laRegione
26.04.21 - 15:11
Aggiornamento: 17:10

Disordini alla Valascia e altrove: in cinque a processo

A inizio maggio sfileranno davanti alle Assise correzionali del Tribunale penale i tifosi accusati degli episodi più gravi

disordini-alla-valascia-e-altrove-in-cinque-a-processo
Pomeriggio del 14 gennaio 2018: alla Valascia lunghi attimi di tensione e paura per le molte famiglie presenti (Ti-Press)

Da martedì 4 maggio davanti alle Assise correzionali di Lugano e Leventina compariranno a processo cinque fra i maggiori indiziati dei disordini scoppiati ad Ambrì il 14 gennaio 2018 al termine della partita fra Hcap e Losanna. Tutti avevano impugnato i rispettivi decreti d’accusa con i quali il procuratore pubblico Nicola Respini, titolare delle indagini, proponeva condanne a pene minori per i reati di sommossa, violenza o minaccia contro la polizia, dissimulazione del volto su area pubblica, danneggiamento, contravvenzione alla legge stupefacenti, guida in stato d'inattitudine e nonostante la revoca della licenza, furto d'uso di un veicolo a motore, uso delittuoso di materie esplosive o gas velenosi, delitto contro la legge sugli esplosivi, uso di armi e di altri oggetti pericolosi su suolo pubblico nonché lesioni semplici.

Gli episodi contestati agli imputati non si limitano però alla sola Valascia, includendo anche situazioni analoghe verificatesi in precedenza a Lugano e in altre località in occasione di eventi sportivi. Presiederà la corte la giudice Francesca Verda Chiocchetti, mentre la difesa sarà rappresentata dagli avvocati Costantino Castelli, Christian Bignasca e Roy Bay. Negli scorsi mesi, ricordiamo, davanti alla Pretura penale di Bellinzona sono sfilati più tifosi (soprattutto d’oltralpe) con posizioni meno gravi rispetto al quintetto che andrà prossimamente alla sbarra; in tutti i casi è stata confermata la condanna prospettata nei rispettivi decreti d'accusa. Si tratta di pene pecuniarie sospese condizionalmente per un periodo di prova. Complessivamente il pp Respini aveva prodotto 39 decreti d'accusa ai quali si sono opposti quasi tutti i destinatari: competente per 24 è la Pretura penale, per gli altri, sui quali pendono i fatti più gravi, il Tribunale penale cantonale.

Leggi anche:

Colpevoli di sommossa, anche se non hanno partecipato

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
23 min
Cani liberi all’ex aerodromo di Ascona: le multe non piacciono
Municipio e Polizia replicano: ‘La legge parla chiaro: guinzaglio obbligatorio. Noi interveniamo su segnalazione di cittadini che reclamano’
Mendrisiotto
23 min
Pozzo Polenta, l’inchiesta amministrativa si allarga
Adesso al tavolo dell’autorità cantonale ci sono entrambe le società petrolifere che hanno gestito la stazione di servizio
Mendrisiotto
3 ore
‘Io oggi sogno un Mendrisiotto unito’
Abbiamo parlato di aggregazione con Giorgio Fonio. E il consigliere comunale di Chiasso e gran consigliere ha una sua visione per il futuro
Gallery
Bellinzonese
3 ore
I terreni abbandonati ora profumano di lavanda
L’associazione Stregaverde ridà vita ai sedimi trascurati piantando fiori e spezie. Coltivata un’area vicino a Sasso Corbaro. Si cercano volontari e fondi
Locarnese
3 ore
Sébastien Peter alla guida dei servizi culturali cittadini
La scelta del Municipio di Locarno è caduta sul 38enne attivo nel campo della promozione culturale a Bienne. Inizierà il suo mandato in primavera
Ticino
3 ore
Unitas, ex membri di comitato: ‘Non sono denunce per ripicca’
Le testimonianze: ‘Siamo bersaglio di ostilità per aver portato alla luce gli abusi. Ci accusano di aver agito perché estromessi. O troppo tardi. È falso’
Luganese
10 ore
Plan B continua a dividere Lugano
Dalla discussione generale in Consiglio comunale, critiche più o meno velate da Ps, Verdi e Centro, mentre Udc, Lega e Plr lodano l’operazione
Bellinzonese
10 ore
Rubano materiale da hockey ad Arbedo: bottino di 300mila franchi
Il furto di pattini, bastoni e macchinari specializzati sarebbe avvenuto, stando alla Rsi, lo scorso fine settimana
Luganese
11 ore
Schlein a Massagno ‘senza padrini né padroni’
La candidata alla segreteria del Pd incontra Marina Carobbio. “Il Pd si può riformare”
Bellinzonese
12 ore
Tutti i vincoli del nuovo ospedale di Bellinzona
I progettisti dovranno confrontarsi con un’importante serie di questioni tecniche, fra sicurezza fluviale, edificabilità e viabilità
© Regiopress, All rights reserved