laRegione
pure-a-lumino-la-sinistra-vuole-mantenere-le-giornaliere-ffs
Più di 700 carte disponibili ogni anno (Ti-Press)
25.03.21 - 19:17
Aggiornamento: 26.03.21 - 18:57

Pure a Lumino la sinistra vuole mantenere le giornaliere Ffs

In un'interpellanza si chiede al Municipio di opporsi all'abolizione di questo servizio apprezzato dalla popolazione

Anche a Lumino il gruppo della sinistra (Socialisti, Verdi e Indipendenti) chiede al Municipio “se intende opporsi all'abolizione delle carte giornaliere Ffs messe a disposizione dai comuni”. In un'interpellanza firmata da Ivo Gentilini, Andrea Persico, Matteo Guscetti e Mario Baranzini si domanda inoltre se non sia il caso “di trasmettere la presente opposizione agli attori interessati, in particolare l’Alliance Swiss Pass, le Ffs e il Datec”. La stessa richiesta è stata fatta anche in altri comuni ticinesi, tra cui in quelli di Bellinzona, Terre di Pedemonte, Locarno e Mendrisio

“Per anni, la vendita di carte giornaliere da parte dei comuni ha dato a molte persone l'opportunità di scoprire la Svizzera o semplicemente di viaggiare a prezzi ragionevoli”, si legge nel testo della sinistra di Lumino. Comune nel quale “più di 700 carte sono disponibili ogni anno” e quasi tutte hanno “trovato acquirenti”. Quindi “la decisione l’Alliance Swiss Pass, che coordina questo servizio, di abolirlo entro il 2023 non ha senso. Mentre vogliamo promuovere l'uso del trasporto pubblico e partecipare alla transizione ecologica, l'abolizione di un servizio molto apprezzato e simbolico, senza presentare le soluzioni alternative elaborate, va nella direzione sbagliata”. Stando agli interpellanti, il Municipio di Lumino “deve poter affermare la sua volontà di continuare un servizio apprezzato dalla popolazione e che si inserisce nella politica a favore di una mobilità ecologica e accessibile a tutti”.

Invito a partecipare al ‘claen-up-day’

In ambito di protezione dell'ambiente, il gruppo della sinistra di Lumino invita poi la popolazione a partecipare, sabato 27 marzo alle 16, al ‘claen-up-day’ (pulizia del territorio) con il motto ‘Facciamo una passeggiata e raccogliamo i rifiuti lasciati in natura... Partecipate numerosi!’. I volontari saranno accolti al ponte di Bassa, sulla Moesa, dove verranno creati dei piccoli gruppi per rispettare le disposizioni sanitarie anti covid. Si invita inoltre i partecipanti a portare guanti e, chi ce l’ha, una pinza da caminetto. I sacchi saranno invece messi a disposizione.

Leggi anche:

Giornaliere Ffs, Bellinzona si adoperi per mantenerle

Locarnese, 'non rinunciamo alle carte giornaliere FFS'

Locarnese, 'non rinunciamo alle carte giornaliere FFS'

Carte giornaliere a Mendrisio in... controtendenza

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
giornaliere ffs interpellanza lumino sinistra
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Gallery
Luganese
1 ora
Auto contro moto a Madonna del Piano: un ferito grave
Incidente della circolazione attorno alle 20 sulla strada che da Ponte Tresa conduce a Fornasette, chiusa per i rilievi del caso
Ticino
3 ore
Il luglio 2022 è stato il secondo più caldo di sempre in Ticino
Il mese appena trascorso ha visto uno scarto di +2,6 °C rispetto alla norma 1991-2020: il record rimane a luglio 2015, con uno scarto di oltre 3°C
Ticino
4 ore
Strategia energetica, Marchesi (Udc): ‘Il nucleare al centro’
Il presidente e consigliere nazionale democentrista ‘preoccupato’ per la situazione attuale svela la sua ricetta: ‘Finora da Berna proposte insufficienti’
Bellinzonese
10 ore
Dieci chilometri di colonna sotto il sole tra Biasca e Airolo
Rientro dei vacanzieri e momentanea chiusura della galleria del San Gottardo mandano l’asse autostradale in tilt
Bellinzonese
12 ore
Tunnel del San Gottardo chiuso in entrambe le direzioni
Veicolo in avaria poco prima di mezzogiorno: situazione ‘calda’ sull’asse autostradale ticinese
Bellinzonese
18 ore
Bistrot di Bellinzona, ‘Nessuna truffa né maltrattamenti’
Il gerente Ivan Lukic non nasconde le difficoltà economiche. Tuttavia alcune persone hanno ‘tenuto duro, credendo nel progetto. Altre lo hanno diffamato’
Luganese
18 ore
Rovio, fucile notificato ma il padre era senza porto d’armi
Emergono ulteriori aspetti legati al grave fatto di sangue capitato domenica scorsa ad Agno: il 49enne non aveva il permesso di girare con il Flobert
Ticino
19 ore
Aspettando Godot... e Greta Gysin. L’area rossoverde attende
Sarebbe imminente la decisione della consigliera nazionale dei Verdi se candidarsi o meno per il governo. Bourgoin e Riget: ’Avanti, con o senza di lei’
Bellinzonese
1 gior
Vacanze costose e beni di lusso con i guadagni della cocaina
Condannato a 4 anni e 3 mesi (più l’espulsione dalla Svizzera) un 35enne recidivo e reo confesso. La Corte: ‘Prognosi nefasta’
Locarnese
1 gior
Gambarogno, 83enne inghiottito dalle acque del lago
L’uomo, un confederato, si era tuffato per una nuotata ma non è più riemerso. Partito dal Porto patriziale di Ascona, aveva ‘toccato’ alcune imbarcazioni
© Regiopress, All rights reserved