laRegione
13.04.21 - 13:21
Aggiornamento: 17:55

Polizia Tre Valli, sì di Biasca al progetto pilota

Luce verde del Consiglio comunale alla riorganizzazione del posto di polizia misto: saranno assunti sei assistenti in sostituzione di altrettanti agenti

polizia-tre-valli-si-di-biasca-al-progetto-pilota
Test tra gennaio 2022 e dicembre 2023 (Ti-Press)

Via libera al progetto pilota di due anni (2022-2023) nelle Tre Valli che prevede di affidare ad assistenti di polizia i compiti minori di prossimità (multe, controllo e gestione del traffico), attualmente svolti da agenti veri e propri. Ieri sera il Consiglio comunale di Biasca ha infatti approvato quasi all'unanimità (solo un voto contrario) la modifica della convenzione con il Cantone che prevede la riorganizzazione del posto misto di polizia della Regione VIII. Una modifica da un lato sostenuta dal Cantone, ma dall'altro criticata dall'Associazione delle polizie comunali. 

Concretamente, durante la fase pilota prevista tra gennaio 2022 e dicembre 2023, i Comuni delle Tre Valli assumeranno sei assistenti, in sostituzione di altrettanti agenti. Inoltre, finanzieranno 10 poliziotti per i quali la funzione a pieno titolo risulta indispensabile. Si raggiungeranno così i 16 effettivi di cui la Polizia comunale deve dotarsi entro il 2022. La squadra della Polizia comunale nelle Tre Valli sarà quindi composta da tre assistenti per Biasca, Riviera e Bassa Leventina, due per Airolo e Faido e uno per il Distretto di Blenio. Se il test sarà poi valutato positivamente dai Comuni e dal Dipartimento delle istituzioni, i 10 agenti della Polcom passerebbero alle dipendenze del Cantone, inglobati a tutti gli effetti nei ranghi della Polizia cantonale, mentre solo i sei assistenti (ai quali si aggiungerebbe l'unità attualmente già in servizio) rimarrebbero impiegati degli enti locali. Al termine della fase pilota sarà il Gran Consiglio a decidere se modificare la Legge sulla collaborazione fra la polizia cantonale e le polizie comunali.

Sostituzione dei contatori di acqua potabile

Durante la seduta di Consiglio comunale sono anche stati approvati (tutti all'unanimità) diversi altri messaggi municipali: come il credito di oltre due milioni di franchi (spalmato su 5 anni) per l'elaborazione dell'aggiornamento del Piano generale dello smaltimento acque, ritenuto necessario perché non risponde più alle prescrizioni normative cantonali e federali in vigore. È poi anche stato accolto il credito di 380mila franchi per la sostituzione dei contatori di acqua potabile ritenuti vetusti. In quest'ambito sarà anche implementato un sistema di lettura radiotrasmessa dei consumi su tutta la rete idrica comunale, ottimizzando così la raccolta dei dati. Il legislativo ha pure approvato la Convenzione fra i Comuni di Riviera Biasca, Bodio, Personico, Pollegio e Serravalle relativa alla gestione del poligono di tiro di Iragana-Mairano. La Convenzione stabilisce che, per i Comuni coinvolti, quest'ultimo poligono sarà quello di riferimento per il tiro fuori servizio per la pistola.

Ok all'impegno di assumere apprendisti

Ieri sera sono anche state trattate due mozioni. La prima, presentata da Claudio Isabella per il gruppo Ppd, riguardava la richiesta di stanziare 1’000 franchi per ogni nuovo apprendista assunto da aziende attive sul territorio comunale. Il Municipio e la Commissione della gestione si erano detti contrari a questa proposta. Nel suo rapporto la commissione dubitava che tale contributo possa fungere effettivamente da incentivo per un'azienda. Riteneva insomma che tale misura non possa essere né efficace né opportuna in questo momento. Tuttavia, riconosceva che il tema degli apprendisti è molto importante: ha quindi proposto di respingere la mozione, ma di inserire nel Regolamento organico dei dipendenti (Rod) un principio che invita il Municipio a favorire la formazione di giovani con posti di apprendistato in tutti i settori dell’amministrazione comunale. Questa soluzione era stata accolta positivamente anche dall'esecutivo e ieri anche dal legislativo che ha approvato la proposta della Gestione. 

È invece stata accolta la mozione – primo firmatario Daniele Dell’Agnola (Plr) – che esponeva la necessita di valorizzare gli investimenti promossi dal Comune in ambito culturale, tramite un migliore coordinamento delle attività che già vengono organizzate sul territorio e un maggiore coinvolgimento dei principali attori già presenti e attivi in ambito culturale ed educativo.

Leggi anche:

‘I Comuni necessitano di poliziotti, non di semplici usceri’

Biasca verso il No al fondo per nuovi apprendisti

Biasca vuole valorizzare gli investimenti in ambito culturale

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
13 min
Il Museo di Val Verzasca nominato all’EMYA 2023
Tra i sette istituti culturali svizzeri iscritti per il prestigioso riconoscimento europeo vi è anche la struttura con sede a Sonogno
Ticino
3 ore
Un appello per l’Ucraina (e contro Putin)
È quello reso pubblico da Verdi, Ps, Mps e altre formazioni progressiste in previsione della Giornata mondiale dei diritti umani
Locarnese
3 ore
Hangar 1, il Cantone risponde alle Città
Sul futuro dell’aviorimessa all’Aeroporto di Locarno, il CdS ha raggiunto un’intesa con la Aelo Maintenance, che si occuperà della ricostruzione
Bellinzonese
1 gior
Ad Airolo-Pesciüm l’inverno scatta il 16 dicembre
Una nuova stagione invernale ricca di interessanti proposte e attività per tutti gli amanti della neve scalpita
Locarnese
1 gior
Ascona, inaugurato il Centro diurno socio-assistenziale
Offre una sessantina di appartamenti a pigione moderata a persone anziane o invalide. Promotrice è la Parrocchia, a gestirlo è la Fondazione San Clemente
Bellinzonese
1 gior
La casa Aranda di Giubiasco festeggia un’ultracentenaria
Erminia Addor di Cadenazzo mercoledì 7 dicembre ha superato la bella età di 102 anni attorniata dai familiari
Locarnese
1 gior
Centovalli, riaperta la strada
Dopo lo smottamento di martedì sera, i lavori di sgombero sono stati eseguiti e la tratta fra Camedo e il bivio di Palagnedra è di nuovo percorribile
Mendrisiotto
1 gior
Chiasso, per riaprire la piscina è urgente investire
La richiesta di credito ammonta a 582mila franchi e sarà votata il 19 dicembre. Verrà chiesto aiuto ai comuni convenzionati
Ticino
1 gior
In Ticino 1’483 nuovi contagi Covid e cinque decessi
I posti letto occupati da pazienti con Coronavirus sono 141, per un +23% rispetto alla scorsa settimana. Sei i pazienti che si trovano in cure intense
Luganese
1 gior
Viganello, restano grigie le facciate di Casa Alta
Trovato il compromesso, che prevede la rinuncia al tinteggio blu, dopo l’incontro tra Cantone, Città e presidente dell’assemblea dei proprietari
© Regiopress, All rights reserved