laRegione
Salernitana
0
Atalanta
0
2. tempo
(0-0)
Zugo
2
Friborgo
1
fine
(1-1 : 0-0 : 0-0 : 1-0)
Lakers
5
Losanna
1
fine
(2-0 : 2-0 : 1-1)
Ginevra
3
Lugano
5
fine
(1-1 : 1-2 : 1-2)
Ajoie
4
Ambrì
0
3. tempo
(3-0 : 0-0 : 1-0)
Bienne
3
Davos
0
3. tempo
(0-0 : 2-0 : 1-0)
Langnau
2
Zurigo
6
3. tempo
(0-1 : 1-4 : 1-1)
il-ppd-di-lumino-chiede-chiarezza-sulle-scuole-di-castione
La loro sede potrebbe allontanarsi (Ti-Press)
Bellinzonese
19.12.20 - 06:000

Il Ppd di Lumino chiede chiarezza sulle scuole di Castione

Due nuove varianti per il comparto scolastico preoccupano Enea Monticelli: una prevede la demolizione della sede, l'altra una riduzione della capacità.

«Siamo preoccupati e chiediamo innanzitutto chiarezza» in merito ai progetti sul tavolo per quanto riguarda il comparto scolastico di Castione. Enea Monticelli, consigliere comunale di Lumino, è infatti preoccupato per il futuro degli allievi di Scuola media del suo Comune, in seguito ai progetti alternativi emersi recentemente durante la seduta di Consiglio comunale di Arbedo-Castione, che prevedono o la demolizione della sede o la diminuzione della capacità. 

Attualmente a Castione sarebbe previsto un potenziamento del comparto scolastico (ampliamento delle medie e inserimento nell'edificio della Scuola per l'infanzia). Tuttavia, questo progetto è attualmente congelato a causa di opposizioni e ricorsi. Il Municipio di Arbedo-Castione, rispondendo a un’interpellanza del gruppo Ppd, ha così indicato che il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (Decs) starebbe elaborando altre due varianti che interesserebbero gli studenti di questa regione. Una variante prevederebbe la costruzione di “una nuova struttura scolastica per 500 allievi” situata “tra Bellinzona e il quartiere di Claro”, si legge in un’interrogazione presentata ieri da Monticelli a nome del Gruppo Ppd, insieme al collega Damiano Della Bruna. In questo caso, “una volta costruito il nuovo edificio, quello di Castione verrebbe definitivamente demolito”. Insomma, con questa variante gli allievi di Lumino, ma anche quelli di Arbedo Castione, dovrebbero recarsi presso una sede più lontana rispetto a quella attuale. E ciò non sarebbe ammissibile secondo la Sezione Ppd di Lumino

Una terza opzione prevederebbe invece “il risanamento delle strutture già presenti” e la “ricostruzione di un nuovo blocco sportivo (doppia palestra)”. Tuttavia, questa variante permetterebbe di accogliere solo “350 allievi” e comporterebbe quindi una riduzione della capacità. «Il problema è che già la struttura attuale è sottodimensionata», sottolinea a ‘laRegione’ Monticelli. In questo caso si andrebbe dunque a peggiorare la situazione, obbligando gli studenti “non ospitabili a Castione” a recarsi presso “altre sedi di Scuola edia (Bellinzona e/o Lodrino)”. In entrambi i casi si tratterebbe quindi di «una penalizzazione» per gli allievi dei Comuni di Lumino e di Arbedo-Castione oltre che della regione.

Apprensione anche ad Arbedo-Castione

E infatti, questa situazione genera apprensione anche ad Arbedo-Castione: «Non sappiamo a che punto sono queste varianti, ma già il fatto che ci siano, ci preoccupa», afferma da noi contatta la capogruppo Ppd Lorenza Soncini. «Noi vorremmo che la Scuola media di Castione continui a esistere e che possa continuare a ospitare gli allievi del nostro comune». Con le eventuali opzioni messe sul tavolo, il rischio sarebbe dunque quello che pure gli studenti di Arbedo-Castione debbano in futuro recarsi in un'altra sede di Scuola media.

L'obiettivo dell’interrogazione presentata a Lumino è innanzitutto quello di fare chiarezza: «Anche il Municipio del nostro comune dovrebbe essere a conoscenza di queste varianti», rileva Monticelli. Nell’atto parlamentare si chiede dunque all’esecutivo se “è al corrente degli scenari” citati. E, in caso contrario, “se intende prendere contatto con il Municipio di Arbedo-Castione al fine di comprendere meglio la situazione”. In secondo luogo si chiede all’esecutivo di prendere contatto con il Decs “al fine di essere debitamente informato”, facendo “nel contempo presente la ferma contrarietà a qualsiasi soluzione che possa comportare l’iscrizione ad una sede di scuola media diversa da quella di Castione”.

TOP NEWS Cantone
Ticino
4 ore
‘Imponimento’, chieste condanne per 630 anni complessivi
La proposta è stata avanzata dal procuratore aggiunto e dai due sostituti della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro
Luganese
6 ore
Party illegale al Parco Saroli: interviene la polizia
Oltre un centinaio di giovani si è riunito stanotte per fare festa. Secondo uno di loro, gli agenti avrebbero fatto uso di pallottole di gomma e spray al pepe
Ticino
8 ore
Eitan e il nonno controllati a Lugano? La polizia nega
Shmuel Peleg e il nipote, accompagnati da un misterioso autista, non sarebbero stati fermati prima di giungere all’aeroporto
Locarnese
16 ore
Cannabis, ‘la Svizzera guarda avanti ma il Ticino è fermo’
Il punto con Sergio Regazzoni, coordinatore dell’Associazione cannabis ricreativa. Intanto a Cugnasco-Gerra arrivano 206 firme ‘anti-puzza’ da coltivazione outdoor
Mendrisiotto
16 ore
Salta l’accordo fra Chiasso e Balerna sulle case anziani
Balerna abbandona il progetto di creare un ente autonomo con i vicini. Ma Chiasso è deciso a centrare l’obiettivo, ma in solitaria
Luganese
16 ore
Piscina di Savosa, scatti sott’acqua a caccia della luce
Quattro ballerine, una macchina fotografica e, sullo sfondo, luoghi della cultura: sono gli ingredienti di ’Fluttuazioni Divine’ di Franco Taranto
Ticino
1 gior
La destinazione Ticino è piaciuta anche con la pandemia
Uno studio dell’Università di San Gallo ha fatto emergere il valore turistico del territorio. Attività all’aperto e aree verdi, gli atout su cui puntare
Mendrisiotto
1 gior
Masseria di Vigino, il Cantone assicura la tutela del bene
L’interesse c’è. E anche la disponibilità a cedere il complesso a potenziali promotori (con tanto di sussidi). Purché il progetto sia rispettoso
Luganese
1 gior
Lugano, un pic-nic per sensibilizzare contro il Covid Pass
Si è svolta nella calma l’azione spontanea di protesta in centro città contro le discriminanti disposizioni decise dal Consiglio federale.
Bellinzonese
1 gior
Lumino, il prezzo del nubifragio ammonta a oltre un milione
Il Municipio chiede due crediti per coprire gli interventi già sostenuti e preventivati. Con i sussidi cantonali, l’onere netto per il Comune sarà di 360mila franchi
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile