laRegione
12.11.20 - 19:04
Aggiornamento: 19:40

Focolaio di Covid-19 al San Giovanni di Bellinzona

Tra pazienti e dipendenti si contano 16 contagi in un reparto dell'ospedale. Famiglie avvisate e visite sospese

focolaio-di-covid-19-al-san-giovanni-di-bellinzona
Ti-Press

Nonostante le accresciute misure di igiene, anche in ospedale ci si può ammalare di Covid-19. È il caso del San Giovanni di Bellinzona, dove sette pazienti e nove dipendenti sono risultati positivi al test del coronavirus. Ne dà notizia Tio, mentre l'Ente ospedaliero cantonale (Eoc) non ha dal canto suo diffuso alcun comunicato al riguardo. Il portavoce dell'Eoc Mariano Masserini citato dal portale ha confermato la notizia spiegando che alcuni giorni fa i sintomi sospetti di un paziente hanno fatto scattare un campanello d'allarme. Il reparto coinvolto è quello di Medicina 2, dove l'Eoc ha deciso di sospendere in via precauzionale la possibilità di effettuare visite e dov'è in corso una procedura di sanificazione. I pazienti coinvolti e le loro famiglie sono stati avvisati.

Il nosocomio bellinzonese non fa parte degli istituti dedicati ai pazienti Covid-19, fatta eccezione per le donne in gravidanza. «In un contesto in cui le infezioni tra la popolazione sono in aumento, non è possibile escludere a priori il rischio di contagio anche all’interno di una struttura ospedaliera», sottolinea il portavoce. Di fatto, viene spiegato, l'Ente si attiene a un protocollo apposito per quanto riguarda le misure di protezione: la mascherina chirurgica è obbligatoria, è inoltre prevista una corretta igiene delle mani, il triage per pazienti e visitatori, nonché il distanziamento sociale quando possibile. In presenza di sintomi anche minori o contatto a rischio, vengono inoltre effettuati i test. Da noi contattato, Masserini aggiunge che si tratta di un problema contenuto e che in generale l'ospedale è un luogo privilegiato per la diffusione di virus e batteri.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
2 ore
Lugano agevola l’accesso alla cultura ai 18enni
Il pass per i giovani è stato accolto dal Consiglio comunale che ha dato luce verde al concorso per il piazzale ex Scuole (senza mercato)
Luganese
5 ore
In Appello i tre ventenni accusati di stupro di una coetanea
Sono comparsi alla sbarra i due fratelli e l’amico, tutti già condannati, che nel 2021 hanno approfittato di una ragazza: secondo loro era consenziente
Ticino
6 ore
La fiducia dei consumatori è bassa, ma gli acquisti non calano
È il dato, per certi versi sorprendente, che emerge dai dati della Seco. Stephani (Ustat): ‘Più preoccupazione per i rincari che per la disoccupazione’
Bellinzonese
7 ore
Raccolta di beni di prima necessità per la Turchia
La merce si potrà portare all’ingresso dell’Espocentro da domani a mezzogiorno. I primi furgoni partiranno già giovedì
Locarnese
8 ore
La formazione dei docenti in Ticino compie 150 anni
Nel 2023 l’anniversario dell’istituzione della Scuola magistrale, oggi Dipartimento formazione e apprendimento, verrà sottolineato con diverse iniziative
Bellinzonese
8 ore
Ospedali di valle, ‘De Rosa sapeva delle pressioni?’
Interpellanza Mps al governo sui rapporti intercorsi fra il primo firmatario Martinoli e i vertici del Dss coinvolti nel gruppo di lavoro
Locarnese
8 ore
L’Osteria Palazign nelle mani del Patriziato di Comologno
Grazie all’interessamento e all’aiuto (anche) del Cantone presto l’acquisto dell’immobile, che con Palazzo Gamboni costituisce un tutt’uno
Locarnese
9 ore
Ronco s/Ascona, il ‘Comune sano’ può proseguire
Accolto dal legislativo il credito per l’ulteriore fase del progetto; archiviati i conti preventivi, come pure tutte le trattande all’ordine del giorno
Mendrisiotto
10 ore
Spaccio di cocaina, un arresto nel Mendrisiotto
Un 46enne della regione è finito in manette nell’ambito di un’inchiesta svolta con i servizi antidroga delle polizie di Mendrisio, Chiasso e Stabio
Mendrisiotto
13 ore
Trasporto di 712 grammi di eroina, l’incarto torna al Ministero
La droga è stata intercettata a Coldrerio. La Corte delle Assise criminali non ha approvato l’atto d’accusa emesso nei confronti di un 49enne svizzero
© Regiopress, All rights reserved