laRegione
Ungheria
0
Portogallo
0
1. tempo
(0-0)
MOLTENI A./PELLA G.
2
ALTMAIER D./STRICKER D.
1
fine
(7-6 : 4-6 : 10-7)
l-mps-e-necessario-rinunciare-alle-elementari-di-daro
Le Scuole Nord, dove saranno spostati gli allievi di Daro (Ti-Press)
Bellinzonese
11.06.21 - 11:290
Aggiornamento : 16:11

L'Mps: 'È necessario rinunciare alle Elementari di Daro?'

In un'interpellanza tre consiglieri comunali del Movimento ritengono inoltre che le Scuole Nord di Bellinzona sono ‘già eccessivamente sovraccariche’

Le Scuole Nord sono già “eccessivamente sovraccariche e l’aggiunta di una ulteriore sezione, unita agli incipienti lavori di ristrutturazione, potrebbe rappresentare un peggioramento delle condizioni di insegnamento e apprendimento”. Lo afferma il Movimento per il socialismo in un'interpellanza indirizzata al Municipio di Bellinzona, in seguito a quanto riferito da 'laRegione' in merito alla non riapertura a settembre delle Elementari di Daro. Ricordiamo che l'esecutivo cittadino ha preso questa decisione, in base alla segnalazione del Cantone, secondo cui undici allievi non sono sufficienti per mantenere aperta questa sezione.  Dal prossimo anno gli allievi frequenteranno quindi le Scuole Nord. Una sede che secondo i consiglieri comunali Matteo Pronzini, Angelica Lepori, Giuseppe Sergi è “assai sovraccarica (già nell’anno scolastico che volge al termine era stata creata, se non andiamo errati, almeno una sezione in più). Tutto questo in un contesto di avvio dei lavori di ristrutturazione previsti da tempo”, si legge nel testo. “Un insieme (sovraccarico e lavori di ristrutturazione) che non costituisce il migliore quadro d’assieme per insegnanti e allievi”. Per l'Mps “appare poi strano che si rinunci alle Elementari a Daro: una sede che per posizione, tranquillità e allo stesso tempo grande prossimità con il centro cittadino, rappresenta un quadro ideale e favorevole per insegnanti e allievi”.

Va precisato che secondo il Municipio non si tratta di una chiusura definitiva: se in futuro questa sezione raggiungerà nuovamente un numero sufficiente di allievi, allora i bambini potranno tornare a scuola a Daro. In ogni caso “pur tenendo conto dei meccanismi suggeriti/imposti dal Cantone (ai quali in ogni caso, assumendo i costi relativi la città potrebbe derogare)”, l'Mps chiede al Municipio se “non è ipotizzabile un movimento opposto a quello immaginato, e cioè lo spostamento verso la sede di Daro di un certo numero di allievi che vivono vicini a questa sede e che sono di solito assegnati alle scuole Nord in modo da mantenere comunque una sezione di scuola elementare (anche pluriclasse: che, come noto, è considerata da molti esperti una configurazione pedagogica assai stimolante e positiva)”. Infine i tre consiglieri comunali domandano all'esecutivo se non pensa “di rivedere la politica generale di formazione delle classi (dal punto di vista numerico) sia per le scuole elementari che per le scuole dell’infanzia adottando quale criterio una diminuzione del numero di allievi per classe, ricorrendo, se necessario, ad un maggiore contributo finanziario da parte della città”. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
58 min
Acque, il tasso d’interesse è spropositato
Per le rate decennali sui contributi comunali si applica un saggio composto del 5%. Chiesto un adeguamento alla mutata situazione
Ticino
1 ora
Dalle 20 di nuovo in viaggio i treni fra Lugano e Mendrisio
La riapertura di uno dei due binari consentirà una prima ripresa del traffico, il secondo binario dovrebbe essere rimesso in funzione domattina alle 6
Bellinzonese
1 ora
Pro Natura Lucomagno, albergo e ristorante resteranno chiusi
La non riapertura è legata 'a lavori di ristrutturazione interna' e alle relative difficoltà finanziarie. In ogni caso sono previste diverse alternative.
Bellinzonese
1 ora
Forfait letti e case secondarie: il Tf respinge il ricorso
È la prima di una serie di sentenze. Proprietaria a Carì contestava l'ammontare deciso dall'Otr e il metodo previsto dalla Legge sul turismo
Luganese
1 ora
Truffe Covid, le difese chiedono riduzioni di pena
Alle Assise criminali di Lugano i legali contestato il reato di truffa e sottolineano: gli imputati non si sono arricchiti. Domani la sentenza
Luganese
1 ora
Cade scendendo dal San Salvatore e batte la testa: è grave
Protagonista di un infortunio avvenuto in territorio di Pazzallo un 80enne domiciliato nel Canton Basilea Campagna
Luganese
1 ora
Casinò di Campione: 'Riapriremo entro fine anno'
La società di gestione della casa da gioco si rallegra della decisione del Tribunale di Como. Il sindaco Canesi: 'Questa è la nostra ripartenza'
Ticino
2 ore
Bertoli: 'Un anno di scuola in presenza, obiettivo raggiunto'
Alla conferenza stampa di fine anno scolastico c'è soddisfazione: 'Non era scontato, è andata bene grazie all'impegno di tutti gli attori coinvolti'
Ticino
2 ore
Pandemia, il prezzo della scuola ‘in presenza’
I docenti sottolineano le difficoltà incontrate in un anno per nulla ‘normale’ e chiedono un sostegno per gli allievi lasciati indietro
Locarnese
2 ore
Pedemonte, moltiplicatore e investimenti fanno a pugni
Municipio contrario all'abbassamento della pressione fiscale visti gli investimenti in arrivo. Accolti consuntivo e Piano particolareggiato zona monumentale e Stazione
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile