dalle scuole cittadine per le settimane bianche e verdi

Avanti con la trasformazione della decadente Chiè d’Lena di Dalpe – edificio protetto settecentesco – in una sede dove le scuole comunali di Bellinzona potranno effettuare settimane bianche e verdi. Lo spiega il Municipio cittadino rispedendo al mittente l’interpellanza critica presentata in marzo dall’ex consigliere comunale Luigi Calanca che invitava a riflettere sull’opportunità di portare avanti un progetto sparito dai radar della politica cittadina ma ben presente fra le pieghe dei bilanci finanziari di Bellinzona. Nel preventivo comunale 2020 veniva in effetti indicata una previsione d’investimento pari a 4,3 milioni, con una spesa iniziale per l’anno scorso di 400’000 franchi; il preventivo 2021 cita poi un ulteriore investimento di 120’000 franchi necessario alla “ripresa del progetto definitivo”. Si tratta di un’aggiunta di mandato – rileva l'Esecutivo – per l’aggiornamento del progetto definitivo e del relativo preventivo, completando il tutto secondo quanto richiesto nella licenza edilizia e nell'avviso cantonale, così da allestire l'incarto per la richiesta del credito esecutivo al Consiglio comunale. Finora, prosegue il Municipio, sono stati spesi 149mila franchi per la prima fase di progettazione.

‘Faciliterà il compito delle direzioni’

Il fondo, viene ricordato nella risposta, era stato donato nel 2013 dal comune di Dalpe ai due ex Comuni di Giubiasco e Sementina a condizione che s’impegnassero a ristrutturarlo: “È poi stato ripreso a pieno titolo nel progetto aggregativo e nel piano delle opere della nuova Città”. Quanto alla destinazione come scuola montana, “considerando il numero di allievi e di sezioni dell’istituto scolastico, la possibilità di avere a disposizione una struttura supplementare fuori sede faciliterà il compito alle direzioni scolastiche nella ricerca delle sedi e di rotazione delle classi nelle diverse strutture. A maggior ragione essendo una struttura supplementare di proprietà della Città, che non dovrà dunque preoccuparsi di riservarla con largo anticipo, come avviene oggi con le altre strutture di terzi”. Si tratterà insomma di “una possibilità in più che non pregiudicherà l’utilizzo di altre strutture”.

Leggi anche:

Bellinzona e progetto Chiè d’Lena: ‘Sia abbandonato’

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
chiè lena scuola montana settimane settimane bianche
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
6 ore
Prezzo d’acquisto delle uve, si torna alle cifre prepandemiche
l’Interprofessione della vite e del vino ticinese ha comunicato l’accordo per i prezzi, che sarà di 4,15 franchi al chilo per il merlot
Ticino
7 ore
WikiMafia non ammessa come parte civile
Processo ‘Cavalli di razza’ sulla ’ndrangheta e le sue ramificazioni (anche) svizzere: il giudice respinge la richiesta dell’associazione
Luganese
8 ore
Lugano, è ancora vivo il ricordo di Marco Borradori
Un centinaio di persone ha partecipato alla cerimonia commemorativa organizzata stasera dal Municipio nel Patio di Palazzo Civico
Ticino
8 ore
Arrivano le multe disciplinari con il QR
La Polizia cantonale ha digitalizzato la procedura
Ticino
10 ore
Prestito vitalizio ipotecario, il Ps rilancia: ecco la mozione
Dopo la sentenza del Tf che accoglie il ricorso dei socialisti Lepori e Ghisletta contro lo sgravio sul valore locativo: ‘Un passo verso gli over 60’
Ticino
13 ore
Un successo i corsi estivi di italiano per allievi non italofoni
L’offerta straordinaria è stata attivata dal Decs in seguito al recente arrivo in Ticino di oltre 800 bambini in età scolastica soprattutto dall’Ucraina
Bellinzonese
16 ore
La corsia preferenziale in funzione anche a Ferragosto
Dopo l’eccellente riscontro, l’Ufficio federale delle strade ripropone il progetto ‘Cupra’ pure in questo weekend
Locarnese
17 ore
Palagnedra, il ‘Premio Posta’ al Comune di Centovalli
Attribuito dal Gigante giallo per il recupero dello storico sentiero pedestre che unisce le due frazioni di Moneto e Palagnedra
Luganese
17 ore
Bianchetti: ‘La perdita di Borradori ci ha disorientati’
Assieme a scuola e in politica, vicini di casa. A un anno dalla morte dell’ex sindaco, il ricordo del primo cittadino: ‘La Lega di Lugano sta soffrendo’
Luganese
19 ore
Quei due giorni vissuti in una sorta di limbo
L’improvvisa scomparsa dell’ex sindaco suscitò momenti di agitazione e forte preoccupazione e lasciò la città ‘sospesa nel vuoto’ in una sorta di limbo
© Regiopress, All rights reserved