laRegione
sei-arresti-per-eroina-e-cocaina-a-bellinzona-e-tre-valli
Bellinzonese
18.09.20 - 11:070
Aggiornamento : 15:48

Sei arresti per eroina e cocaina a Bellinzona e Tre Valli

Due inchieste hanno permesso di stroncare importanti attività di traffico e spaccio. Sequestrata parecchia sostanza

L'intensa attività operativa e investigativa della Polizia cantonale, in particolare del Servizio antidroga con a supporto alcune Polizie comunali, ha visto nei giorni scorsi giungere a conclusione due inchieste antidroga che hanno interessato in particolare il Bellinzonese e alcune zone delle Tre Valli, portando a sei arresti e al sequestro di importanti quantitativi di sostanze illegali. “Questo a testimonianza della sempre alta attenzione, da parte del Ministero pubblico e della Polizia, nel contrasto dei reati legati al traffico e allo spaccio di stupefacenti in Ticino”, si legge in un comunicato stampa. Entrambe le inchieste, nelle quali non figurano coinvolti dei minorenni, sono coordinate dal sostituto procuratore generale Nicola Respini.

Lupo solitario poco collaborativo

La prima inchiesta, svolta in collaborazione con le Polizie comunali di Bellinzona e di Biasca, ha visto finire in manette un 39enne cittadino dominicano residente a Bellinzona (di professione autista per una ditta di trasporti del Locarnese) e un 27enne svizzero domiciliato nella regione. Inizialmente gli inquirenti hanno ritenuto che fosse quest'ultimo il perno dello spaccio (in realtà ha avuto un ruolo marginale), per poi invece risalire al dominicano che negli anni scorsi aveva già avuto contatti con suoi connazionali condannati per i medesimi reati, mentre in questo caso sembra aver agito da solo. Scarsa finora la sua collaborazione con gli inquirenti nell'indicare i canali di approvvigionamento (probabilmente Italia). Complessivamente è stato sequestrato oltre un chilo di cocaina con elevato grado di purezza. La principale ipotesi di reato nei loro confronti è quella di infrazione aggravata alla Legge federale sugli stupefacenti. Una quindicina di consumatori è stata inoltre denunciata a piede libero alla Magistratura. 

Da Biasca a Claro nell'appartamento di una tossicomane 

Nel secondo caso gli accertamenti hanno riguardato un importante traffico di eroina concernente la regione delle Tre Valli e il Bellinzonese (principalmente Claro, Biasca e Bodio). L'inchiesta, svoltasi questa estate in collaborazione con la Polizia comunale di Biasca e con i servizi antidroga della Polizia della città di Bellinzona, ha portato al sequestro di circa 500 grammi di eroina, di alcune migliaia di franchi e di quasi due chili di sostanza da taglio. In totale sono state arrestate quattro persone: si tratta di un 44enne albanese residente a Claro (è lui il principale imputato, trasferito da Biasca a Claro dall'organizzazione albanese che lo riforniva e lo incaricava di trafficare), della 36enne tossicomane e spacciatrice svizzera di Claro che lo ospitava, di un 47enne svizzero domiciliato in Riviera e di un 57enne italiano residente a Bodio. A differenza del dominicano, l'albanese sta collaborando con gli inquirenti. La principale ipotesi di reato a carico dei quattro arrestati è quella di infrazione aggravata alla Legge federale sugli stupefacenti. Denunciata a piede libero una ventina di consumatori per reati in urto alla Legge federale sugli stupefacenti.

TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
1 ora
Capanna Gorda verso l'ampliamento
Il Comune di Blenio intende contribuire con 200mila franchi. Parallelamente avanzano i preparativi per l'osservatorio astronomico
Luganese
5 ore
Vico Morcote, 'si istituisca il Consiglio comunale'
Ecco l'esito del sondaggio: l'80% dei votanti vuole abbandonare l'Assemblea. A dicembre la decisione definitiva in seduta ordinaria
Grafici
Ticino
7 ore
Coronavirus, in Ticino 257 nuove infezioni e un decesso
Nelle ultime 24 ore 10 persone hanno dovuto essere ricoverate a causa del Covid-19
Ticino
11 ore
‘Nuove misure contro il Covid? Attenzione all’impatto psicologico’
Tra stanchezza pandemica e contagi in aumento, lo psichiatra Michele Mattia: ‘Responsabilità civile importante, ma si tenga conto della psiche delle persone’
Bellinzonese
11 ore
Aggregazione Bassa Leventina: si vota nei Cc a febbraio
Avanza il progetto a quattro, nonostante la contrarietà di Pollegio. Ne abbiamo parlato con il sindaco: 'Non porterebbe un valore aggiunto'
Luganese
11 ore
Colpo da 3 milioni e sequestro, mezza banda in aula a Lugano
Alla vigilia del processo per la rapina al portavalori di Monteggio emerge la somma sottratta nel luglio 2019. All'appello mancano tre dei sei malviventi
Locarnese
11 ore
Tegna, tra Comune e Parrocchia una convenzione del 1811
I rapporti fra le due istituzioni non sono dei più idilliaci. Si attende il rinnovo dell'accordo tra le parti, che, due anni fa, il legislatio non approvò
Ticino
20 ore
Cassa pensioni cantonale, i 500 milioni sono 'imprescindibili'
Daniele Rotanzi (direttore dell'Ipct): la sostenibilità finanziaria futura dell'istituto dipende anche dall'approvazione del parlamento del mezzo miliardo
Luganese
21 ore
Deposito Arl di Viganello, il Municipio: 'Sì alla tutela'
Esecutivo favorevole a una modifica pianificatoria per la salvaguardia dello storico stabile, ma con possibilità edificatorie attorno e in altezza
Ticino
22 ore
Radar un po' per tutti, ma soprattutto per il Luganese
Ecco i controlli di velocità previsti in Ticino tra il 26 ottobre e il 1° novembre 2020
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile