laRegione
12.09.19 - 11:36
Aggiornamento: 15:29

Le multe ai bar si contano sulle dita di una mano

Rumori molesti notturni: il Municipio di Bellinzona risponde di essere aperto al dialogo. Ma se non vengono chieste deroghe, bisogna rispettare la legge

di Samantha Ghisla
le-multe-ai-bar-si-contano-sulle-dita-di-una-mano

Attrattività dei bar di Bellinzona vs. diritto alla quiete pubblica. Nel mezzo il Municipio della Turrita che rispondendo a un'interrogazione di Alessandro Lucchini (Unità di Sinistra) spiega di prediligere il dialogo con gli esercenti, ma quando la legge non viene rispettata ha la facoltà di intervenire. L'interrogazione, che chiedeva più dialogo e meno multe, prendeva spunto dallo sfogo del gerente del bar Peter Pan Gianni Morici per essere stato sanzionato a causa della musica troppo alta dopo le 23. "Il Municipio predilige di principio il dialogo con qualsiasi referente socio-economico piuttosto che intervenire con procedure sanzionatorie – scrive nella risposta – ma appare del tutto evidente come non sia possibile derogare totalmente e sistematicamente a regole legislative esistenti anche perché altri cittadini ne esigono giustamente il rispetto". Viene reso noto che sono stati sanzionati 5 esercizi pubblici nel corso del 2017 (di cui uno in centro città), 4 nel 2018 (nessuno in centro) e 2 nel corso dell'anno corrente (entrambe al bar Peter Pan). 

La legge applicata, ricorda l'esecutivo, è l’Ordinanza municipale sulla repressione dei rumori molesti e inutili del 21 maggio 2007 che stabilisce di non “perturbare la quiete pubblica” tra le 23 e le 7. E meglio che "dopo le ore 23.00 i suoni devono essere ridotti in modo tale da non essere percepiti da terzi"; un'espressione che secondo il Municipio dimostra molta tolleranza. In caso di feste o manifestazioni su suolo pubblico o privato è inoltre possibile chiedere una deroga al Comune e a tal proposito viene fatto notare che tutte le "peraltro poche" richieste giunte al Municipio nel 2018 e nei primi 7 mesi del 2019 sono state accolte. In caso di mancata richiesta di deroga però l'esecutivo non transige e "attraverso la Polizia comunale, non può fare altro che far rispettare il diritto alla quiete notturna".

Il Comune interviene, si legge nella risposta, quando riceve segnalazioni "in tempo reale da cittadini che si sentono disturbati". A quel punto "gli agenti verificano la situazione recandosi sul posto e accertando i fatti al momento specifico". In caso di volume oltre i limiti consentiti è sufficiente la "constatazione da parte degli agenti, oltre alla segnalazione dei cittadini. Non è quindi in vigore l’uso di un fonometro". 

Leggi anche:

Il Peter Pan, quella multa e lo sfogo: 'Città inflessibile'

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
5 ore
Lugano agevola l’accesso alla cultura ai 18enni
Il pass per i giovani è stato accolto dal Consiglio comunale che ha dato luce verde al concorso per il piazzale ex Scuole (senza mercato)
Luganese
8 ore
In Appello i tre ventenni accusati di stupro di una coetanea
Sono comparsi alla sbarra i due fratelli e l’amico, tutti già condannati, che nel 2021 hanno approfittato di una ragazza: secondo loro era consenziente
Ticino
9 ore
La fiducia dei consumatori è bassa, ma gli acquisti non calano
È il dato, per certi versi sorprendente, che emerge dai dati della Seco. Stephani (Ustat): ‘Più preoccupazione per i rincari che per la disoccupazione’
Bellinzonese
10 ore
Raccolta di beni di prima necessità per la Turchia
La merce si potrà portare all’ingresso dell’Espocentro da domani a mezzogiorno. I primi furgoni partiranno già giovedì
Locarnese
11 ore
La formazione dei docenti in Ticino compie 150 anni
Nel 2023 l’anniversario dell’istituzione della Scuola magistrale, oggi Dipartimento formazione e apprendimento, verrà sottolineato con diverse iniziative
Bellinzonese
11 ore
Ospedali di valle, ‘De Rosa sapeva delle pressioni?’
Interpellanza Mps al governo sui rapporti intercorsi fra il primo firmatario Martinoli e i vertici del Dss coinvolti nel gruppo di lavoro
Locarnese
11 ore
L’Osteria Palazign nelle mani del Patriziato di Comologno
Grazie all’interessamento e all’aiuto (anche) del Cantone presto l’acquisto dell’immobile, che con Palazzo Gamboni costituisce un tutt’uno
Locarnese
12 ore
Ronco s/Ascona, il ‘Comune sano’ può proseguire
Accolto dal legislativo il credito per l’ulteriore fase del progetto; archiviati i conti preventivi, come pure tutte le trattande all’ordine del giorno
Mendrisiotto
13 ore
Spaccio di cocaina, un arresto nel Mendrisiotto
Un 46enne della regione è finito in manette nell’ambito di un’inchiesta svolta con i servizi antidroga delle polizie di Mendrisio, Chiasso e Stabio
Mendrisiotto
16 ore
Trasporto di 712 grammi di eroina, l’incarto torna al Ministero
La droga è stata intercettata a Coldrerio. La Corte delle Assise criminali non ha approvato l’atto d’accusa emesso nei confronti di un 49enne svizzero
© Regiopress, All rights reserved