laRegione
25.01.21 - 12:13
Aggiornamento: 17:53

Anche a Biasca parte la vaccinazione di prossimità

Da martedì 26 nello stabile 1515 del Patriziato

anche-a-biasca-parte-la-vaccinazione-di-prossimita
Ti-Press

Da martedì 26 gennaio sarà operativo il centro di vaccinazione di prossimità istituito dal Comune di Biasca nell’ambito della campagna contro il Coronavirus. Attualmente il vaccino è riservato alla popolazione residente con 80 o più anni, ai loro coniugi o partner registrato con 75 o più anni, o più in generale alle persone residenti nella stessa economia domestica sempre over 75. Chi non si è annunciato ai centri cantonali di Rivera, Ascona o Tesserete e corrisponde alla fascia d’età indicata sopra deve ora contattare la Cancelleria comunale telefonando allo 091 874 39 00. La struttura sarà operativa nel blocco B dello stabile 1515 di proprietà del Patriziato di Biasca, ubicato in via Giovannini e in prossimità della Piazza Centrale. L’accesso allo stabile sarà segnalato ma si raccomanda alle persone che si presenteranno per essere vaccinate di utilizzare la porta d’accesso a pianterreno (lato nord). Questo permetterà al personale di verificare i dati e rilevare la temperatura. Il personale dell’amministrazione comunale sta pianificando gli appuntamenti con chi si è già iscritto e si rinnova la raccomandazione a non presentarsi con troppo anticipo al centro per evitare assembramenti di persone. Per il centro di prossimità il Comune di Biasca, oltre ad allestire spazi e strutture, mette a disposizione dei medici il necessario supporto amministrativo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
13 min
Bertoli sull’arresto del direttore: ’Non mi capacito neanch’io’
Il Decs ha chiarito i punti essenziali della vicenda e presentato le prossime linee di azione
Mendrisiotto
1 ora
‘Crassa leggerezza’, chiesta l’assoluzione del principe Selassié
Davanti alle Criminali di Mendrisio, la difesa evidenzia la mancanza di controlli degli accusatori privati. La sentenza sarà pronunciata alle 17.
video
Locarnese
1 ora
Mattinata di... fuoco in via Luini a Locarno
Incidente in un distributore di benzina. Fortunatamente non si sono registrati feriti.
Luganese
2 ore
Bissone, il Comune vince la causa civile per il Lido
La sentenza della Pretura di Lugano condanna la società, a cui vennero affidati i lavori di ristrutturazione, a risarcire l’ente locale di 533’000 franchi
Mendrisiotto
4 ore
Lastminute, l’inchiesta si allarga anche alla ceo ad interim
Coinvolti ora nell’inchiesta anche altri ex e attuali dipendenti del rivenditore di viaggi e tempo libero online con sede a Chiasso
Locarnese
6 ore
Nodo viario di Ponte Brolla, le criticità discusse dai residenti
L’Associazione Quartiere Solduno-Ponte Brolla-Vattagne promuove un incontro con gli abitanti per fare il punto ai contestati progetti di Fart e Cantone
Luganese
6 ore
Una vita in Pretura: ‘La volontà di rendere giustizia’
Intervista a Franca Galfetti Soldini che dopo vent’anni (trentaquattro in totale) lascerà la guida della Sezione 3 della Pretura di Lugano
Gallery e video
Bellinzonese
8 ore
La denuncia: ‘Abbiamo visto pecore malate e morte di stenti’
Due escursionisti testimoniano lo stato precario in cui hanno ripetutamente trovato un gregge di ovini vicino al Passo di Lucendro
Ticino
8 ore
Finanziamento degli Spitex ticinesi sotto la lente della Comco
La Commissione della concorrenza: ‘Le imprese private potrebbero vedersi limitate nel loro sviluppo, a scapito di un efficiente mercato concorrenziale’
Ticino
17 ore
Cassa pensioni pubblica, ‘più che un pilastro è un grissino’
Oltre 3mila dipendenti dello Stato in piazza a Bellinzona per protestare contro il taglio del 20% alle pensioni, il secondo in 15 anni.
© Regiopress, All rights reserved