laRegione
27.11.20 - 12:07

Bellinzona: Verdi, Mps e Forum Alternativo corrono a braccetto

Assieme anche al Partito operaio proporranno una lista per il Municipio e una per il Consiglio comunale in occasione delle elezioni di aprile 2021

bellinzona-verdi-mps-e-forum-alternativo-corrono-a-braccetto
Lorenza Giorla, Marco Noi e Giuseppe Sergi (Ti-Press/D.Agosta)

«La nuova lista rappresenterà l'evento politico del prossimo aprile». Ne è convinto il coordinatore dell'Mps Giuseppe Sergi, che stamattina ha presentato la novità elettorale assieme a Marco Noi in rappresentanza dei Verdi e Lorenza Giorla per il Forum Alternativo durante la conferenza stampa svoltasi in piazza Nosetto a Bellinzona. Dopo che la stessa proposta avanzata dall'Mps per le elezioni previste quest'anno era stata rifiutata dai Verdi e dopo alcune settimane di riflessione, ora queste forze politiche affiancate anche dal Partito operaio e popolare (Pop) hanno deciso di unirsi. Due saranno le liste al momento non ancora decise ma in fase di allestimento e con alcune intese preliminari già imbastite, una per il Municipio e l'altra per il Consiglio comunale (nel quale ora siedono due rappresentanti due Verdi e due dell'Mps). «Le forze che si uniscono sono state le uniche che in questa legislatura hanno portato una critica allo stile politico condotto dal Municipio. I nostri toni a volte possono essere differenti, ma sugli obiettivi siamo convergenti», ha sottolineato il consigliere comunale Marco Noi.

Tra i temi che saranno senz'altro un cavallo di battaglia della nuova unione politica figurano una gestione oculata dei conti, soprattutto alla luce degli importanti sorpassi di spesa venuti alla luce la scorsa primavera, ma anche una forte opposizione al progetto scelto per il nuovo quartiere Officine. «Ci opponiamo all'edificazione di contenuti residenziali come quelli previsti al posto delle Officine, con appartamenti per 2'500 persone quando già attualmente lo sfitto è alto. E chiediamo che ci si concentri su contenuti lavorativi e formativi», ha sottolineato Lorenza Giorla, citando altri aspetti che verranno portati avanti, come la lotta contro il dumping salariale e sociale, la creazione di una città che metta al centro gli anziani e la politica giovanile, senza dimenticare un focus particolare sulla gratuità dei servizi (ad esempio i mezzi pubblici), sulla solidarietà e sull'ambiente. L'alleanza, è stato ribadito a più voci, sarà di forte opposizione. «In sede aggregativa si è sempre detto che si sarebbe chiamata "Nuova" Bellinzona, anziché "Grande", lasciando intendere di voler puntare sulla qualità, sulla solidarietà e sulla valorizzazione del territorio - ha ricordato Marco Noi -. Ma questi intendimenti non sono stati tradotti in realtà. A proposito di progetti strategici si parla ora di "smart city", "Swiss innovation park", "Greater Zurich area": si tratta di termini non autoctoni, delle vere e proprie neofite invasive, che non corrispondono alle attese della cittadinanza».

Sul motivo per cui i Verdi (che nel 2016 fa avevano corso assieme al Ps sulla lista per il Municipio, e da soli per il Legislativo) abbiano cambiato idea alcuni mesi dopo aver rifiutato la stessa proposta dell'Mps, Marco Noi ha sottolineato che l'anno appena trascorso è stato del tutto particolare. «Un anno fa pesavano di più le differenze, mentre ora ci siamo resi conto che è il momento per far pesare le convergenze. Magari ci saranno dei litigi, ma serviranno per appianare le divergenze», ha aggiunto. 

Leggi anche:

Alleanza alle Comunali: l'Mps c'è, i Verdi ci pensano su

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
20 min
I 25 anni della Supsi secondo Gervasoni, tra successi e futuro
L’importanza della formazione professionale, i ricordi di quell’acronimo che faceva sorridere e ora è un’istituzione, gli obiettivi da raggiungere (tanti)
Ticino
20 min
‘Si allarghino le fasce di reddito per i sussidi cassa malati’
L’iniziativa del Ps e i due rapporti allestiti saranno al centro della prossima seduta della Commissione parlamentare sanità e sicurezza sociale
Bellinzonese
3 ore
Necessari 45 milioni per il nuovo Ior a Bellinzona
Studio di fattibilità concluso: oltre ai 12 laboratori sono previsti una mensa e un auditorium, e forse anche un asilo nido per i figli dei ricercatori
Luganese
3 ore
Mezzovico: lite fra giovani degenera, interviene il... papà
Condannato per vie di fatto un 57enne che, durante un alterco fra il figlio e alcuni coetanei (fra cui la ex), ha tirato quattro sberle a tre dei ragazzi
Locarno
11 ore
Originalità e ambizione: la Cultura è in due parole
Direzione dei Servizi, con il bando uscito ieri la Città di Locarno cerca una figura in grado di ridisegnare l’intera struttura
Ticino
13 ore
Mafie in Ticino: ‘Tanti i progetti, ma sono davvero operativi?’
A chiederlo è il deputato Quadranti (Plr) sentito in audizione dalla Commissione giustizia e diritti in quanto non soddisfatto delle risposte del governo
Mendrisiotto
13 ore
Aim di Mendrisio, crediti quadro più ‘trasparenti e oculati’
La Commissione della gestione richiama le Aziende sull’uso di questo strumento finanziario. E smagrisce l’investimento richiesto di quasi 2 milioni
Bellinzonese
13 ore
Giardinieri multati a Bellinzona, ‘le regole sono chiare’
Consegna del verde agli ecocentri, il Municipio replica alle critiche e ammette però la presenza di eccezioni: ‘Solo se accompagnati dai proprietari’
Locarnese
14 ore
Ginecologia e ostetricia, si valuta la collaborazione
Nel Locarnese approfondimenti in corso: nascite alla Carità e ginecologia operatoria alla Santa Chiara
Luganese
14 ore
Campo Marzio nord di Lugano, avviato l’iter senza variante di Pr
Polo turistico e congressuale: il Municipio chiede 306’000 franchi e la revoca della modifica pianificatoria votata dal Consiglio comunale nel 2017
© Regiopress, All rights reserved