laRegione
violenza-carnale-lei-era-consenziente
Dall'archivio ©Ti-Press
22.10.19 - 17:13

Violenza carnale: 'Lei era consenziente'

Presunto stupro: l’imputato sostiene di non aver fatto nulla che la giovane non volesse. Diverso il parere del pp Capella, che ha chiesto 6 anni e 3 mesi.

di Giacomo Rizza

«Era consenziente: durante l’atto provava piacere, gemeva e mi baciava sul collo. Non ho fatto niente che lei non volesse». Stride, il rapporto sessuale “passionale” descritto dall’imputato, rispetto alla versione fornita della presunta vittima minorenne, che accusa il 29enne kosovaro residente nel Bellinzonese (da oggi alla sbarra alle Criminali con l’accusa di violenza carnale) di averla stuprata durante quell’incontro di inizio giugno avvenuto nell’appartamento dell’uomo conosciuto quattro giorni prima.

Durante i primi interrogatori, la giovane – ha ricordato oggi in aula il giudice Mauro Ermani spulciando i verbali degli interrogatori – aveva invece affermato di aver cercato di opporre resistenza di fronte alle intenzioni dell’uomo che, secondo l’accusa, avrebbe usato la forza per compiere l’atto sessuale completo.

La ragazza, ha sottolineato il procuratore pubblico Moreno Capella durante la sua requisitoria,  avrebbe cercato di far desistere il 29enne, esponendo in maniera chiara – dopo un precedente rapporto orale – il rifiuto di consumare un rapporto completo. Da un referto medico prodotto l’indomani, emerge che la giovane ha subito una lacerazione di entità importante nelle parti intime.

Chiesti 3 anni e 6 mesi di carcere

Capella, giudicando grave la colpa dell’uomo, ha chiesto una pena detentiva di 3 anni e 6 mesi, più l’espulsione dalla Svizzera per un periodo di 10 anni. «Il disagio della vittima (ancora vergine al momento dei fatti, ndr), espresso oralmente e dai comportamenti durante l’atto, nonché la violenza dell’imputato per vincere la resistenza fisica della giovane, giustificano il reato di violenza carnale», ha affermato il pp.

La parola passerà ora all’avvocato Sandra Xavier, presente in aula in veste di rappresentante dell’accusa privata. Prenderà poi la parola la difesa, rappresentata dall’avvocato Stefano Pizzola, che si batterà per il proscioglimento.

La sentenza verrà proferita domani.

La stoccata di Ermani alla Polizia giudiziaria

Durante la mattinata era giunta inaspettata la critica del giudice Mauro Ermani verso le modalità con cui la Polizia giudiziaria ha condotto il primo interrogatorio della 16enne. «È stata trattata come una sgualdrina», ha tuonato Ermani, alludendo ai sensi di colpa che gli inquirenti avrebbero cercato di suscitare in relazione all’ingenuità della giovane nel prendere la decisione di recarsi a casa di un uomo sostanzialmente sconosciuto. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
2 ore
Se Cenerentola avesse avuto a disposizione un’app
Passa da una ‘prova’ virtuale, per permetterne l’acquisto perfetto, l’applicazione ideata per Bally, noto brand di lusso svizzero
Mendrisiotto
2 ore
‘In futuro Chiasso saprà far valere le sue potenzialità’
Quattro chiacchiere con Francesca Cola Colombo, dallo scorso mese di maggio responsabile marketing della cittadina di confine
Ticino
11 ore
Pattugliamento congiunto a Como e Cernobbio
Nei giorni scorsi servizio ‘misto’ Carabinieri italiani e Polizia cantonale. L’iniziativa rientra nell’accordo fra i due Paesi
Ticino
12 ore
Crisi idrica, in Lombardia giro di rubinetto
Emergenza siccità, il presidente della Regione Attilio Fontana firma decreto per un uso parsimonioso dell’acqua
Bellinzonese
12 ore
Riviera, parcheggi selvaggi e come combatterli
Il Comune in estate è preso d‘assalto dai canyonisti, talvolta poco rispettosi dell’ordine pubblico. Tarussio: ‘Individuate delle zone di sosta’
Ticino
14 ore
Ticinesi morti sul Susten: Norman Gobbi si unisce al cordoglio
Le due vittime erano membri dell’Associazione ticinese truppe motorizzate (Attm). Marco Bignasca, ex ufficiale auto: fra le società d’arma più attive
Luganese
14 ore
Pianta cade vicino al parco giochi di Melide, cause non chiare
Non si esclude che l’albero possa essere stato attaccato dal coleottero giapponese
Bellinzonese
18 ore
Bellinzona, auto in fiamme sull’A2 in direzione nord
Sul tratto di autostrada si sono formati un paio di chilometri di coda
Luganese
20 ore
Lombardi: ‘Non mi aspetto molto dal vertice sull’Ucraina’
L’incontro sarà a Lugano il 4 e 5 luglio. L’ex consigliere agli Stati si chiede se abbia senso parlare di ricostruzione quando la guerra è ancora in corso
Mendrisiotto
1 gior
Chiasso, ‘la natura di Festate non è in discussione’
Il vicesindaco e capodicastero Cultura Davide Dosi si esprime in merito ai malumori emersi dopo la trentesima edizione dell’evento
© Regiopress, All rights reserved