laRegione
agenda
Filtra per

Regione Luganese Bellinzonese Locarnese
Categoria Musica Musei Arte Sport
OSI in Auditorio
Auditorio Stelio Molo RSI, Lugano
20.30

Orchestra della Svizzera italiana

Yuri Bashmet Play&Conduct (viola), Paolo Beltramini (clarinetto). 

  • Richard Strauss        Metamorphosen studio per ventitre archi soli
  • Max Bruch                 Romanza per viola e orchestra
  • Max Bruch                 Concerto per clarinetto, viola e orchestra in mi minore
  • Sergej Prokof'ev       Sinfonia n. 1 in re maggiore Classica

Produzione OSI - Nell’ambito dei Concerti RSI – Diretta radiofonica su Rete Due

 

 

LuogoAuditorio Stelio Molo RSI
Indirizzo / ViaVia Canevascini, Lugano
Info0918039575
Prezzo CHF
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
PrevenditaAcquista biglietti
Presepi dal mondo
Cantine ex Convento, Monte Carasso
Ore 16:30

Il 16 dicembre inaugurazione, dal 17 dicembre al 13 gennaio 2019 presso le cantine dell’ex Convento di Monte Carasso si potrà seguire un itinerario tra più di 200 presepi provenienti da tutto il mondo. I manufatti esposti fanno parte della collezione di Antonio e Maria Elena Guidotti. A questi sono affiancati un presepe allestito dagli allievi dell’Istituto scolastico di Monte Carasso e alcune sculture in legno degli artisti Gottfried Müller, Angelo Ferrari e Alberto Briccola.

Le offerte raccolte durante la mostra saranno destinate a favore di progetti sostenuti dall’Associazione benefica Gianni Pestoni in Madagascar, Moldavia e Ucraina. L’inaugurazione avrà luogo domenica 16 dicembre alle ore 16:30 con la presenza del padrino dell’Associazione, Luca Cereda (allenatore Hcap).

LuogoCantine ex Convento
Indirizzo / ViaEl Cunvent, Monte Carasso
PeriodoDal 16.12.2018 al 13.01.2019
GiorniTutti i giorni
Info0796701064
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Merry Crisis and a Happy New Fear (AGAIN)
la rada, Locarno
18.00

Doppia personale di Luka Rayski (Polonia) e Augustin Rebetez (Svizzera) curata da Elisa Rusca.

Aperta dal giovedì al sabato dalle 14 alle 19 e su appuntamento. Aperta durante le festività, chiuso solo il 22 dicembre.

Luogola rada
Indirizzo / Viavia della Morettina 2, Locarno
PeriodoDal 14.12.2018 al 20.01.2019
GiorniGi Ve Sa
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Xilografie, litografie e incisioni calcografiche di Diego Bianconi
Porticato della Biblioteca Salita dei Frati, Lugano
Ore 17.30

L’Associazione Amici dell’Atelier Calcografico di Novazzano presenta nel Porticato della Biblioteca Salita dei Frati a Lugano un’esposizione dedicata a Diego Bianconi, incisore e pittore di origini ticinesi attivo da anni in Germania. Attraverso una serie di opere grafiche eseguite con diverse tecniche, la mostra delinea il percorso dell’incisore nelle sue tappe salienti, dagli esordi ai giorni nostri. L’esposizione verrà inaugurata alla presenza dell’artista sabato 1° dicembre 2018 alle ore 17.30 e rimarrà aperta fino a sabato 19 gennaio 2019.

La mostra dedicata all’artista Diego Bianconi è il terzo appuntamento espositivo organizzato nel 2018 dall’Associazione Amici dell’Atelier Calcografico (AAAC) di Novazzano nella qualificata sede del Porticato della Biblioteca Salita dei Frati a Lugano. Per l’occasione l’AAAC pubblicherà la 103a incisione destinata ai suoi soci: L’agguato, del 2018, eseguita da Bianconi con la tecnica dell’acquaforte multipla e a puntasecca, e stampata come di consueto nell’atelier calcografico di Gianstefano Galli a Novazzano. In questa opera l’artista ha ottenuto attraverso una morsura a più tempi o multipla (una tecnica introdotta alla fine del Cinquecento) effetti di varia profondità e intensità chiaroscurale che arricchiscono la trama incisoria di sottili modulazioni.

Oltre alle incisioni calcografiche, tra i fogli esposti sono presenti litografie, xilografie (che rimandano al legame con il prozio Giovanni Bianconi) e serigrafie, a testimonianza della notevole versatilità e perizia dell’artista, aperto alla sperimentazione tecnica anche mediante l’uso del colore e di differenti tipi di carte. Le opere in mostra, presentate in alcuni casi nelle loro variazioni di stato, rivelano i temi prediletti da Bianconi: paesaggi, scene d’interno e nudi femminili. Basate su un accurato studio dal vero, le composizioni si caratterizzano per un taglio prospettico originale, talvolta ardito, e per un dialogare e concatenarsi di piani, con una particolare predilezione per il motivo-chiave della finestra. A un’attenta osservazione svelano aspetti reconditi e inaspettati, prestandosi anche a una lettura metaforica.

Nato nel 1957 a Muralto, Bianconi si forma in Ticino alla scuola di Leo Maillet e poi all’Accademia di Norimberga. Sin dai suoi esordi ha praticato l’arte incisoria nelle sue diverse declinazioni acquisendo una solida esperienza tecnica e una particolare forza espressiva. Insignito di diversi premi e riconoscimenti, dal 1990 espone la sua produzione grafica e pittorica in mostre personali e collettive. Dal 1995 ricopre incarichi di docenza nelle scuole superiori di Norimberga. Nel 2001 fonda il Laboratorio di indagine calcografica. Attualmente vive e lavora a Eckental (D) e a Minusio.

 

 

LuogoPorticato della Biblioteca Salita dei Frati
Indirizzo / ViaSalita dei Frati 4, Lugano
PeriodoDal 01.12.2018 al 19.01.2019
GiorniMe Gi Ve Sa
Info0798354265
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Dialoghi di scultura
Gipsoteca Gianluigi Giudici, Lugano
Ore 14

La Gipsoteca Gianluigi Giudici di Lugano avvia un ciclo di esposizioni che, nel tempo, metteranno a confronto – fra loro e con le opere esposte in permanenza nello spazio museale – artisti che si esprimono mediante proposte plastiche con materiali e tecniche tradizionali, ma anche con interventi originali che comunque abbiano a svilupparsi nelle tre dimensioni.

Nei primi appuntamenti dei Dialoghi verranno invitati in particolare artisti che operano in Canton Ticino e di ciascuno verranno esposte opere che illustrano la produzione attuale.  Una delle opere di ciascun autore, poi, viene selezionata in vista di una presentazione fronte a fronte con uno dei gessi di Gianluigi Giudici, con l’intenzione di raccontare le sensibilità diverse con cui gli artisti affrontano una stessa tematica o uno stesso pensiero.

Per il primo incontro saranno in mostra le opere di:

Pascal Murer, artista svizzero a tutto tondo, nato ad Altdorf, Uri, da madre grigionese (Poschiavo) e padre del Nidwalden, formatosi a Vienna e dal 2001 a Locarno; Pedro Pedrazzini, grigionese di Roveredo, con studi a Londra, Firenze e Milano, ma attivo nel locarnese dal 1976 dove fu assistente dello scultore Remo Rossi;  Paolo Selmoni, bellinzonese di nascita, si forma alla maniera antica, “a bottega” nell’atelier del padre Pierino, scultore affermato recentemente scomparso, e da sempre attivo a Mendrisio e Ligornetto.

 

Particolarmente interessante sarà il dialogo tra le loro opere perché i materiali e le modalità operative sono diversi: Murer opera sia con il legno che con il bronzo, Pedrazzini si dedica completamente alla fusione in bronzo e Selmoni lavora da sempre con il marmo ma utilizza pure il bronzo che tratta con una tecnica del tutto originale con fusione diretta a cera persa.

È quindi possibile accostare in mostra le due tecniche tradizionali della scultura, che vedono nascere l’opera “per via di levare” cioè con la sottrazione di materia da un blocco informe o “per via di porre” cioè realizzando la scultura mediante la modellazione  in cera o in argilla della forma da affidare poi all’operazione di fusione in metallo (bronzo in particolare o altre leghe, ma, soprattutto per piccoli formati, anche oro o argento).

 

Fondamentale, poi, la personalità dell’artista in rapporto alle “figure” che ciascuno realizza. Selmoni punta alla essenzializzazione delle forme verso una modernità senza eccessi, Murer cerca la visualizzazione plastica di azioni naturali o la  cristallizzazione della forma di un corpo, Pedrazzini tende a raccontare il moto e la relazione tra figure.

LuogoGipsoteca Gianluigi Giudici
Indirizzo / ViaCentral Park, Riva Antonio Caccia 1a, Lugano
PeriodoDal 21.11.2018 al 12.01.2019
GiorniMe Gi Ve Sa
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Takesada Matsutani
De Primi Fine Art, Lugano
09.00

La De Primi Fine Art di Lugano è lieta di annunciare la mostra Takesada Matsutani.

Nel 1963, poco più che ventenne, Takesada Matsutani (Osaka, 1937) entrò a far parte del gruppo Gutai.

Questa mostra raccoglie una ventina di opere, realizzate tra il 1974 e il 2010: opere su tela e su carta, dove la inimitabile tecnica dell’artista appare e si rivela: il fitto e denso nero della grafite, pazientemente steso nel gesto fermo e preciso della mano; il segno Zen della penna, che circoscrive la ricchezza del vuoto come pausa, silenzio, respiro; i colori compatti dell’acrilico in minime variazioni timbriche; le sinuose ed eleganti forme della colla vinavil colorata, che ricama variegate superfici. Il tutto per lo più in bianco e nero, i colori essenziali dell’antica tradizione giapponese: i colori simbolo dello Ying e dello Yang, del più e del meno, del positivo e del negativo, di questo e quello, capaci nel pensiero taoista di un sereno incontro e una profonda unione. Punti di contatto, segni, gesti, cerchi, onde, dove percepiamo una straordinaria sintesi tra il pieno ed il vuoto, il moto e la stasi.

LuogoDe Primi Fine Art
Indirizzo / ViaPiazza Cioccaro 2, 3° piano, Lugano
PeriodoDal 16.11.2018 al 25.01.2019
GiorniLu Ma Me Gi Ve
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
VAMOS - Il giovedì latino!
Temus Club, Agno
22.00

In consolle Dj Albertigo! Animazione by Ritmo y Pasion latina!

LuogoTemus Club
Indirizzo / ViaVia Campagna 30, Agno
PeriodoDal 15.11.2018 al 21.02.2019
GiorniGi
EtàMaggiorenni
Facebook Vai al link di facebook
Nero è colore
Centro Triangolo, Locarno
--

Fino al 24 gennaio 2019 gli spazi del Centro Triangolo di Locarno ospitano la mostra “Nero è colore” di Pierre Casè.

Orario di apertura: lunedì - venerdi 09.00 - 12.00;  sabato 14.00 - 16.00.

LuogoCentro Triangolo
Indirizzo / ViaVia Ciseri 19, Locarno
PeriodoDal 15.11.2018 al 24.01.2019
GiorniLu Ma Me Gi Ve Sa
Info0917518241
Sito webVai al sito
Ca da l'Om ... attraverso il silenzio che appena scalfisce ...
Canvetto Luganese, Lugano
18.00

In "Ca da l'Om" ogni oggetto è testimone di una vita rurale ormai passata. Essi -gli oggetti- sembrano improvvisamente sprofondati nel silenzo del tempo. Con delicatezza D.D. richiama questo passato dal buio dell'oblio. La tofografia è l'arte della luce e dell'ombra: con quell'attimo di luce che l'artista lascia penetrare sulla pellicola, definisce il rapporto tra passato e presente.

La mostra è presentata da Daniel Maggetti.

LuogoCanvetto Luganese
Indirizzo / ViaVia R. Simen 14b, Lugano
PeriodoDal 06.11.2018 al 26.01.2019
GiorniMa Me Gi Ve Sa
Info0916100020
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Corsi di nuoto invernali 2018/2019 presso Nuoto Sport Locarno
Centro sportivo nazionale della gioventù, Tenero
14.00

I corsi si svolgono presso le piscine di:

  • - Minusio (Scuola Vignascia) il lunedì ed il giovedì,
  • - Ascona (Collegio Papio) il mercoledì,
  • - Brissago (Clinica Hildebrand) il venerdì,
  • - Gerra Piano (CPE) il mercoledì.

Per maggiori informazioni potete consultare il nostro sito web (sezione CORSI), vedi link sotto, contattarci al nostro indirizzo e-mail: corsi@nuotosportlocarno.ch , oppure al numero 079/207.14.65.

 

LuogoCentro sportivo nazionale della gioventù
Indirizzo / ViaVia Brere , Tenero
PeriodoDal 10.09.2018 al 31.05.2019
GiorniLu Ma Me Gi Ve
Età4 anni e +
Sito webVai al sito
© Regiopress, All rights reserved