laRegione
14.02.21 - 14:36
Aggiornamento: 12.11.21 - 10:35

Sistemazione strade collina di Daro: ‘A che punto siamo?’

Il consigliere comunale Tiziano Zanetti chiede lumi al Municipio di Bellinzona sulla situazione in cui versano alcune vie

sistemazione-strade-collina-di-daro-a-che-punto-siamo
Il cedimento in via ai Ronchi dello scorso agosto

Con un’interpellanza al Municipio di Bellinzona, il consigliere comunale Plr Tiziano Zanetti chiede lumi sulla situazione in cui versano le strade viarie nella zona della collina di Daro. “Un’adeguata programmazione nel tempo ed una costante importante cura – fa notare Zanetti – deve essere premessa per fare in modo che tutti possano usufruire adeguatamente delle diverse strutture”. Il consigliere comunale sollecita interventi per una serie di strade. A cominciare da via Sasso Corbaro: “A quando è prevista finalmente la sistemazione del manto stradale in prossimità della zona denominata Madonna che porta al Castello di Sasso Corbaro?”. Quattro le domande per via Predella: “Quali sono le tempistiche previste per la sistemazione di tutte le bordure che delimitano il campo stradale? In molti casi – sottolinea Zanetti – le medesime sono inesistenti o cedute e i cordoli si trovano nei prati sottostanti. Oltretutto questo stato di cose causa crepe nel manto bituminoso che generano poi buche con relative dannose infiltrazioni d’acqua. Come mai – chiede ancora all’Esecutivo – nel rifacimento delle vasche di contenimento in alcuni riali non si è tenuto conto dell’adeguato diametro dei tubi di scarico causando il riempimento immediato delle vasche e la loro inevitabile tracimazione in caso di eventi atmosferici importanti? In che modo è previsto il taglio dei numerosi alberi secchi che invadono in più punti il campo stradale e che stanno generandone il graduale cedimento? Non si ritiene giunto il momento d’intervenire decisamente con opportune ed adeguate attrezzature per supportare il pur lodevole lavoro degli operai comunali addetti alla manutenzione?”. Per quanto riguarda via ai Ronchi (dove lo scorso agosto era scesa una frana a ridosso di un cantiere privato), Zanetti chiede quando è previsto “il ripristino completo in prossimità del numero civico 31?”. E ancora: “Il Municipio non ritiene che vi siano degli interessi superiori per fare in modo di dare il via immediato ai lavori indipendentemente dalle liti in corso tra i responsabili del cantiere privato e l’Ente pubblico?”. Da ultimo Zanetti chiede lumi sulla situazione in via Malmera: “Malgrado l’accettazione praticamente unanime del Consiglio Comunale di quattro anni or sono la sistemazione completa di Via Malmera non è ancora stata avviata; come mai?”.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
46 min
Tra l’Alabama e il Ticino
L’economista della Supsi Spartaco Greppi commenta la strategia economica prospettata da Ticino Manufacturing dopo l’adesione al salario minimo
Ticino
52 min
Ancora alcuni posti liberi per la giornata sul servizio pubblico
Giovani a confronto. La manifestazione si svolgerà a Bellinzona l’8 ottobre
Ticino
1 ora
Jaquinta Defilippi e Quattropani dichiarano fedeltà alle leggi
Dopo la loro elezione a magistrati da parte del Gran Consiglio. Lei procuratrice pubblica, lui pretore di Leventina
Ticino
2 ore
Un ottobre da... radar
Tutti i punti osservati speciali dalla Polizia cantonale della settimana fra il 3 e il 9 ottobre: occhio alla velocità
Bellinzonese
2 ore
Camorino, servono 2,5 milioni in più per il Centro polivalente
Il Consiglio di Stato chiede un credito suppletorio ai già stanziati 11 milioni: ‘Necessario aumentare le superfici degli alloggi’ per richiedenti l’asilo
Luganese
2 ore
Lugano, disavanzo di 5,3 milioni nel Preventivo 2023
Dato positivo, ma da relativizzare, spiega Foletti, considerando il nuovo sistema di calcolo. Moltiplicatore d’imposta: si propone di lasciarlo al 77%
Ticino
3 ore
‘Serve una lista forte’, Mirante critica la direzione Ps
Per l’esponente socialista la proposta di lista che la direzione presenterà al Congresso del 13 novembre si basa su un ragionamento ‘fallace a azzardato’
Locarnese
4 ore
Locarno, licenziato l’agente dei presunti atti d’esibizionismo
L’esecutivo cittadino ha comunicato in giornata la decisione presa. Il poliziotto, dal canto tuo, ricorrerà al Consiglio di Stato
Bellinzonese
4 ore
Camorino: ‘La Città si ricordi la nostra volontà politica’
Le esortazioni dell’ex sindaco Donadini, mense scolastiche, parchi giochi e una sede per le società: sono alcuni temi dell’incontro col Municipio turrito
Mendrisiotto
4 ore
Ritorno al salario minimo: ‘Doveva andare così’
Il fronte sindacale (Ocst e Unia) commenta il dietrofront di Ticino Manufacturing. Rischio delocalizzazione, ‘si paga pegno ma non alla legge’
© Regiopress, All rights reserved