laRegione
09.06.21 - 17:34

Frana in fase di rallentamento, Biborgo di nuovo accessibile

L'allontanamento preventivo per i residenti è revocato ed è possibile tornare ad occupare le cascine. Rimane tuttavia chiusa la strada verso Sceng e Fopa

frana-in-fase-di-rallentamento-biborgo-di-nuovo-accessibile

Sulla base della situazione attuale della frana di Biborgo, con spostamenti in fase di rallentamento, viene autorizzato il transito lungo la strada della Val Pontirone fino a Biborgo. Lo annuncia il Municipio di Biasca, specificando che “l'allontanamento preventivo per i residenti del nucleo di Biborgo è revocato ed è possibile tornare ad occupare le cascine”.

Per contro la strada da Biborgo in direzione Sceng - Alpe Cava rimane sbarrata al transito. Un altro sbarramento è stato ripristinato nei giorni scorsi tra Biborgo e Fopa. Su questo tratto si svolgeranno i lavori per la messa in sicurezza della strada, previsti da giovedì 10 giugno a venerdì 2 luglio. Gli interventi, si legge ancora nella nota, sono indispensabili per poter garantire una riapertura. La strada tra Biborgo e il Pont Sceng sarà pertanto in principio sbarrata al transito di veicoli, pedoni e ciclisti fino al termine dei lavori. Tenuto conto di esigenze particolari sono comunque previste delle eccezioni, tramite aperture in fasce orarie definite durante i lavori. Nella prima fase (10-18 giugno) saranno garantite ogni giorno due finestre di apertura (7.30-8 e 17.30-18) durante la settimana. Sabato 19 e domenica 20 giugno la strada sarà completamente sbarrata al transito. A partire da lunedì 21 giugno prenderà avvio la seconda fase dei lavori: verranno garantite tre finestre di apertura durante la settimana (7.30-8, 12-12.30 e 17.30-18). Sabato 26, domenica 27 e martedì 29 saranno garantite tre aperture  (9-9.30, 12-12.30 e 17.30-18). La riapertura della strada è al momento ipotizzabile per sabato 3 luglio. È vietato il transito del sentiero escursionistico nella zona tra Biborgo e Fopa. Una deviazione è segnalata sul posto. Ulteriori informazioni sul sito www.biasca.ch

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
21 min
‘Aumento allucinante, diverse famiglie si indebiteranno’
Durisch (Ps): cassa malati unica pubblica da riproporre. Il Plr: livelli insopportabili, ecco dove agire. La Lega: sconcerto e rabbia. I Verdi: più aiuti
Luganese
21 min
Direttore arrestato, le famiglie: ‘Non siamo stati capiti’
Faccia a faccia molto animato, martedì sera, alla scuola media del Luganese fra genitori e autorità scolastiche e Decs. Critiche a Bertoli
Ticino
6 ore
‘Anche l’Ipct è sottoposto alla Legge sulla trasparenza’
Accesso negato alla risoluzione che riduce il tasso di conversione, Pronzini (Mps) interpella il Consiglio di Stato
Luganese
11 ore
Lugano, ingranata la marcia sul Polo congressuale
Il Municipio informa l’Interpartitica: imminenti i messaggi sull’acquisto dello stabile Rsi di Besso e sul comparto Campo Marzio Nord
Ticino
11 ore
Vent’anni di Strade Sicure e ‘il Ticino torna nella media’
Il numero di incidenti a sud delle Alpi è calato del 63% in 20 anni, rientrando in linea con i dati nazionali
Bellinzonese
11 ore
Bambino investito a Giubiasco inseguendo un pallone
È successo al parco giochi di Cima Piazza, all’altezza dell’ex palazzo comunale. Sanguinava dalla testa ma era vigile
Bellinzonese
12 ore
Mense di Bellinzona, il Municipio interverrà sulle associazioni
Recepite alcune delle criticità evidenziate dall’Mps sull’obbligo di pagare la tassa di adesione e il pranzo in caso di uscite scolastiche
Ticino
13 ore
Aumenti cassa malati, De Rosa: ‘Per il Ticino stangata ingiusta’
Il direttore del Dipartimento sanità e socialità Raffaele De Rosa critico sull’aumento dei premi del 9,2% rispetto al 6,6% della media nazionale
Bellinzonese
13 ore
Bellinzona, un’opera che ‘aumenta la qualità di vita’
Inaugurata ufficialmente la passerella ciclopedonale della Torretta che collega il centro storico turrito a Carasso e che valorizza la mobilità lenta
Locarnese
14 ore
Arcegno, la prima vendemmia al ‘Vigneto di Luca’
Vissuta come una festa da giovani e adulti la raccolta dell’uva. Dal 2024 le bottiglie saranno vendute a scopo benefico
© Regiopress, All rights reserved