laRegione
19.03.21 - 15:06
Aggiornamento: 16:45

Giornico, al via la costruzione del nuovo svincolo

L'opera sarà realizzata nell'ambito dei lavori di costruzione del Centro di controllo per veicoli pesanti (Ccvp) sul sedime della ex Monteforno

giornico-al-via-la-costruzione-del-nuovo-svincolo
(foto Ustra)

Nell’ambito dei lavori di costruzione del Centro di controllo per veicoli pesanti (Ccvp) in corso sul sedime della ex Monteforno a Giornico, ha preso avvio in questi giorni il completamento delle bretelle per il nuovo svincolo autostradale. Queste collegheranno la A2 alla strada cantonale, attraverso una nuova rotonda di accesso al piazzale che ospiterà le infrastrutture principali di controllo e dosaggio del traffico pesante. Questi lavori si svolgeranno all’esterno della carreggiata autostradale e non avranno pertanto influssi particolari sul traffico di transito. Nel corso dei prossimi mesi, aggiunge l'Ufficio federale delle strade nel comunicato diramato, proseguirà anche l’edificazione dei tre edifici per le attività di controllo dei mezzi pesanti che verranno affidate alla polizia cantonale ticinese, come pure la costruzione del nuovo piazzale di stoccaggio e dosaggio dei veicoli pesanti.

Il nuovo Ccvp di Giornico sarà operativo a partire da fine 2022 e farà parte dei 13 centri di competenza che la Confederazione sta realizzando sul territorio nazionale per gestire in modo efficace il traffico pesante attraverso le Alpi, migliorando notevolmente l’attuale situazione precaria a livello logistico, della sicurezza e dell’ambiente. L’investimento complessivo a carico della Confederazione ammonta a circa 250 milioni di franchi.

 

 

Leggi anche:

Giornico, più sicurezza sull'A2 con il Centro veicoli pesanti

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
1 ora
Gambarogno, i ritocchi ai conti possono attendere
Le finanze del Comune destano preoccupazione, ma le contromisure non saranno per il 2023. Probabile un futuro aumento del moltiplicatore
Mendrisiotto
1 ora
Mendrisiotto, la qualità dell’aria resta osservata speciale
Dopo una settimana pesante è arrivata la pioggia. Nel 2020 registrate quattromila morti premature nelle province pedemontane lombarde
Luganese
1 ora
Lugano, la replica a Lombardi: ‘Coinvolgeteci, ma davvero’
La Commissione di quartiere di Sonvico mette i puntini sulle i, dopo che il municipale si era detto deluso dal presunto inattivismo delle commissioni
Ticino
8 ore
E per la fine dell’anno c’è anche Nez Rouge
Ritorna il servizio che riaccompagna a casa in sicurezza chi non se la sente di mettersi alla guida
Luganese
9 ore
Fiamme in un appartamento di Caslano, danni ingenti
Non si registrano feriti: quando l’incendio è scoppiato i locali erano vuoti. Sul posto pompieri di Caslano e Polizia
Luganese
11 ore
Protezione civile Lugano Città, un altro anno in prima linea
Anche nel 2022 i giorni di servizio sono stati largamente di più di quelli del triennio 2018-20, seppur un po’ meno rispetto al 2021
Grigioni
13 ore
Frana in Val Calanca: ‘Non si può continuare a sfidare la sorte’
Per la vicesindaca di Buseno Rosanna Spagnolatti è necessario individuare una soluzione per una zona già toccata in passato da scoscendimenti
Mendrisiotto
13 ore
Breggia cambia il progetto per l’ex Osteria del sole
Il Municipio ha presentato una nuova domanda di costruzione, che al contrario della precedente, prevede la demolizione integrale della struttura
Gallery
Ticino
13 ore
Nel weekend la Svizzera italiana s’è messa il suo abito bianco
Trenta centimetri a San Bernardino, venti a 1’400 metri di quota: la neve ha fatto capolino anche a Sud del San Gottardo. Disagi contenuti sulle strade
Ticino
15 ore
Il 25 dicembre Gas stacca definitivamente la spina
La testata web indipendente di controinformazione, nata in scia al cartaceo Diavolo, annuncia la sua prossima chiusura
© Regiopress, All rights reserved